Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Capillari rotti molto estesi

Capillari rotti molto estesi

Ho iniziato PE 2 mesi fa per 4 settimane (poi ho smesso completamente) senza guadagni apparenti, forse anzi sicuramente esagerando con la forza per inesperienza. Mi si è formata un po’ di pelle più molle sotto al glande e sono comparse delle vene arrossate, non puntini ma piccole venuzze che sono ancora persistenti e sono un po’ preoccupato. Lo so sono stato molto stupido nell’eseguire gli esercizi senza accorgermi che erano troppo forti per me starò alla larga dal PE per tutto il 2018 almeno, in futuro vedrò, ora voglio solo guarire al 100% e andare avanti senza dover pensare più al mio pene.
Vi spiego però com’è andata il mese dopo fino ad oggi, mi è successo di tutto.

STORIA (se volete saltate alle 3 domande)
Non ho problemi di erezione ma ho avuto negli ultimi mesi una forma di depressione/tristezza, cali di memoria e calo della libido (ho valori del testosterone bassi), dicevo comunque un mese fa ho preso dopo essere andato da un andrologo su sua prescrizione mezza pastiglia di Cialis (è tipo viagra storia lunga…) e mi sono masturbato, sentivo dei fastidi probabilmente dovuti a indolenzimenti dati dal PE. L’effetto del Cialis l’ho sentito attivo praticamente per una settimana, erezioni più facilitate e pene da moscio sempre un po’ duro, era brutto da sentire così ero preoccupato. Oltre a questo il giorno dopo ho iniziato ad avere problemi oltre a sentire testicoli gonfi e duri e glande dolente (sintomi mai visti per il cialis, quindi sarà colpa del PE che avevo fatto). Dopo 4 giorni ho iniziato ad avere bruciore lungo tutta la zona sottostante al pene e bruciore a tutto lo scroto, sentivo come se il glande fosse sempre in eccessiva trazione come se ci fosse qualcosa, tipo un estensore che lo tirasse anche se era moscio, questo per due settimane di dolore persistente però a volte passava completamente da in piedi. Nel mentre avevo provato una volta a fare il PE 5 strech 5min jelq e 30V-jelq ma ho sentito una scossa lungo tutto il pene quando ho fatto il V-jelq. Mi sono fermato fermato subito, e la situazione di dolore è tornata come una settimana prima, per questo è durata 2 settimane. (Di solito seguivo la routine base, ma avevo letto un’altra routine base su forum inglese che aveva i V-jelq). Vado dall’andrologo e mi dice che non gli era mai capitato di vedere questi effetti dal Cialis e mi dice che non vede niente.

Due settimane fa quando sembrava diminuito o comunque non era più sempre persistente mi sono masturbato. Il giorno dopo il dolore e la sensazione ti tiraggio sono passati ma è comparsa l’impotenza totale. Pene gommoso, testicoli come se fossero pieni di liquido e glande completamente sgonfio anche in completa erezione molto faticosa. Vado nel panico più assoluto. Dopo una settimana vado da 2 diversi andrologi (spendendo un sacco di soldi) che mi dicono che non ho niente e mi mandano a casa senza niente, anche la prostata è ok, l’ultimo quasi mi insulta quando gli chiedo di fare qualche analisi, mi dice che se fosse un farabutto me le farebbe e butterei via migliaia di euro per non scoprire niente, mi dice di vedere uno psicologo-sessuologo e mi manda via. Provate voi a trovarvi con il pene dolorante per due settimane che diventa per 10 giorni gommoso e impotente a 25 anni e non andare nel panico… Comunque lui facendo così mi tranquillizza e io mi godo il weekend. Due giorni dopo (quindi dopo 12 giorni di pene gommoso) sento che inizia a farsi leggermente più sostanzioso il glande, inizio a tranquillizzarmi per davvero e essere fiducioso della ripresa.

Ora sono passati altri 3 giorni la ripresa procede anche se non è ancora ultimata, da moscio non è ancora completamente ok, ma da barzotto e eretto è quasi tornato normale anche se lo percepisco diverso. Inoltre non avverto più bruciori e noto da giorni erezioni mattutine che sono sempre state piuttosto rare per me, forse perché ho conosciuto una ragazza 3 settimane fa che mi ha riacceso l’ormone… Mi sono masturbato stimolando solo il glande e per fortuna oggi ho sentito peggioramenti, poco fa ho fatto lo stesso.

1. Oggi ho notato che quando è barzotto è di 1cm di circonferenza più grande, che viene persa quando va in completa erezione, come se si distendessero i corpi cavernosi in lunghezza. Mi era successo lo stesso quando avevo preso il cialis, ma non ho misurato la circo allora. Con erezioni normali prima lo percepivo più largo da barzotto e che si assottigliava quando tendeva al 100% ma misurando non vedevo praticamente differenze. Succede anche a voi, è un comportamento normale del pene?

2. Oggi ho notato che l’erezione era decisamente troppo forte, forse dato dal fatto di stimolare solo il glande? Il pene che rimane all’insù al 100% dell’erezione e sembrava spingere ancora e rimaneva così senza perdere erezione anche se non stimoltato, esattamente come quando avevo preso il Cialis. Mi devo preoccupare? Può essere che ha aiutato ad aumentare il flusso arterioso stimolando le arterie e ora sono più efficienti? Non la vedo molto positiva come cosa, il pene mi rimane completamente all’insù e non riesco praticamente a piegarlo, è scomodo (potenzialmente ha un angolo di penetrazione ingestibile, sarebbe usabile solo in missionario e basta se rimane duro così)

3. Sull’asta del pene noto dei capillari rossi (non dei punti e basta ma delle diramazioni di venuzze) sotto al glande che si diramano verso la base percorrendo tutta l’asta del pene e c’è ancora la pelle in eccesso, residui del PE di un mese fa. Che fare? Mi dovrei preoccupare? Visto che ho erezioni più forti potrebbero fare qualche danno?

Sinceramente visto che sta andando meglio e non provo dolori vorrei evitare di spendere altri 150/200€ per vedere l’andrologo di nuovo e farmi dire che non ho niente, visto che questo mese ho finito tutto lo stipendio tra visite, medicine ecc… Poi per carità se mi dite che è preoccupante vado a farmi vedere, ora voglio solo stare bene e smetterla di preoccuparmi.

Ciao, faccio prima alcune considerazioni generali, considerando innanzitutto che hai detto di averlo fatto per quattro settimane.

La prima è che del titolo che hai dato a questa discussione non c’è traccia in quello che descrivi. Capillari rotti e molto estesi significherebbe avere segni cutanei simili a lividi importanti.

La seconda è che come normalmente è vero che i guadagni non avvengono in tempi brevi, è altrettanto vero che altre eventuali deformazioni neanche loro avvengono in tempi brevi; ad esempio la crescita della pelle che dici di avere avuto.

La terza è che se tre medici su tre ti hanno detto che secondo loro non c’è nulla di anormale è possibile che sia così.

La quarta è che quando si passano momenti turbolenti nella propria vita, le risposte psicosomatiche posso essere amplifificate in senso negativo, e spesso l’ansia accompagna questi momenti rendendo tutto più.difficile.

Le risposte:

1) Sì, a molti succede, a me ad esempio succede.

2) Se non si tratta di un fenomeno che non si può gestire (come un’erezione che rimane troppo a lungo senza calare, ore o qualcosa di simile) è semplicemente un’erezione importante, cosa che fa pensare contemporaneamente.ad un buon funzionamento dell’apparato vascolare e del sistema di eccitazione.

3) Facendo jelq è normale vedere più in rilievo i vasi presenti, anche piccole arterie superficiali di colore rossastro.

Forse quello che hai fatto è stato spingere un po’ troppo in un momento in cui non eri in condizioni psicofisiche ideali, aspetta un momento migliore e se riproverai segui un approccio estremamente graduale, di modo che le eventuali risposte negative non saranno esagerate e che potrai capire meglio cosa stai facendo.


What is doing PE right? Getting the proper stimulation to recovery ratio. The other critical factor is: if you get vastly improved EQ, your chances of growth are far better! (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Grazie per la risposta e scusa per il titolo errato, pensavo si chiamasse rottura dei capillari questa maggior esposizione e arrossamento delle vene. Se riesco domani posto una foto per essere più chiaro.

Il problema è che i medici non hanno dato nessuna importanza a quello che dicevo, si focalizzavano sul fatto che avevo detto che cercavo qualcosa per ingrandire il pene e ignoravano tutto quello che dicevo sui dolori che sentivo o l’impotenza, probabilmente sembravo agitato anche se mi sentivo tranquillo e hanno subito pensato soltanto a problemi psicologici. Non ho neanche detto del rossore superficiale che ho notato ultimamente essere ancora presente.

Lo terrò monitorato e cercherò di farlo riposare per un’altra settimana intera

Messaggio originale di Bunnybug
…pensavo si chiamasse rottura dei capillari questa maggior esposizione e arrossamento delle vene…

Solo per fare una precisazione su questa frase (arrossamento delle vene non ha molto senso) e sulla risposta che ti ho dato a riguardo, con ‘vasi in rilievo’ intendo dire che facendo jelq è normale che i piccoli vasi presenti in superficie diventino più facilmente visibili ad occhio nudo, sia quelli venosi (più bluastri) che quelli arteriosi (più rossastri). D’altronde il jelq è un esercizio che si basa sullo spostamento di sangue, è normale che abbia un impatto sull’insieme vascolare del pene, anche su quello superficiale.

Per il titolo, ho visto che hai aperto una discussione nel forum anglofono e lì l’hai intitolata ‘Pene danneggiato in modo permanente…’, quindi penso che tu abbia un cattivo rapporto con i titoli, perché come tu sia arrivato a quella conclusione, alla luce di quello che hai scritto qui riguardo le erezioni e alla luce di quello che ti hanno detto tre medici, non si capisce.
Si intuisce però che è piuttosto probabile che la componente ansiogena rivesta un ruolo importante in tutta questa faccenda (cosa comprensibile, non ti sto giudicando).

Per le foto, io ti suggerisco di non farle, perché se sei stato da tre andrologi te lo avranno sicuramente guardato il pene, te lo avranno sicuramente esaminato e avranno fatto lo stesso con i testicoli presumo. Quindi cosa vuoi che possano vedere e capire delle persone qualunque su un forum da una foto rispetto a quanto hanno già visto di persona tre medici?

Secondo me questa faccenda si risolverà al 100% quando ti accorgerai che non stai più pensando a queste cose, perché ti accorgerai che te ne sei dimenticato e che tutto è tornato nella sua normalità.


What is doing PE right? Getting the proper stimulation to recovery ratio. The other critical factor is: if you get vastly improved EQ, your chances of growth are far better! (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Piccolo aggiornamento:

In breve a inizio novembre mi si è presentata impotenza totale con pene molle, gommoso erezioni debolissime. Era fastidioso sentirlo molleggiare tra le gambe come un corpo morto, ero disperato.

Dopo 2 settimane e 2 visite andrologiche (la terza la avevo avuta qualche giorno prima dell’impotenza con il mio primo andrologo quando accusavo bruciori e non mi hanno detto di fare niente) dicevo visite in cui i medici, praticamente senza neanche visitarmi toccando e controllando il pene, ma solo guardando distrattamente il pene e concentrandosi per lo più sui fastidi ai testicoli (ora completamente passati) e quasi senza neanche ascoltare cosa sentivo ma facendo loro domande specifiche sono giunti a concludere che non ho niente ma sono solo problemi psicologici. Un modo per dire non so cos’hai, l’ansia sicuramente ti può fare qualche brutto scherzo, se è invece altro speriamo che ti passi da solo, il pene si rigenera da solo.

Alla terza settimana ho iniziato a notare i primi miglioramenti, un po’ per le rassicurazioni mediche un po’ perché stavo uscendo con una ragazza e le erezioni avevano a essere ripreso a essere vigore e anzi iniziavano a diventare più forti, e molto molto frequenti, ma il pene moscio rimaneva gommoso con glande un po’ meno molle.

Alla 5 settimana, ho avuto frequenti erezioni anche solo sfiorando questa ragazza, e nonostante le mutande più large e i pantaloni normali, con le erezioni prolungate ho avuto dolori ai testicoli (blue balls) da eccitazione eccessiva prolungata e dolore al glande penso per troppa la pressione contro i pantaloni.
Una di quelle sere quando mi faceva male siamo andati a casa a cena ma lei era eccitatissima e mi è saltata addosso e non ho potuto dirle di aspettare che mi faceva male. In pratica ho avuto un rapporto breve 10 minuti (per lei molto soddisfacente) ma per me doloroso, il glande mi faceva parecchio male e non provavo piacere ma solo dolore.
Il giorno dopo però non ho notato peggioramenti, anzi i testicoli svuotati mi ringraziavano. Con il senno di poi avrei comunque evitato…

Alla 6 settimana (oggi), non noto miglioramenti rispetto alla precedente, ho evitato rapporti sessuali e masturbazione, tranne oggi dove ho notato il glande più sgonfio e meno sensibile. Escluderei a questo punto i fattori psicologici o vascolari, perché riesco ad avere erezioni prolungate e un rapporto completo. Mentre quando invece è moscio, è gommoso e meno sensibile, quasi non lo avverto se non lo tocco, mentre quando è in erezione sembra quasi normale, lo sento un po’ diverso e forse meno sensibile ma tendenzialmente sembra che qualcosa sia migliorato per quanto riguarda le erezioni ma non per quando è moscio.

Questo mi fa preoccupare, perché se è un problema meccanico, come un danno ai nervi, un infezione al glande o una fibrosi o una parestesia… Non lo so non sono un medico, ma quando provavo a spiegare ai medici che ho provato il PE per ingrandire il pene si focalizzano sulla causa che ha scatenato il problema (avere il pene piccolo) dicendo che “vedo peni tutti i giorni da 20 anni, lei sta bene non ha un cazzo vada da uno psicosessuologo” io vorrei semplicemente poter intervenire il prima possibile, forse ormai è già un po’ tardi, per cercare di migliorare la situazione con metodi medici e magari farmacologici se necessari e non solo aspettando che passi da sola (anche se ne sarei felice se fosse così).

In breve:
Da moscio il pene risulta gommoso, ma quando lo metto verso l’alto l’asta sembra un po’ dura, il glande invece è un misto, a volte molle a volte un po’ più duro.
Eretto: L’asta è dura, forse più del solito, il glande è più soffice e meno sensibile.
Testicoli: normali, a volte sentivo dei formicolii, blue balls quando troppo eccitato.
Masturbazione quasi assente (circa 1 a settimana) molto leggera e di breve durata.
Erezioni spontanee frequenti a causa della ragazza, mattutine più frequenti del solito
Rapporti sessuali: uno solo con dolore al glande e fastidio ai testicoli a causa di erezioni frequenti e prolungate e blue balls durante la serata. Eviterò settimana prossima per quanto possibile spiegando il problema

Settimana prossima se riesco a prenotare un posto torno dal mio andrologo iniziale, per vedere cosa mi dirà. Spero che almeno lui saprà dirmi qualcosa di più concreto.

Messaggio originale di Bunnybug
Piccolo aggiornamento:

In breve a inizio novembre mi si è presentata impotenza totale con pene molle, gommoso erezioni debolissime. Era fastidioso sentirlo molleggiare tra le gambe come un corpo morto, ero disperato.

Dopo 2 settimane e 2 visite andrologiche (la terza la avevo avuta qualche giorno prima dell’impotenza con il mio primo andrologo quando accusavo bruciori e non mi hanno detto di fare niente) dicevo visite in cui i medici, praticamente senza neanche visitarmi toccando e controllando il pene, ma solo guardando distrattamente il pene e concentrandosi per lo più sui fastidi ai testicoli (ora completamente passati) e quasi senza neanche ascoltare cosa sentivo ma facendo loro domande specifiche sono giunti a concludere che non ho niente ma sono solo problemi psicologici. Un modo per dire non so cos’hai, l’ansia sicuramente ti può fare qualche brutto scherzo, se è invece altro speriamo che ti passi da solo, il pene si rigenera da solo.

Alla terza settimana ho iniziato a notare i primi miglioramenti, un po’ per le rassicurazioni mediche un po’ perché stavo uscendo con una ragazza e le erezioni avevano a essere ripreso a essere vigore e anzi iniziavano a diventare più forti, e molto molto frequenti, ma il pene moscio rimaneva gommoso con glande un po’ meno molle.

Alla 5 settimana, ho avuto frequenti erezioni anche solo sfiorando questa ragazza, e nonostante le mutande più large e i pantaloni normali, con le erezioni prolungate ho avuto dolori ai testicoli (blue balls) da eccitazione eccessiva prolungata e dolore al glande penso per troppa la pressione contro i pantaloni.
Una di quelle sere quando mi faceva male siamo andati a casa a cena ma lei era eccitatissima e mi è saltata addosso e non ho potuto dirle di aspettare che mi faceva male. In pratica ho avuto un rapporto breve 10 minuti (per lei molto soddisfacente) ma per me doloroso, il glande mi faceva parecchio male e non provavo piacere ma solo dolore.
Il giorno dopo però non ho notato peggioramenti, anzi i testicoli svuotati mi ringraziavano. Con il senno di poi avrei comunque evitato…

Alla 6 settimana (oggi), non noto miglioramenti rispetto alla precedente, ho evitato rapporti sessuali e masturbazione, tranne oggi dove ho notato il glande più sgonfio e meno sensibile. Escluderei a questo punto i fattori psicologici o vascolari, perché riesco ad avere erezioni prolungate e un rapporto completo. Mentre quando invece è moscio, è gommoso e meno sensibile, quasi non lo avverto se non lo tocco, mentre quando è in erezione sembra quasi normale, lo sento un po’ diverso e forse meno sensibile ma tendenzialmente sembra che qualcosa sia migliorato per quanto riguarda le erezioni ma non per quando è moscio.

Questo mi fa preoccupare, perché se è un problema meccanico, come un danno ai nervi, un infezione al glande o una fibrosi o una parestesia… Non lo so non sono un medico, ma quando provavo a spiegare ai medici che ho provato il PE per ingrandire il pene si focalizzano sulla causa che ha scatenato il problema (avere il pene piccolo) dicendo che “vedo peni tutti i giorni da 20 anni, lei sta bene non ha un cazzo vada da uno psicosessuologo” io vorrei semplicemente poter intervenire il prima possibile, forse ormai è già un po’ tardi, per cercare di migliorare la situazione con metodi medici e magari farmacologici se necessari e non solo aspettando che passi da sola (anche se ne sarei felice se fosse così).

In breve:
Da moscio il pene risulta gommoso, ma quando lo metto verso l’alto l’asta sembra un po’ dura, il glande invece è un misto, a volte molle a volte un po’ più duro.
Eretto: L’asta è dura, forse più del solito, il glande è più soffice e meno sensibile.
Testicoli: normali, a volte sentivo dei formicolii, blue balls quando troppo eccitato.
Masturbazione quasi assente (circa 1 a settimana) molto leggera e di breve durata.
Erezioni spontanee frequenti a causa della ragazza, mattutine più frequenti del solito
Rapporti sessuali: uno solo con dolore al glande e fastidio ai testicoli a causa di erezioni frequenti e prolungate e blue balls durante la serata. Eviterò settimana prossima per quanto possibile spiegando il problema

Settimana prossima se riesco a prenotare un posto torno dal mio andrologo iniziale, per vedere cosa mi dirà. Spero che almeno lui saprà dirmi qualcosa di più concreto.


Ciao Bunnybugs! Alla fine com’ è andata a finire?
Nonostante io sia un utente piuttosto vecchio mi ritrovo da un mesetto oramai nella tua stessa identica situazione, con erezioni solamente al mattino e pene gommoso e “morto” e sottile per tutto bene il resto della giornata.
Sono andato dall’ urologo e lo stesso mi ha detto che è tutto psicologico e non ci è nessun danno, ma io so benissimo che la cosa non è normale.
Per favore teniamoci aggiornati, che la cosa mi sta mettendo una paura fottuta, e immagino pure a te.
Attendo risposte e buona guarigione!


Start 28/09/15: Bpel 18,5cm EG 13,5(?)

Now: Bpel 20,8cm EG 14.00cm

Goal: BPEL 22cm EG 15cm

Messaggio originale di Ale Jelq
Ciao Bunnybugs! Alla fine com’ è andata a finire?
Nonostante io sia un utente piuttosto vecchio mi ritrovo da un mesetto oramai nella tua stessa identica situazione, con erezioni solamente al mattino e pene gommoso e “morto” e sottile per tutto bene il resto della giornata.
Sono andato dall’ urologo e lo stesso mi ha detto che è tutto psicologico e non ci è nessun danno, ma io so benissimo che la cosa non è normale.
Per favore teniamoci aggiornati, che la cosa mi sta mettendo una paura fottuta, e immagino pure a te.
Attendo risposte e buona guarigione!

Ti ho risposto al messaggio privato ma vedo che non ti sei più connesso. Tu come ti sei infortunato? Che sintomi hai nei dettagli?

Due mesi dopo l’infortunio:

Ho notato di avere fastidi alla giunzione delle gambe con il bacino e anche al pube penso quindi siano i muscoli ischio crurali o comunque quella zona li. Quello che penso è che si tratti di un cedimento muscolare dovuto a eccesso di addominali, altissimo stress, kegel, e testosterone basso per tempi prolungati, ma è stato sicuramente il PE in particolare stretching troppo forte che è stato decisamente la causa che ha dato inizio al tutto.

Comunque da qualche settimana mi sento più rilassato e più tranquillo perché ho “accettato” l’infortunio e non mi sono lasciato completamente abbattere dalla situazione. Però non vedo miglioramenti in vista, sembrava stesse andando meglio 1 mese fa e infatti ero felicissimo e fiducioso che sarebbe tornato normale nel giro di poche settimane.

Nel frattempo ho avuto forse un problema di cuore, con una strana sensazione di peso al petto e pressione alta pensavo ad un infarto. Sento anche delle vibrazioni muscolare al petto, sintomi di stress non di infarto. Anche se mi sentivo rilassato da settimane penso sia sia trattato di stanchezza perchè erano 3 notti che dormivo poco e di tutta l’ansia che ho accumulato nei mesi precedenti. Ancora oggi dopo una settimana avverto dei lievi fastidi ma penso sia dovuto tutto a quello, farò comunque delle analisi del sangue specifiche per la tiroide per sicurezza. Quello che il medico di base pensa è che sia stato un attacco di ansia/panico o una gastrite da stress. Ho anche da mesi frequentemente la cacca più molle, quindi lo stress c’è e magari anche qualche intolleranza alimentare. Staremo a vedere come procede.

In breve quello che in giro nei vari forum è “hard flaccid” o “Overextended flaccid” nel mio caso:
1 pavimento pelvico teso o troppo debole —-> fai esercizi specifici di Yoga e relax
2 ansia: magari non te ne accorgi ma sei ansioso, questo crea tensioni interne e problemi ormonali —-> relax + psicologo
3 ormoni: livelli di testosterone troppo bassi —-> esercizio fisico e integratori, sentire il medico
Questo problema può durare un mese come anche anni, ci sono persone che sono guarite nel giro di pochi mesi dopo anni di problemi perché erano molto in ansia senza accorgersene.

La mia situazione attuale è:
-pene gommoso e flaccido, che a volte diventa più duro flaccido, sensazione di non averlo attaccato, non lo percepisco se non lo tocco.
-rare erezioni mattutine, e erezioni fantasma, se è duro la mattina e non lo tocco non mi accorgo che era duro.
-sensazione che sia staccato dal corpo (fantasma), di non avercelo più. Sia da moscio che da duro
-glande sfonfio e molliccio. In erezione prende un po’ più di consistenza ma è ancora sgonfio.
-erezione un po’ difficoltosa da raggiungere ma duratura per i rapporti, mi è possibile raggiungre il 100% dell’erezione sull’asta ma non il glande che è un po’ sgonfio e ho dolore al glande durante un rapporto e la sensibilità è molto ridotta, con il dolore il piacere è assente.
-se stimolato posso mantenere erezione senza particolari problemi mi sembra, anche se lo percepisco purtroppo strano…
-La stimolazione del glande quando è barzotto è “strana” direi fastidiosa e quasi dolorosa come se facesse fatica e fastidio ad avere un erezione.
-formicolii sporadici a culo, gambe, fondo schiena, palle.
-avevo sensazione di fluidità tra ano e palle quando mi sdraiavo che è peggiorata con gli squat, questo mi ha fatto capire e pensare al pavimento pelvico, per ora è passata.
-fastidio e dolorini nella zona pube, probabilmente ai muscoli ischioqualcosa.
-cambio consistenza pene al cambiare della posizione o dopo essere andato di corpo: diventa più duro da molle.

Esami fatti:
-eco doppler basale: 3 volte nel tempo prima e dopo infortunio, risultano ok i corpi cavernosi
-leggero varicocele
-esami normali del sangue: perfetti
-testosterone: libero e totale bassi

Terapia in corso:
-dormire senza mutande solo pantaloni per evitare stress o erezioni difficoltose
-Esercizi fisici: 1 stretching Yoga la mattina, 2 esercizi specifici per il pavimento pelvico, 3 andare in piscina 2/3 volte a settimana. Da iniziare
-continuo con il relax e cerco di pensare ad altro, valuto uno psicologo se necessario
-integratore Dham per un mese, poi penso inizierò con il Ginkgo Bilboa, magari multicentrum uomo intanto
-crema per lacerazioni da mettere sul glande per una settimana. Da iniziare

Magari può sembrare una situazione vivibile la mia, perché posso avere in qualche modo erezioni al 100% seppur il glande fa capricci, ma vi assicuro che non è così semplice la cosa, purtroppo non sono erezioni normali dato che non sento il pene e ho meno sensibilità. E avendo dolori e fastidi al glande non posso avere dei veri rapporti completi. Ho provato con l’orale ed è andato bene. Il glande era più sgonfio ma con la delicatezza di lei era godibile. L’orgasmo era molto molto debole come piacere di come doveva essere seppur non venissi da ben 2 settimane, ma non come forza negli schizzi, quindi penso che il muscolo PC sia abbastanza in salute.

Non mi aspetto miglioramenti magici ma spero che tra un mese potrò poter dire che noto dei cambiamenti positivi, spero nel glande più gonfio e non dolorante…

Se qualcuno ha qualche consiglio o osservazione è ben accetto.

Sei in cura con farmaci psichiatrici di qualsiasi tipo?


(11/2018 ) NBPEL: 15cm EG:13cm

(02/20) NBPEL: 16cm EG: 13,1cm

Be the best version of yourself!

Messaggio originale di Meduno
Sei in cura con farmaci psichiatrici di qualsiasi tipo?

No, avevo provato su consiglio dell’andrologo ad usare il gel di testosterone e mi è venuto quel problema al cuore. Ho quindi smesso subito il gel. Il fastidio è passato ma si è ripresentato più lieve per una settimana intera. Oggi per esempio non avevo più niente, o forse talmente leggero da non accorgermene. Sicuramente è perché dormivo poco 5/6h e quelle notti avevo dormito 3h.

Magari risulto in ansia per chi legge, lo sono stato in molti post passati e so esattamente come ci si sente, ma ora non lo sono più. Sono finalmente molto lucido mentalmente, non sono più ossessionato dal mio pene. Non me ne frega più niente penso a vacanze, libri, viaggi… Ho finalmente energia per me stesso. Penso che potrei ancora essere in uno stato di ansia, perché sono stato abituato a essere in ansia per lungo periodo e magari uno stato lieve di ansia non lo avverto più come prima.

Non sono mai stato da uno psicologo/psichiatra e non ho mai preso quindi farmaci. Ma se avverto che si ripresenta uno stato anche leggero di ansia dato dal mio pene o da altro ci corro subito questa volta. Col senno di poi mi avrebbe fatto bene un fare un colloquio mesi e mesi fa, ma ormai il danno è fatto e mi ha aiutato a risvegliarmi.

Messaggio originale di Bunnybug
No, avevo provato su consiglio dell’andrologo ad usare il gel di testosterone e mi è venuto quel problema al cuore. Ho quindi smesso subito il gel. Il fastidio è passato ma si è ripresentato più lieve per una settimana intera. Oggi per esempio non avevo più niente, o forse talmente leggero da non accorgermene. Sicuramente è perché dormivo poco 5/6h e quelle notti avevo dormito 3h.

Magari risulto in ansia per chi legge, lo sono stato in molti post passati e so esattamente come ci si sente, ma ora non lo sono più. Sono finalmente molto lucido mentalmente, non sono più ossessionato dal mio pene. Non me ne frega più niente penso a vacanze, libri, viaggi… Ho finalmente energia per me stesso. Penso che potrei ancora essere in uno stato di ansia, perché sono stato abituato a essere in ansia per lungo periodo e magari uno stato lieve di ansia non lo avverto più come prima.

Non sono mai stato da uno psicologo/psichiatra e non ho mai preso quindi farmaci. Ma se avverto che si ripresenta uno stato anche leggero di ansia dato dal mio pene o da altro ci corro subito questa volta. Col senno di poi mi avrebbe fatto bene un fare un colloquio mesi e mesi fa, ma ormai il danno è fatto e mi ha aiutato a risvegliarmi.


La situazione è complessa, questa ossessione verso il pene ti provoca uno stato di ansia che si è tradotto da specifico a generale (DAG) e questo non può che provocarti disturbi a tutta la sfera sessuale. Fare PE in questa condizione è impossibile.
A me sembra che tutti i tuoi disturbi, alcuni peraltro fantasiosi come il gel al testosterone che dici che ti da problemi al cuore, abbiano una matrice psicosomatica data dalla condizione di non accettazione del tuo pene che si è tramutata in ossessione vera e propria.
Vedi tu come procedere, non voglio dare consigli medici ma forse rivolgersi ad uno psichiatra può aiutarti ad abbattere, anche farmacologicamente, l’ansia generalizzata di cui sei vittima, questo ti permetterà di fare serenamente PE e non appena vedrai i primi risultati sarà tutta un’altra cosa.
Spero che tu possa trovare la serenità.


(11/2018 ) NBPEL: 15cm EG:13cm

(02/20) NBPEL: 16cm EG: 13,1cm

Be the best version of yourself!

Messaggio originale di Meduno
La situazione è complessa, questa ossessione verso il pene ti provoca uno stato di ansia che si è tradotto da specifico a generale (DAG) e questo non può che provocarti disturbi a tutta la sfera sessuale. Fare PE in questa condizione è impossibile.
A me sembra che tutti i tuoi disturbi, alcuni peraltro fantasiosi come il gel al testosterone che dici che ti da problemi al cuore, abbiano una matrice psicosomatica data dalla condizione di non accettazione del tuo pene che si è tramutata in ossessione vera e propria.
Vedi tu come procedere, non voglio dare consigli medici ma forse rivolgersi ad uno psichiatra può aiutarti ad abbattere, anche farmacologicamente, l’ansia generalizzata di cui sei vittima, questo ti permetterà di fare serenamente PE e non appena vedrai i primi risultati sarà tutta un’altra cosa.
Spero che tu possa trovare la serenità.

Guarda non ho più intenzione di fare PE te l’assicuro, voglio solo che torni tutti a funzionare come prima e basta. Il gel può provocare pressione alta. E infatti me l’ha causata un giorno. Ho smesso e 4 giorni dopo ancora penso che sarà entrato la stanchezza e lo stress accumulato. Un consulto psicologico lo farò dopo le feste, per adesso mi concentro sul relax, sul fare ginnastica e sull’uscire con i miei amici. Non penso sia solo un problema psicologico avendo tutti questi sintomi fisici e avendo senza problemi erezioni con la ragazza, anche oggi a lavoro ne ho avute un paio senza motivo. Ma sicuramenteandarci mi aiuterà a stare meglio con me stesso e con gli altri. Poi se mi risolve al 100% pure il problema con il pene ancora meglio!

Top
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
Lunghezza pene e tratti somatici / caratteristiche fisicheshort91Pensieri e parole7111-07-2017 11:15 PM
Il Pene Si Ingrossa Masturbandosi Molto?Max20cmEsercizi di base per il pene803-06-2017 01:15 PM
Capillari evidentiKaulEsercizi di base per il pene208-17-2016 11:40 PM
Dimensione e consistenza a riposo molto variabilerobbie2073Pene più lungo e largo1209-06-2012 07:41 PM
Crescita di nuove venature e capillari.silvanomantideEsercizi di base per il pene505-26-2012 05:40 PM

All times are GMT. The time now is 04:54 PM.