Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Il nuovo bar del forum

Thread Closed

A me hanno tagliato i viveri!! hahaha


Started october 2011 :

BPEL 13.5 MSEG 14 BEG 14.5

Today : BPEL 14.3 ,MSEG 14 BEG 14.5

Messaggio originale di andrea_pe
A me hanno tagliato i viveri!! hahaha

Chi? :eek:


Starting sept 2012: BPEL 15.5 cm - NBPEL 13.5 - EG 13,0 cm

Today: BPEL 18.8 cm - NBPEL 15.3 cm - EG 14.0 cm

Goal: BPEL 19 cm - NBPEL 17.0 cm - EG 16 cm

I miei genitori ed ho perso il lavoro :) .

Mio padre mi incolpa di averlo perso per il mio carattere e la cosa mi fa salire un odio tremendo.


Started october 2011 :

BPEL 13.5 MSEG 14 BEG 14.5

Today : BPEL 14.3 ,MSEG 14 BEG 14.5

Che significa, sei a digiuno?

Non possono farlo. Fino a che non sei economicamente indipendente hanno il dovere legale oltre che morale di mantenerti.


Starting sept 2012: BPEL 15.5 cm - NBPEL 13.5 - EG 13,0 cm

Today: BPEL 18.8 cm - NBPEL 15.3 cm - EG 14.0 cm

Goal: BPEL 19 cm - NBPEL 17.0 cm - EG 16 cm

Sì, certo il dovere di mantenerti, il che significa darti vitto e alloggio, niente altro.

Cerca di andare d’accordo, Andre, coi tuoi perchè nessuno al mondo più di loro ti vuole bene e desidera la tua felicità !

Appunto, ma vitto e alloggio comprende anche i viveri.


now 7(18 cm) BP , 5.9(15 cm) MEG

Click me: my photos

Eh certo, ma io non penso che i suoi lo stiano tenendo a stecchetto….

Gli avranno tagliato i viveri nel senso che non gli passeranno soldi… O sbaglio, Andrea?

Qualcuno mi porta un calice di Gewürztraminer per favore?

Con abbondante finger food a base di pesce….

Messaggio originale di fvecchio79
Cerca di andare d’accordo, coi tuoi perchè nessuno al mondo più di loro ti vuole bene e desidera la tua felicità !

Ca**ate vecchio purtroppo.


Starting November 2013 - BP 18.0 MSEG 14.0

March 2014 - BP 18.3 MSEG 14.5

Foto di Jugg

Auguro un buon weekend a tutti ragazzi ;)


Starting November 2013 - BP 18.0 MSEG 14.0

March 2014 - BP 18.3 MSEG 14.5

Foto di Jugg

Vitto e alloggio, (non sono un avvocato) ma credo anche il supporto necessario a metterti nelle condizioni di diventare indipendente.

Andrea, devi capire che i genitori, come anche i figli, non ce li scegliamo purtroppo, ma sono come ce li manda Dio e dobbiamo rispettarli e volergli bene per quello che sono.

Io pure sto ai ferri corti con il mio da quando ho 14 anni, ma essere impulsivo, irruento ed istintivo non ti porta a niente di buoni.
Quindi come dice il buon fvecchio, sforzati di andarci d’accordo e vai avanti così.

Fare il genitore oggi è molti difficile e la crisi economica, oltre che quella ben più grave di valori, non fanno che peggiorare le cose.

Non abbatterti per tutte le scemenze che ti capitano, la vita è dura, ma è anche molto bella.
Rimboccati le maniche e combatti! ;)
E cerca di farti scivolare addosso quante più cose possibile.

P.S. anche se 20 anni non sono tanti, non sono però neanche pochi. Mi permetto di dirti che frasi come “mi carico di odio” sembrano più consone a un ragazzino di scuole medie, non dirlo più per favore. ;)
Ti abbraccio.


Starting sept 2012: BPEL 15.5 cm - NBPEL 13.5 - EG 13,0 cm

Today: BPEL 18.8 cm - NBPEL 15.3 cm - EG 14.0 cm

Goal: BPEL 19 cm - NBPEL 17.0 cm - EG 16 cm

I genitori sono, nel 99,999% dei casi, le persone che più ti vogliono e ti vorranno bene durante la vita. Ciò non significa che non sbaglino. Qualche volta il genitore carica di eccessive aspettative e responsabilità il primo figlio (se poi si tratta di figlio unico peggio che andar di notte). Non ho parlato coi tuoi genitori Andrea, ma considera questo: sono pressochè sicuro che tuo padre non dia tutta la colpa a te per aver perso il lavoro; tuttavia sente il tuo dolore come suo, forse anche di più, e reagisce con rabbia anche lui; dato che il mondo non lo puoi cambiare, ma il tuo atteggiamento almeno in parte sì, carica su questo aspetto perchè altro non può fare.

Sono almeno 50 anni che il lavoro si trova, nel 95% dei casi, in due modi in Italia: o grazie al parente dell’amico del figlio del cognato, o direttamente grazie al paparino che ti ficca nell’azienda o ti lascia il suo posto, di riffo o di raffo. Quindi molta della sua rabbia dovrebbe essere contro la sua stessa generazione, se non quella ancora prima. Ma prendersela con tuo nonno non serve a niente, l’unica cosa che può fare e spingerti a impegnarti di più tutto qua.

Passerà Andrea. Quel che non passerà purtroppo è lo stato di declino di questo paese, per cui ora che sei giovane ti consiglio di trovarti un lavoro all’estero. Qui tutto è incancrenito.

Quoto, andate via dall’italia se potete, io conto di mettere via abbastanza per vivere di rendita in uno di quei paesini dove con 400 euro al mese si vive molto bene, tipo cambogia o belize ahaha, cosi faccio il ricco.


now 7(18 cm) BP , 5.9(15 cm) MEG

Click me: my photos

Messaggio originale di Davor Jelq
Fare il genitore oggi è molti difficile e la crisi economica, oltre che quella ben più grave di valori, non fanno che peggiorare le cose.
Non abbatterti per tutte le scemenze che ti capitano, la vita è dura, ma è anche molto bella.
Rimboccati le maniche e combatti! ;)
E cerca di farti scivolare addosso quante più cose possibile.
P.S. anche se 20 anni non sono tanti, non sono però neanche pochi. Mi permetto di dirti che frasi come “mi carico di odio” sembrano più consone a un ragazzino di scuole medie, non dirlo più per favore. ;)

Parole sante !!!!

Messaggio originale di marinera
I genitori sono, nel 99,999% dei casi, le persone che più ti vogliono e ti vorranno bene durante la vita. Ciò non significa che non sbaglino. Qualche volta il genitore carica di eccessive aspettative e responsabilità il primo figlio (se poi si tratta di figlio unico peggio che andar di notte). Non ho parlato coi tuoi genitori Andrea, ma considera questo: sono pressochè sicuro che tuo padre non dia tutta la colpa a te per aver perso il lavoro; tuttavia sente il tuo dolore come suo, forse anche di più, e reagisce con rabbia anche lui; dato che il mondo non lo puoi cambiare, ma il tuo atteggiamento almeno in parte sì, carica su questo aspetto perchè altro non può fare.
Sono almeno 50 anni che il lavoro si trova, nel 95% dei casi, in due modi in Italia: o grazie al parente dell’amico del figlio del cognato, o direttamente grazie al paparino che ti ficca nell’azienda o ti lascia il suo posto, di riffo o di raffo. Quindi molta della sua rabbia dovrebbe essere contro la sua stessa generazione, se non quella ancora prima. Ma prendersela con tuo nonno non serve a niente, l’unica cosa che può fare e spingerti a impegnarti di più tutto qua.
Passerà Andrea. Quel che non passerà purtroppo è lo stato di declino di questo paese, per cui ora che sei giovane ti consiglio di trovarti un lavoro all’estero. Qui tutto è incancrenito.

Idem come sopra a meno di una cosa: io il mio lavoro me lo sono sudato prima di tutto proponendomi a suo tempo come UNICO disponibile della classe a iniziare lo stage con 4 mesi di anticipo e terminarlo chissà quando perchè non mi avevano dato una data di scadenza, impegnandomi con tutto me stesso sul lavoro, venendo a lavorare anche con la febbre (avrò fatto 10 giorni di malattia in 10 anni), dando la mia disponibilità a lavorare Sabato e piuttosto che non anche Domenica se dovesse servire. Non guadagno uno stipendio da riccone, ma ho la fiducia totale del datore di lavoro e spero una carriera ben avviata anche se ancora dovrò sudarne di camicie.
Negli anni ho ingoiato un sacco di merda, tante altre volte però mi sono preso belle soddisfazioni.
Del resto la vita è alti e bassi, giusto?
Rimbocchiamoci le maniche allora, perchè gli alti nessuno ce li regala, vanno sudati!!!

@ Andrea: quando mio padre la scorsa estate ha saputo che M. era incinta mi ha detto testuali parole: “Tu non sei più mio figlio” e se n’è andato così com’era venuto.
Ma poi si è parlato tanto, ci siamo sfogati, abbiamo discusso lui mi ha spiegato e io gli ho spiegato.
E’ sempre mio padre, l’uomo a cui devo tutto (insieme a mia madre) e gli voglio tutto il bene che posso.

Top
Thread Closed

All times are GMT. The time now is 03:22 PM.