Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Dubbi per Jelq oliato

Dubbi per Jelq oliato

Li avevo fatti saltuariamente in passato e ora sto riprendendo con l’intento di maggiore costanza.

E non avendo certezza di averli mai fatti correttamente mi domando… La velocità?

Mi trovo meglio a farli molto lenti, al punto che l’avanzamento della mano è poco percettibile. Fatti così mi creano meno fastidio alla pelle. Inoltre facendoli lenti mi viene meglio preciso il punto di inizio, evitando di stirare lo scroto.
Dato che li faccio lenti sento che ogni tantodevo fare una microfermata, anche solo di dieci secondi… è sconsigliabile o posso fare questo stop&go?

Grazie

Ciao carissimo puoi quantificare in secondi il lento? Qualche stop non è la fine del mondo tranquillo!

Purtroppo oggi la sessione è già fatta e non ho cronometrato, lo scriverò domani dopo aver controllato con l’orologio.


01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (inizio)

01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (attuale)

12-2016: BPEL=195; EG=140/137/145 (obiettivo)

Le più lente che faccio all’inizio possono essere fino 15 secondi, mentre andando avanti accelero più che altro per la stanchezza alle braccia


01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (inizio)

01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (attuale)

12-2016: BPEL=195; EG=140/137/145 (obiettivo)

È tanto di solito si consiglia 3/5 secondi, ascolta mantieni ma pressione nei corpi cavernosi al davanti della presa?

Non son certo di capire la domanda, forse c’é qualche errore nel testo, ad ogni modo provo a risponderti:

Li faccio con l’OK e palmo verso di me, mentre con l’altra mano tengo il pollice sul tendine e le altre dita per allontanare lo scroto.

Cerco di frizionare poco la pelle, quindi impugno la pelle, poi la mando verso il pube, quindi serro l’OK e procedo alla mungitura fino a sfiorare il glande.

Per non stancare troppo le braccia alterno la mungitura verso l’alto (usando spalle e avambracci) e verso il basso (usando tricipiti) in tal caso il palmo lo rivolgo verso il pavimento e uso la seconda mano per aiutare la prima al serraggio (dividendo lo sforzo su due mani, non raddoppiando il serraggio).

Quelle verso l’alto in realtá sono miste di alto e laterale.

Ogni tanto faccio un riposo defaticante mungendo tra medio e anulare verso l’alto, il serraggio é imperfetto ma sento anche in questo caso una discreta resistenza mungente. Il lavoro che ne risulta é molto simile a quell’attrezzo per il jelq che si vede in internet, fatto a pinza con 2 rulli. Tengo il palmo verso di me e le punte delle dita verso l’ombelico, in questa operazione il pene ruota spontaneamente di 90 gradi a dx/sx, sempre verso l’anulare, perché all’inizio della presa le dita non sono ancora rivolte verso l’ombelico.

Ogni tanto stacco proprio qualche secondo per lasciare riprendere la normale circolazione e perché mi viene a mancare forza alle mani.

Per ora non li sto contando, mi baso sul tempo e sto cominciando con 10 minuti al giorno.

Leggendo proprio ora una altra discussione, credo che sto sbagliando a usare la presa KO perché può essere pericolosa a livello dei nervi, per via del fatto che la mano non é un cerchio perfetto. In tal caso allora forse dovrei provare a lavorare pressando tra loro il corpo cavernoso dx contro sx, che é quello che faccio quando uso medio/anulare, basta che inizio impugnando la base con le dita già diritte verso il pube. Per meglio spiegare il movimento: é uguale ad accendere un tosaerba con la corda per l’avvio (un po’ meno brusco peró!!!)

Hai un approccio molto scientifico al P.e mi piace questa cosa! Secondo me fai tutto bene, solo 15 secondi mi sembrano tanti, ma se riesci a mantenere una pressione sufficiente nei corpi cavernosi va bene, lavori molto sulla circonferenza cosi.

Ciao big_bang, io mi considero al momento un seguace dei jelq di qualità, che hanno la caratteristica di essere eseguiti lentamente. Personalmente per me 7-8 secondi per una spremuta è un’esecuzione lenta. Ogni tanto ne faccio una particolarmente lenta, ma ritengo che 7-8 secondi sia una spremuta sufficientemente lenta.

La qualità penso che sia data anche dalla capacità di essere molto presenti rispetto a ciò che si sta facendo, con la mente proiettata nel momento. E credere in ciò che si sta facendo.

Senza esagerare e usando il buon senso, chiaramente.

Io mi trovo molto bene con una presa ad U con il palmo rivolto al pavimento; mi permette di iniziare il più vicino possibile alla base, e mi permette di esercitare pressione principalmente sui lati del pene.

L’importante forse è avere sempre dei feedback positivi, in termini di risultati e di funzionalità.

Solo per condividere.:)

Ok grazie.

Tra poco inizio la sessione odierna.


01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (inizio)

01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (attuale)

12-2016: BPEL=195; EG=140/137/145 (obiettivo)

Ciao a tutti.
Un altro dubbio, dato che sto prendendo miglior confidenza con il jelq ho notato questa cosa che non mi spiego del tutto:

Mentre faccio la mungitura ogni tanto controllo con la mano libera lo stato di rigidezza dei corpi cavernosi per verificare che la spremitura sia efficace e crei “tensione espandente” e non semplicemente “trazione”… E in effetti vedo che basta poco modificando la presa per passare da una consistenza “gommosa” a una “legnosa”. Suppongo che quella giusta sia quella “legnosa”.

Premesso ciò, ogni tanto mi viene naturale tentare una manovra che può essere un uli, ma non ne sono certo… In pratica stringo l’OK e anzichè iniziare a mungere comincio a premere anche le altre dita facendo quindi una “mungitura statica” senza spostare la mano ma solo aggiungendo… Medio… Anulare… Mignolo… E in queste condizioni noto la COSA STRANA: sento una sensazione di pressione maggiore al punto che crea quasi un po’ di dolore, ma se tasto la consistenza dei corpi cavernosi li sento meno duri che non con il classico jelq.

Mi interesserebbe capire che cosa può originare questo dolore/fastidio, dato che non dovrebbe trattarsi di eccessiva pressione. Il fastidio/dolore non ha un punto preciso che sia localizzabile, comprende un po tutto il pene, da dove ho la mano fino al glande.
Può essere che così facendo sto stirando troppo i nervi? (se faccio stiramenti però non sento questa sensazione)
Può essere che così facendo sto strizzando troppo la muscolatura liscia? O che creo delle “sacche” di sovrapressione semplicemente tra un dito e l’altro?

Il tutto avviene con erezione tra il 50 e l’80%

A qualcuno è mai successo?
Grazie!!


01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (inizio)

01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (attuale)

12-2016: BPEL=195; EG=140/137/145 (obiettivo)

Aggiungo: lo so che la conclusione ragionevole è “se ti da fastidio non farlo, d’altra parte sei all’inizio”… E fin qui ok… Ma dato che non lo faccio apposta e mi viene automatico ormai ho notato questa cosa e oltre a tenerla monitorata mi piacerebbe capire ogni reazione del mio “coso”.

Aggiungo anche che: in passato facevo anche un po’ di clamping, discontinuo, ma questa sensazione negativa non l’ho proprio mai avvertita, quindi non la associo proprio a una questione di pressione eccessiva


01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (inizio)

01-2016: BPEL=185; EG=130/127/130 (attuale)

12-2016: BPEL=195; EG=140/137/145 (obiettivo)

Top
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
jelq invertido?NessFitAgrandamiento del Pene para Novatos412-01-2013 11:55 AM
Parere x jelq oliatowolf0473Esercizi di base per il pene207-24-2013 08:29 AM
Routine con jelq alternati....che ne dite?Davor JelqEsercizi di base per il pene403-25-2013 01:26 PM
Power Jelq or Jelq device vs Manual Jelqjay9incherPenis Enlargement Basics112-09-2012 04:54 PM

All times are GMT. The time now is 04:09 AM.