Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

La mia storia suggerimenti gain circonferenza

Ciao tamadino, complimenti per i guadagni notevoli davvero, volevo chiedere visto che sono indeciso sull’acquisto: quanto dura l’effetto della pompa ad acqua e quanto quello di quella ad aria?

Teoricamente la pompa ad acqua se usata ad una pressione non eccessiva, visto che il pene è immerso in acqua calda dovrebbe favorire espansione ma, le mie sono tutte teorie non avendone alcuna.

Ciao, la pompa ad aria non mi dava i risultati della pompa ad acqua forse perchè non tiravo tanto, l’acqua calda dovrebbe favorire l’espansione, per la durata dell’effetto non saprei dirti con precisione, non ho mai controllato il tempo preciso, ma comunque qualche ora.

Messaggio originale di tamadino
Penimaster pro sistema a vuoto, il gonfiore e i liquidi nel mio caso sono minimi e dopo averlo tolto entro dieci minuti sparisce tutto, l’unico problema riscontrato è come applicarlo ma quando hai capito la posizione esatta ed il metodo per inserirlo non c’è paragone, io ho perso un po di tempo all’inizio per indossarlo senza fastidi, addirittura pur non avendo una grande circonferenza pensavo che non ci sarebbe mai entrato ma è solo questione di metodo per portarlo sette ore al giorno tengo un tiraggio tra 460/690.

Se ti serve qualche altra info sono a disposizione.

Ti ringrazio per le info, attendo a giorni l’arrivo del dispositivo poi , dopo le prime prove, ti chiederò sicuramente qualcosa. Anch’io sto prendendo il “pro” a vacuo, ho aggiunto la cinta elastica per usarlo anche come ADS, un altro kit di membrane e un flacone di gel per farmi la scorta. In effetti costicchia ma erano 5 mesi che ci pensavo, ora finalmente ho preso casa da solo e riesco ad avere sufficiente tempo e privacy per indossarlo.


Starting BPEL 16 EG 12 (maggio 2012)

Today BPEL 16,5 EG 12.5 (novembre 2012)

Si in effetti costa ma li vale, la struttura è ben fatta il sistema di scorrimento è preciso a differenza di quelli cinesi che hanno una tolleranza di scorrimento spropositata ed è robusto, a me quello cinese si è anche spezzato, costano poco ma valgono di meno, come primo approccio per provare possono anche andare, ma se vuoi portarlo veramente prima o poi ne compri uno ben fatto.

Messaggio originale di tamadino
La mia esperienza personale per la pompa ad aria utilizzandola due o tre volte a settimana con sessioni di trenta minuti suddivisa in tre ripetizioni da dieci minuti con recupero tra le sessioni di cinque minuti non ho avuto nessun effetto collaterale, per quanto riguarda i risultati non saprei dire se ha influito, in ogni caso qualche produttore d’estensori la consiglia, poiché sembra che aiuti alla stimolazione cellulare.

Per la pompa ad acqua, la routine è citata sopra, che comunque a me ha prodotto effetti collaterali con un allenamento intensivo, leggendo in giro c’è chi dice che l’oscuramento è dato da un accumulo di ferro, chi da formazione di melanina o dalla rottura di capillari quindi non ho trovato dati scientifici che indichino la causa reale, c’è chi pur avendo tal effetto continua l’utilizzo della pompa inibendo l’effetto collaterale con una crema, a parer mio se si presentano tali effetti vuol dire che c’è qualcosa che non va ed il nostro organismo reagisce in tal modo, quindi io preferisco cercare altre strade per raggiungere gli obbiettivi, magari con un allenamento più soft tipo quello con la pompa ad aria.

Queste pompe tirano molto sia in lunghezza che in larghezza io per la lunghezza sono arrivato sopra i diciassette cm.

I risultati della pompa ad acqua temporanei sono grandiosi poiché dopo la sessione hai un bel pene sia lungo in flaccidità che in circonferenza ma non durano molto.

Il mio consiglio se vuoi provare con il pompaggio, è comunque partire gradualmente tanto tutto subito non si può ottenere, quindi monitorare il Feedback dell’organismo e procedere per gradi, senza rischiare di dover stare fermo perdere tempo e ricominciare da capo o peggio ancora farsi veramente male.

Se vuoi approfondire le tue conoscenze sugli studi scientifici delle dimensioni normali del pene ti posto questo link : http://www.hawa ii.edu/hivandai … 0Procedures.pdf

Date le varie informazioni forvianti e non chiare che si trovano su internet, del metodo di misurazione del pene, faccio presente di aver contattato il Dott. Natali, chiedendo delucidazioni su come abbiano effettuato le misurazioni, per la lunghezza come si evince dal pdf del link è stata fatta bone pressed all’ osso pubico e per la circonferenza è stata fatta in modo non stirato allo stato flaccido.

Spero di aver contribuito a togliere qualche dubbio come ne avevo io.

Caro Tamadino, oggi primo giorno di estensore, sono alla quarta ora! Dopo due ore l’ho tolto e il glande era un pò gonfio ma niente di preoccupante, riscaldamento e massaggio e l’ho rimesso su, tensione circa 700g perchè comunque sono 6 mesi che faccio stiramenti manuali anche se in modo discontinuo.. (anche jelq). La prima impressione è positiva e sono molto motivato! Spero di non avere problemi di vesciche , dermatiti e funghetti vari che mi impediscano di proseguire… A quel livello di tensione non sento dolore o fastidio.


Starting BPEL 16 EG 12 (maggio 2012)

Today BPEL 16,5 EG 12.5 (novembre 2012)

Ciao e buon lavoro, la motivazione è la cosa principale tieni duro e tanta costanza, vedrai che i risultati arriveranno.

Comunque per eperienza preferico un tiraggio soft, perchè i primi giorni bene ma alla lunga qualche doloretto esce, con un tiraggio duro, anche se è soggettivo, varia anche e dal tipo di posizione e movimenti che fai durante l’allenamento, ma comunque lascia sempre un pò di margine da gestire con le viti, perchè deve essere regolato secondo la posizione che mantieni per più tempo, dato che se parti tirato ad esempio in posizione eretta e per esempio affronti un viaggio in auto, considera che data la posizione che mantieni nell’auto l’estensore va in trazione, che quindi può comprometterti un allenamento di lunga durata.

Per le vesciche a me non sono mai venute, per evitare funghi o infezioni, io lavo il tutto oltre al sapone anche con una soluzione di ipoclorito di sodio al 12/15 % se non riesci a reperirlo puoi usare anche l ’ amuchina, dovrebbe essere efficace ugualmente, che comunque contiene una quantità minima di ipoclorito di sodio, non lo confondere con la varichina che contiene ipoclorito ma non solo quello.

Da test fatti il lattice a contatto con l’ipoclorito non subisce alterazioni quindi vai tranquillo, per la pelle nemmeno in quanto è la soluzione che è utilizzata per l’acqua delle piscine.

Dimenticavo se lavi con ipoclorito poi risciaqqua tutto con il sapone neutro, se no possono formarsi dei piccoli cristalli di sodio che possono prvocare irratazione.

Credo che in realtà dipenda dalla concentrazione di ipoclorito. Una forte concentrazione scioglie la pelle e soprattutto le mucose (come ad esempio il glande).

L’ipoclorito puro al 100% probabilmente può procurare ustioni a tali concentrazioni è utilizzato per la sterilizzazzione dei macchinari per dialisi, al 12/15 % non provoca niente se utilizzato correttamente, eventualmente può smacchiare i capi, io sono anni che ci curo le ferite che si rimarginano più velocemente o per la cura dei foruncoli, o per la pulizia della doccia, per l’igene del dispositivo non ci sono assolutamente problemi.

Interessante l’ipoclorito, dove può essere acquistato?


15/10/12: Bpfl 10,5 - BPEL 15,2 - Msfg 9,5 - Mseg 11,3

Ok, vada per l’amuchina, infatti oggi ero un pò indeciso su come lavarlo, sul manuale dice genericamente di usare detersivo. Alla fine ho usato solo sapone liquido e strofinato col dito sulla membrana dopo averla stesa sulle pareti interne della capsula usando la pompetta.
Per la tensione, si, poi ho aggiunto due barrette da 1/2 cm in modo che il totale fosse 15cm , ovvero configurazione 4+4+6+0.5+0.5. In tal modo sono più o meno a 700 grammi. Stasera però qualche piccolo risentimento c’è. Credo che toglierò mezzo cm . In effetti, come dici te, durante l’uso, con i movimenti e una diversa posizione la tensione cambia, può aumentare o diminuire. Molto più comodo verso l’alto ma da quello che ho capito poco efficace sul legamento sospensorio per cui bisogna tenerlo anche in basso.

Grazie per i consigli!


Starting BPEL 16 EG 12 (maggio 2012)

Today BPEL 16,5 EG 12.5 (novembre 2012)

L’amuchina non si può usare su ferite nè su mucose - si può usarla solo diluita di molto (una soluzione di circa il 2%).

L’ipoclorito di sodio al 12% è certamente pericoloso, visto che la candeggina ha il 5% di ipoclorito di sodio e se ingerita può uccidre (così come l’amuchina).

“Mamma: “Pronto dottore mi sente?”

Medico c.a.v.: “Si signora, mi dica, cosa è successo?”

Mamma: “Io ho un bambino di 18 mesi che probabilmente avrà ingerito una piccola quantità di amuchina, però poi evidentemente, assaggiando e vedendo che il sapore era cattivo l’ha sputato, però io non mi rendo conto di quanto ne abbia ingoiato, non so che fare.”

Medico c.a.v.: “Signora, mi ascolti, l’amuchina praticamente è come la candeggina, cioè ha lo stesso principio attivo, allora se lei pensa che il bambino, considerando che è molto piccolo, abbia potuto bere una certe quantità, deve comunque farlo vedere dal pediatra, meglio se in un pronto soccorso. …”
INGESTIONE DI AMUCHINA | pronto118: “TELEFONATE DI EMERGENZA”

E’ ovvio che non va ingerito in particolar modo per un bambino di 18 mesi, non è un aperitivo ma un disinfettante da usare per l’igene, l’amuchina è indicata anche per il lavaggio della frutta.

Sempre per esperienza personale in ospedale a seguito di un grave incidente mi hanno disinfettato per un lungo periodo la ferita con Amuchina.

Concentrazioni di ipoclorito superiori al 10 % sono classificate corrosive, per esperienza personale e non, posso dire che sulla pelle con soluzioni al 12/15 % non ha provocato danni, a tale concentrazione è estremamente efficace contro la candida, il fungo che si può contrarre facilmente con rapporti sessuali non protetti, io non ho detto ne di ingerirla ne di utilizzarla come detergente per il corpo anche se io la uso a tale concentrazione anche per l’igene del pene.

- L’ipoclorito di sodio, scoperto più di 200 anni fa è ancora il disinfettante più usato con i nomi commerciali di candeggina, varechina, euclorina, amuchina, eccetera.

E’ disponibile sul mercato in concentrazioni che variano tra l’1.5 e il 15%.
Solitamente è presente sul mercato come prodotto commerciale per uso domestico in soluzione dal 3 al 5% di cloro attivo, spesso viscosizzato con detergenti che facilitano la penetrazione della sua soluzione nello sporco e ne prolungano i tempi di contatto.

A causa della bassa concentrazione d’uso per la disinfezione e il basso impatto ambientale, l’ipoclorito di sodio è marcatamente più efficiente se comparato con le più moderne alternative di disinfettanti disponibili sul mercato.

Secondo le norme CEE, il prodotto contenente meno del 5% di ipoclorito non è classificato; tra 5 e 10% deve essere classificato come irritante e, per concentrazioni superiori al 10% deve essere classificato come corrosivo.

L’ipoclorito esplica la sua azione disinfettante come potente ossidante delle molecole biologiche (proteine, acidi nucleici).

Caratteristiche
L’ipoclorito è un disinfettante estremamente efficiente e versatile.
Di seguito vengono riportate le caratteristiche più importanti di questo materiale.

DISINFETTANTI E LORO CARATTERISTICHE

Nelle emergenze non epidemiche

- Facilmente reperibili
- Facili da usare
- Basso impatto ambientale/Bassa tossicità
- Efficaci anche in condizioni di emergenza
- Basso costo
- E’ efficiente contro tutti i tipi di microbi conosciuti inclusi batteri, virus, muffe e spore.
- E’ efficiente anche a basse concentrazioni, questo significa un minore consumo di sostanze chimiche e, di conseguenza un minor carico per l’ambiente.
- Non provoca fenomeni di resistenza nei confronti di virus e batteri perché alcune ore dopo l’applicazione il prodotto è completamente degradato.
- Ha molte applicazioni sia in casa che in luoghi pubblici
- E’ facile da usare ed è facilmente disponibile.
- E’ meno costoso di altri disinfettanti.

C’è un solo bene: il sapere. E un solo male: l’ignoranza.

Vi invito prima di prender parte alle discussioni di esprimere pareri su fatti atti di cui si ha conoscenza.

Messaggio originale di Bartowski

Interessante l’ipoclorito, dove può essere acquistato?

L’amuchina si trova su qualsiasi supermercato, l’ipoclorito se non fanno storie si può reperire anche in farmacia o su negozi che vendono prodotti per il trattamento delle acque delle piscine, si trova anche on line.

Top

All times are GMT. The time now is 01:23 AM.