Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Tessuti più rigidi e assenza di indicatori

Tessuti più rigidi e assenza di indicatori

Buongiorno ragazzi! Vorrei raccontarvi questo mio piccolo problema

Pratico PE da quasi 2 anni, il primo anno mi ci sono messo proprio d’ impegno e invece a partire da 7-8 mesi fa, causa assenza di indicatori positivi (e negativi) ho mollato un po’ la presa limitandomi a fare 3 sessioni settimanali partendo da 30 dry jelq e basta, con varie progressioni (arrivando max a 200) e scarichi di una settimana liddove fosse necessario ( ah, mai fatto stretching).
La prima motivazione che mi ha portato a cambiare routine è che post jelqing il mio pene non risultava cicciotto e pieno come i primi mesi, ( tra l’altro sentivo anche una bella sensazione di pienezza che durava tutto il giorno) ma normale come se non avessi fatto nulla! E’ come se il mio pene avesse smesso di rispondere al PE. Ogni tanto al limite mi vengono dei dolori da semieretto quando tento di piegarlo o contraggo il muscolo pubococcigeo, in seguito a rapporti con due o più eiaculazioni

Comunque, ad oggi il mio pene lo sento diverso, nel senso che quando iniziai il PE prima di tutto era più “morbido”, soprattutto da semieretto! Ora invece lo sento più rigido! come se fosse meno elastico e i tessuti meno “espandibili”.
L’ EQ è sempre ottima, e a parte qualche infiammazione/dolorino da semi-eretto/eretto (che poi scompaiono quasi con un’ erezione fortissima e da riscaldato) non ho mai avuto nè indicatori positivi nè negativi.

Incidenti “seri” mai avuti, forse una volta 5 mesi fa mi stirai un nervo probabilmente che mi portò a una perdita dell’ erezione in 5 secondi. Riposai 3 settimane e tutto si risolse, ricominciai letteralmente da capo (da 10 jelq) e sempre scaricando all’ occorrenza, quando vedevo che non cambiava nulla riposavo anche 3 settimane nella speranza di ritornare come all’ inizio, ma da questo episodio in poi è come se non mi fossi più ripreso completamente. Inoltre sono anche meno “reattivo”, se prima bastava un po’ d’acqua calda per farmi venire un ’ erezione fortissima, adesso mi devo impegnare un po’ di più… ma questo potrebbe dipende da altri fattori esterni al PE come stanchezza e stress generale.

Insomma, non so proprio che fare.
Vorrei semplicemente ritornare come all’ inizio; attualmente sto facendo 30 dry jelq 3 volte a settimana ma a parte l’eq ottima (solo durante un rapporto, da solo è come se mi fossi “desensibilizzato”) non ho nulla, assenza di indicatori positivi e negativi, post JELQ o normale o addirittura più piccolo…. forse anche una lieve perdita di circonferenza da eretto e il pene in generale è più suscettibile agli stress e soggetto a frequenti infiammazioni/dolorini all’ asta sempre da semieretto o eretto. Stavo pensando di fermarmi per 3 o più mesi per poi ricominciare da capo.

Grazie per aver letto tutto e per le eventuali risposte :-)


Last edited by Giuseppe95 : 01-17-2018 at .

Ciao Giuseppe!
Per quanto riguardo il PE e i tempi di recuperi lascio parola agli esperti.
Mentre per quanto riguarda i dolori da eretto/ semi eretto ti consiglio vivamente un controllino andrologico, perchè dubito siano sintomi comuni.
Cosí potrai descrivere tutti i sintomi e avere delle risposte a riguardo, magari prevenendo eventuali spiacevoli problemi!
Ovviamente sconsiglio di citare il PE al medico perché sicuramente atrribuirá ad esso tutta la colpa!

Buona giornata e tienici informati! ;)


Start: 01/01/2018

BPEL:14.5cm NBP:12.5cm EG:11cm

1st GOAL: BPEL:16cm

Ciao Giuseppe95, quanti Decon Break hai fatto in 2 anni?? 😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Messaggio originale di Giuseppe95
Buongiorno ragazzi! Vorrei raccontarvi questo mio piccolo problema

Pratico PE da quasi 2 anni, il primo anno mi ci sono messo proprio d’ impegno e invece a partire da 7-8 mesi fa, causa assenza di indicatori positivi (e negativi) ho mollato un po’ la presa limitandomi a fare 3 sessioni settimanali partendo da 30 dry jelq e basta, con varie progressioni (arrivando max a 200) e scarichi di una settimana liddove fosse necessario ( ah, mai fatto stretching).
La prima motivazione che mi ha portato a cambiare routine è che post jelqing il mio pene non risultava cicciotto e pieno come i primi mesi, ( tra l’altro sentivo anche una bella sensazione di pienezza che durava tutto il giorno) ma normale come se non avessi fatto nulla! E’ come se il mio pene avesse smesso di rispondere al PE. Ogni tanto al limite mi vengono dei dolori da semieretto quando tento di piegarlo o contraggo il muscolo pubococcigeo, in seguito a rapporti con due o più eiaculazioni

Comunque, ad oggi il mio pene lo sento diverso, nel senso che quando iniziai il PE prima di tutto era più “morbido”, soprattutto da semieretto! Ora invece lo sento più rigido! come se fosse meno elastico e i tessuti meno “espandibili”.
L’ EQ è sempre ottima, e a parte qualche infiammazione/dolorino da semi-eretto/eretto (che poi scompaiono quasi con un’ erezione fortissima e da riscaldato) non ho mai avuto nè indicatori positivi nè negativi.

Incidenti “seri” mai avuti, forse una volta 5 mesi fa mi stirai un nervo probabilmente che mi portò a una perdita dell’ erezione in 5 secondi. Riposai 3 settimane e tutto si risolse, ricominciai letteralmente da capo (da 10 jelq) e sempre scaricando all’ occorrenza, quando vedevo che non cambiava nulla riposavo anche 3 settimane nella speranza di ritornare come all’ inizio, ma da questo episodio in poi è come se non mi fossi più ripreso completamente. Inoltre sono anche meno “reattivo”, se prima bastava un po’ d’acqua calda per farmi venire un ’ erezione fortissima, adesso mi devo impegnare un po’ di più… ma questo potrebbe dipende da altri fattori esterni al PE come stanchezza e stress generale.

Insomma, non so proprio che fare.
Vorrei semplicemente ritornare come all’ inizio; attualmente sto facendo 30 dry jelq 3 volte a settimana ma a parte l’eq ottima (solo durante un rapporto, da solo è come se mi fossi “desensibilizzato”) non ho nulla, assenza di indicatori positivi e negativi, post JELQ o normale o addirittura più piccolo…. forse anche una lieve perdita di circonferenza da eretto e il pene in generale è più suscettibile agli stress e soggetto a frequenti infiammazioni/dolorini all’ asta sempre da semieretto o eretto. Stavo pensando di fermarmi per 3 o più mesi per poi ricominciare da capo.

Grazie per aver letto tutto e per le eventuali risposte :-)


Stessa mia situazione, iniziai a fare Pe con i dry jelq e con un approccio non troppo attento ai dettagli per la mancanza di esperienza (senza mai strafare).
Un giorno dopo la routine a distanza di un’ora sentii un dolore molto forte sotto il glande come una fitta e fu un dolore che durò per tutta la serata. Di li in poi sarà stato un fattore psicologico non ho avuto erezioni forti come prima, ed il glande leggermente meno duro.
Di li in poi ho iniziato a fare molta attenzione ai dettagli ed ho notato che durante il jelq a distanza da allora (avrò iniziato più o meno due anni fa) non ho mai visto il glande gonfiarsi! Non credo sia un errore di esecuzione perché ho provato tutti i tipi di presa… Non ho mai capito se feci qualche danno quella volta.
Per il resto stessa situazione da te descritta e pochissimi guadagni…

Messaggio originale di Parto da 16
Ciao Giuseppe95, quanti Decon Break hai fatto in 2 anni?? 😜

Ciao Parto! Cos’è il decon break?

Messaggio originale di Jordanxxx
Stessa mia situazione, iniziai a fare Pe con i dry jelq e con un approccio non troppo attento ai dettagli per la mancanza di esperienza (senza mai strafare).
Un giorno dopo la routine a distanza di un’ora sentii un dolore molto forte sotto il glande come una fitta e fu un dolore che durò per tutta la serata. Di li in poi sarà stato un fattore psicologico non ho avuto erezioni forti come prima, ed il glande leggermente meno duro.
Di li in poi ho iniziato a fare molta attenzione ai dettagli ed ho notato che durante il jelq a distanza da allora (avrò iniziato più o meno due anni fa) non ho mai visto il glande gonfiarsi! Non credo sia un errore di esecuzione perché ho provato tutti i tipi di presa… Non ho mai capito se feci qualche danno quella volta.
Per il resto stessa situazione da te descritta e pochissimi guadagni…

Attenzione io le erezioni forti le ho, non ho perso EQ ma mi sembra semplicemente di essere meno responsivo e più rigido, rigidezza che porta poi a far gonfiare di meno il glande (solo quando faccio jelq) ora che ci penso

Messaggio originale di Rahegar
Ciao Giuseppe!
Per quanto riguardo il PE e i tempi di recuperi lascio parola agli esperti.
Mentre per quanto riguarda i dolori da eretto/ semi eretto ti consiglio vivamente un controllino andrologico, perchè dubito siano sintomi comuni.
Cosí potrai descrivere tutti i sintomi e avere delle risposte a riguardo, magari prevenendo eventuali spiacevoli problemi!
Ovviamente sconsiglio di citare il PE al medico perché sicuramente atrribuirá ad esso tutta la colpa!

Buona giornata e tienici informati! ;)

Ciao Rahegar!

Il dolore compare soprattutto quando:

Faccio due sessioni di jelqing di fila
O
2 o più eiaculazioni nello stesso giorno + 2 sessioni di jelq di fila di cui una magari il giorno stesso o anche il giorno dopo

Se riposo e faccio 3 routine a settimana , non ho nulla.

Messaggio originale di Giuseppe95
Ciao Rahegar!

Il dolore compare soprattutto quando:

Faccio due sessioni di jelqing di fila
O
2 o più eiaculazioni nello stesso giorno + 2 sessioni di jelq di fila di cui una magari il giorno stesso o anche il giorno dopo

Se riposo e faccio 3 routine a settimana , non ho nulla.


Forse é semplicemente sovrallenamento!
O spremi troppo forte con o dry.
Comunque fossi in te un controllo veloce anche solo per vedere cosa ti vien detto riguardo ai dolorini sull’asta la farei, dopotutto abbiamo un solo pene ed è meglio prevenire ogni cosa! :D

Riguardo la Decon Break lascio rispondere dettagliatamente Parto da 16 che la spiegó anche a me in modo soddisfacente.
In breve si tratta di una pausa che fai dooo un tot di tempo che esegui routine per il PE, piú o meno lunga in base a quanti stimoli e quindi a quanto é condizionato il pene.
Con queste pause (lunghe anche 1/2 mesi) si cerca di decondizionare,appunto, i tessuti dagli stimoli ricevuti col PE!
Un saluto! ;)


Start: 01/01/2018

BPEL:14.5cm NBP:12.5cm EG:11cm

1st GOAL: BPEL:16cm

Grazie per la risposta. A questo punto la cosa più ragionevole da fare mi sembra fare una pausa totale di qualche mese e vedere se si presentano ancora questi dolorini (che non ho da ieri). In caso dovessi ancora averli allora andrò a farmi visitare dato che mi hai messo la pulce nell’ orecchio 😂

P.S altra cosa strana che si presenta a volte, è un dolore “pulsante” che va e viene, non ben localizzato, ma più o meno sul lato sinistro del pene che è percorso da una vena abbastanza grossa

Messaggio originale di Giuseppe95

Ciao Parto! Cos’è il decon break?

Ciao Giuseppe95, se non conosci il decon break, vuol dire che non lo hai mai fatto, questo è un errore di poca informazione e superficialità nel gestire il PE. Il riposo periodico è importante quanto l’allenamento se vogliamo non incorrere in disturbi fisiologici e mancata crescita, il suo utilizzo serve per azzerare la memoria tissutale e decondizionare ciò che si è adattato, diminuendo la resistenza del tessuto a favore della elasticità!!

Ho così scritto a Rahegar!!

Messaggio originale di Parto da 16

Ciao Rahegar,………Il decon break è un periodo di riposo dal PE, che normalmente si effettua dopo un periodo di almeno sei mesi di allenamento che di solito coincide con uno stop della crescita, sicché se dopo sei mesi di PE, tu dovessi notare ancora miglioramenti in crescita, dovrai aspettare che questa fase volge al termine!!

Il decon break vuol dire decondizionare ciò che si è condizionato, in pratica il tessuto si abitua a quel tipo di stimolo o impulso e smette di reagire e quindi non cresce più adattandosi, potresti pensare, allora aumento lo stimolo impresso, ma rischieresti però di andare in sovrallenamento!!

Il vantaggio del decon break è che dopo 1 o 2 mesi si può riprendere il PE con la stessa routine precedente perché si sarà (quasi) azzerata la memoria tissutale, naturalmente resta inteso che più passa il tempo più si dovranno aumentare gradualmente gli stimoli impressi è più dovrà essere lungo il decon break, ma questo varia molto da individuo a individuo, quindi ognuno dovrà sperimentare su se stesso per capire ciò che è più giusto per se, qui non ci sono regole uguali per tutti, puoi però farti un’idea su come gli altri hanno ottenuto risultati, leggendo i vari diari, per questo motivo è molto utile il forum!!

Un saluto.😜

Ho scritto anche questo, sempre a Rahegar!!

Messaggio originale di Parto da 16

Ciao Rahegar, quando si esagera col PE oppure e mal eseguito con un impulso troppo offensivo, il tessuto può contrarsi con un meccanismo di difesa o di protezione, le erezioni avvengono comunque ma i CC non si espandono completamente, oltre questa fase si va incontro a una bassa EQ. Tutto ritornerà nella norma con il riposo e stop totale del PE!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Messaggio originale di Parto da 16
Ciao Giuseppe95, se non conosci il decon break, vuol dire che non lo hai mai fatto, questo è un errore di poca informazione e superficialità nel gestire il PE. Il riposo periodico è importante quanto l’allenamento se vogliamo non incorrere in disturbi fisiologici e mancata crescita, il suo utilizzo serve per azzerare la memoria tissutale e decondizionare ciò che si è adattato, diminuendo la resistenza del tessuto a favore della elasticità!!
Ho così scritto a Rahegar!!

Ho scritto anche questo, sempre a Rahegar!!

Mille grazie Parto, risposta esaustiva. Decon Break veri e propri non li ho mai fatti, al massimo 1 mese di stop. Il resto erano tutti miniscarichi di una o due settimane; alla luce di questo, prendo una pausa di almeno 3 mesi come detto in precedenza. Non potrà che farmi bene… stamane ho voluto “testare” e mi sono masturbato, sono arrivato all’ orgasmo ma con un’ erezione al 65% scarsa… sono segnali evidenti di stop (c’è da dire che la mattina in generale io non rendo)

Aggiungerei..: PE o non PE la mia ragazza non ha mai notato nulla, (però mi sono fidanzato dopo 1 anno e mezzo di PE) al massimo mi ha detto “ce l’hai più duro del solito”, ma non mi ha mai detto che aveva notato cambiamenti di dimensioni importanti, forse solo una volta in negativo, ma eravamo al mare nell’ acqua fredda… quindi, di rischiare la salute per un complesso mio e soltanto mio non mi va proprio.


Last edited by Giuseppe95 : 01-18-2018 at .

Messaggio originale di Giuseppe95
Mille grazie Parto, risposta esaustiva. Decon Break veri e propri non li ho mai fatti, al massimo 1 mese di stop. Il resto erano tutti miniscarichi di una o due settimane; alla luce di questo, prendo una pausa di almeno 3 mesi come detto in precedenza. Non potrà che farmi bene… stamane ho voluto “testare” e mi sono masturbato, sono arrivato all’ orgasmo ma con un’ erezione al 65% scarsa… sono segnali evidenti di stop (c’è da dire che la mattina in generale io non rendo)

Aggiungerei..: PE o non PE la mia ragazza non ha mai notato nulla, (però mi sono fidanzato dopo 1 anno e mezzo di PE) al massimo mi ha detto “ce l’hai più duro del solito”, ma non mi ha mai detto che aveva notato cambiamenti di dimensioni importanti, forse solo una volta in negativo, ma eravamo al mare nell’ acqua fredda… quindi, di rischiare la salute per un complesso mio e soltanto mio non mi va proprio.


Ben detto.


Start: 01/01/2018

BPEL:14.5cm NBP:12.5cm EG:11cm

1st GOAL: BPEL:16cm

Top
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
Hanging 101 Traduzioneno-pain-no-gainPesi e estensori per il pene1808-07-2021 12:39 PM
Indicatori fisiologici (IF) per la crescitaDrako93Pene più lungo e largo5911-20-2019 11:15 AM
Opinioni sulla mia esperienza?blasko42Esercizi di base per il pene1805-31-2014 05:22 PM

All times are GMT. The time now is 10:56 PM.