Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Problema frequente dopo le sessioni

Problema frequente dopo le sessioni

Salve ragazzi, avevo già trattato questo argomento qualche mese fa ma come è facile intuire non sono ancora riuscito a risolvere…

Da quando pratico P.E. mi capita sporadicamente che dopo una sessione di sera, mi sveglio la mattina con il pene che presenta una vena (non è detto che lo sia e in seguito spiegherò perché…) che parte da metà asta e gira appena sotto la corona del glande, che appare gonfia e dura al tatto.
Le prime volte che mi è venuto sono andato dal medico che mi ha detto “tutto fisiologico, ti sei certamente sforzato troppo, un po’ di riposo e puoi tornare ad avere rapporti”.
Specificai che ormai quasi non si vedeva più mentre mi visitava, complice anche al “raggrinzimento” dovuto all’ansia della visita, ma comunque lui non notò nulla di strano.
Da quel momento in poi (2 anni fa circa) il problema si è ripresentato parecchie volte ma nel peggiore dei casi è rimasto per 3-4 giorni.
I primi tempi “curavo” il tutto applicando pomate tipo “hirudoid” o “voltaren” e ho notato che assumere arginina aiutava parecchio, si risolveva ripeto in massimo 3-4 giorni al termine dei quali aspettavo ancora 3-4 giorni prima di riprendere le sessioni.

La cosa che mi ha tranquillizzato è accaduta la settimana scorsa quando come un cretino ho ripreso dopo 7 giorni di stop subito a pieno regime la mia routine di wet/dry jelq + pumping. Ovvimanete dopo 4-5 ore avevo di nuovo questo gonfiore. Preso dal nervosismo mi è venuto in mente di mettere il pene sotto l’acqua ghiacciata e molto calda alternativamente e…nel giro di 4-5 applicazioni, in 3-4 ore era sparito tutto!!!

Ho aspettato un paio di giorni e mi sono messo in testa di riprendere lentamente, quindi ho fatto il primo giorno 5min di dry e 10min di wet a bassa intensità, il secondo giorno 5min di dry e 15 di wet, il terzo come il secondo e il quarto solamente 8 min di pumping a medio-bassa pressione. La sera stessa ho avuto un rapporto con la mia ragazza, il giorno dopo altro rapporto e riposo da routine.
Poi sono stato fermo 3 giorni per motivi lavorativi e ho ripreso ieri con 5min di dry e 10min di jelq. Stamattina di nuovo il gonfiore! :(

Sto di nuovo applicando l’acqua fredda e sta passando velocemente ma inizio a stancarmi!
La cosa non è dolorosa, non mi rendo conto di averla se non mentre lo “reggo” la mattina quando vado in bagno. Addirittura spesso ho avuto rapporti senza accorgermi che mi era venuto!
Ripeto, si tratta alla vista di una vena gonfia e indurita ma a questo punto escludo una trombosi perché non passerebbe con sola acqua fredda!
Potrebbe essere una linfangite, un accumulo di liquidi sul quale mi sono fissato? bah…

Posto una foto trovata su internet che descrive tale “tromboflebite di mondor” che somiglia moltissimo al mio problema ma specifico che a me passa con acqua fredda nel giro di un massimo di 3-4 giorni ma a volte anche il qualche ora…
http://www.andrologiapuglia.it/wp-c…oflebite001.jpg

Cosa mi consigliate? Magari di fare il raffreddamento con acqua fredda invece che calda? Qualcuno ha avuto esperienze simili?

EDIT: Mi sono appena accorto che appare molto simile all’effetto ciambella, con la differenza che al tatto è ben identificabile una sorta di cordoncino più duro, forse mi ha spaventato proprio questo…


Last edited by Powell : 05-30-2014 at .

È una classica tromboflebite, non so aiutarti al riguardo.

Ti consiglio comunque di scrivere in pm a Navarrho. Di problemi con vene di questo tipo, anche più gravi, ne ha avuti parecchi.


Starting November 2013 - BP 18.0 MSEG 14.0

March 2014 - BP 18.3 MSEG 14.5

Foto di Jugg

Perdonami Jugg, non voglio sembrare scortese ma come fai a dirlo per certo? Sei un medico?

Top
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
Vive le clamping sauvageGraalAgrandir le Pénis10605-18-2020 01:10 PM

All times are GMT. The time now is 06:41 PM.