Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Domande di un novizio

Salve ragazzi ,

Ho dovuto rinviare il mio secondo allenamento

Ho iniziato di nuovo oggi , e spero sarò costante …

Volevo chiedervi , come si fa a capire se le spremute si fanno correttamente ?

Direte voi , guarda il video dimostrativo …

Ma la sensazione che si deve avere ?

Quando fai la spremuta , il pene deve essere duro ? Un pò molle ?

Io ho la netta sensazione di non concludere niente , perchè mi sembra che li faccio male …

Anche se di 1 mm , quando dovrei vedere i primi risultati ?

Giusto per capire se sto lavorando bene o no, mi sento frustato ed abbattuto …

Oggi ho fatto

Doccia calda , con lo spruzzo rivolto verso il pene per riscaldarlo meglio .

Sotto la doccia stiramenti , in basso 7 x 30 , in avanti 7 x 30 , non so se devo tirare gradualmente e delicatamente , o con forza …

Le spremute , 200 x 30 secondi , senza momenti di riposo , perchè quell’erezione è variata dal 50 % ad avere picchi di 80 % ( il momento in cui sento il pene duro )

Riscaldamento di 3 minuti sotto acqua calda …


Last edited by vienimiracolo : 03-24-2015 at .

Ti espongo quel poco che ho appreso; prendilo per “quel poco” che è.

Erezione durante il jelq:
Compresa tra il 40-50% e l’80%. Ai principianti consigliano di non superare l’80%.

Sensazioni durante il jelq:
Io cerco sempre di sentire la pressione del sangue che si sposta verso il glande di pari passo con l’avanzare della mia spremuta.
Se sento solo lo stiramento cerco di aumentare l’erezione e migliorare la presa.

Sotto la doccia immagino tu faccia jelq secco.
Fai attenzione perchè 200 mungiture a secco da 30” l’una potrebbero essere troppe all’inizio, non avendo padronanza di tecnica e nemmeno un organo abituato allo stress.

Stiramenti:
Io procedo sempre gradualmente.
Inizio a tirare con poca forza aggiungendone sempre un po’ col passare dei secondi.
Il concetto è che non deve farti male, non devi sradicarlo.
Cerco la sensazione di “tensione” e non quella di “strappo”.

Risultati:
Per le tempistiche non ne ho idea. Dipende dalla qualità e dalla costanza dell’allenamento e anche dalla capacità di risposta dell’organismo.
In base a quanto letto sul forum, io ti direi di non misurare assolutamente nulla prima di 3-4 mesi. Io penso di misurare dopo 4-5 mesi dall’inizio.

Ricorda che si consiglia di fare 1 giorno di riposo ogni 2 di allenamento.


01/03/2015 inizio @ 13 NBP - 12 EG

Obbiettivo @ 14 NBP - 13 EG


Last edited by Claudio90 : 03-25-2015 at .

Un jelq lo fai durare 30 secondi?! E tu non hai bisogno di PE ma di PR (Penis Reduction) :D !

Comunque Claudio ha già risposto.

Ho sbagliato ovviamente ,

Volevo dire 3 secondi !!

HAAHHAAHAHAH

Messaggio originale di Claudio90
Ti espongo quel poco che ho appreso; prendilo per “quel poco” che è.

Erezione durante il jelq:
Compresa tra il 40-50% e l’80%. Ai principianti consigliano di non superare l’80%.

Sensazioni durante il jelq:
Io cerco sempre di sentire la pressione del sangue che si sposta verso il glande di pari passo con l’avanzare della mia spremuta.
Se sento solo lo stiramento cerco di aumentare l’erezione e migliorare la presa.

Sotto la doccia immagino tu faccia jelq secco.
Fai attenzione perchè 200 mungiture a secco da 30” l’una potrebbero essere troppe all’inizio, non avendo padronanza di tecnica e nemmeno un organo abituato allo stress.

Stiramenti:
Io procedo sempre gradualmente.
Inizio a tirare con poca forza aggiungendone sempre un po’ col passare dei secondi.
Il concetto è che non deve farti male, non devi sradicarlo.
Cerco la sensazione di “tensione” e non quella di “strappo”.

Risultati:
Per le tempistiche non ne ho idea. Dipende dalla qualità e dalla costanza dell’allenamento e anche dalla capacità di risposta dell’organismo.
In base a quanto letto sul forum, io ti direi di non misurare assolutamente nulla prima di 3-4 mesi. Io penso di misurare dopo 4-5 mesi dall’inizio.

Ricorda che si consiglia di fare 1 giorno di riposo ogni 2 di allenamento.

Si si , lo so per il fatto del giorno di riposo , la mia preoccupazione sta nel fatto che ho la netta sensazione di fare male le spremute ,
Ma tu lo fai fino al glande , o eviti di andare sotto a quei 2 - 3 centimetri sotto il glande , che dicono essere molto pericolosi ?

Messaggio originale di vienimiracolo
Si si , lo so per il fatto del giorno di riposo , la mia preoccupazione sta nel fatto che ho la netta sensazione di fare male le spremute ,
Ma tu lo fai fino al glande , o eviti di andare sotto a quei 2 - 3 centimetri sotto il glande , che dicono essere molto pericolosi ?


Io ho impiegato una settimana prima di riuscire ad avere un minimo di padronanza del jelq.
Non puoi pretendere di saper fare tutto sin dal primo giorno.

Nelle spremute mi fermo un po’ prima del glande. Non arrivo a toccarlo, però ora non saprei quantificare i centimetri di margine. 1 cm sicuro, ma 3 non so se li lascio.
Però il mio pene è abbastanza corto: se hai un pene più lungo del mio riesci a “percorrere più strada” e ti viene più facile lasciare prima la presa. Proprio per un fatto psicologico.
Comunque il glande lo devi sentire/vedere bello pompato perchè il sangue si sposta proprio lì.

Secondo me è meglio iniziare facendo meno spremute ma dalla durata maggiore. Tipo 30 spremute (jelq secco) da 8” l’una.
Per orientarmi io tengo vicino un orologio con le lancette che fanno rumore… Sento il ticchettio dei secondi e mi regolo comodamente “a orecchio”.


01/03/2015 inizio @ 13 NBP - 12 EG

Obbiettivo @ 14 NBP - 13 EG


Last edited by Claudio90 : 03-25-2015 at .

Se vuoi l’opinione di un novizio come te (ti sono tanto solidale, infatti, perché capisco bene le tue preoccupazioni), io faccio più o meno come Claudio90.

Per essere più preciso, cerco di mantenere fissa la durata di 3 secondi, ma non mi preoccupo troppo se magari la spremuta dura qualche secondo di più. Per evitare, che 200 spremute da 3-4 secondi mi facciano lavorare più del previsto, però, uso un cronometro: scaduto il tempo, interrompo. Evito così di lavorare eccessivamente e mi concentro sulla tecnica, non sulla quantità di spremute.

Io preferisco cercare almeno i 5 secondi: penso di fare mungiture che durano dai 4 agli 8 secondi.
Ma faccio quello che posso perchè la lunghezza a mia disposizione è quella che è (i 13 cm li prendo al 101%, vedi tu :D ).
Togli 3-4 cm di glande e 2 cm di margine… Direi che avanzo con una velocità di 1 centimetro al secondo o poco più. :)

Anche io, come Spectro, lavoro in base al tempo senza contare il numero di spremute. Per farla breve: faccio 15 minuti di jelq oliato, ma procedo piuttosto lentamente e mi interrompo spesso per recuperare un’erezione sufficiente.
Tralaltro, con la testa bruciata che mi ritrovo, non riuscirei mai a tenere il conto con un margine d’errore accettabile… Ma soprattutto mi romperei le p@lle a dismisura. :D

All’inizio dovresti puntare a “rodare” l’organo, senza pensare subito a guadagnare centimetri.


01/03/2015 inizio @ 13 NBP - 12 EG

Obbiettivo @ 14 NBP - 13 EG


Last edited by Claudio90 : 03-25-2015 at .
Top

All times are GMT. The time now is 11:01 AM.