Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Mantenere il glande scoperto

Ciao a tutti. Io ho tenuto il glande scoperto e devo dire che adesso ho perso molta sensibilità rispetto all’inizio. Prima non potevo neanche toccare il glande. Adesso invece riesco a tenere il glande scoperto dentro gli slip senza problemi. Penso sia una buona soluzione perchè mi fa sentire come un circonciso senza essere però operato.

Volevo chiedere solo una cosa. Non riesco a tenerlo scoperto per più di due giorni, e non perchè mi da fastidio sul glande, ma perchè la pelle sotto il glande si gonfia un po’. Poi lo rimetto coperto e dopo qualche ora la pelle ritorna normale. Ho letto che è normale perchè la pelle non è abituata. Qualcuno ha avuto esperienze in merito?

Dimenticavo di dire che io avevo il problema che il glande non si scopriva, ma molto tempo fa riuscii da solo ad allargare la pelle facendo pressione sulla pelle (senza farmi male ovviamente). Fu una gioia vedere il mio glande scoperto. Spero possa essere utile a qualcuno.

Scusate l’ ignoranza, ma cosa serve tenere il glande scoperto se a quanto dicono appena lo ricopri o si bagna con acqua o altri liquidi ritorna sensibile? Io ho provato a tenerlo circa due giorni scoperto ed era diventato molto “secco”, ma appena lo bagnavo ritornava esattamente come prima.

Forse dovrei provare a farlo restare scoperto per più giorni?


Start 28/09/15: Bpel 18,5cm EG 13,5(?)

Now: Bpel 20,8cm EG 14.00cm

Goal: BPEL 22cm EG 15cm

Messaggio originale di Ale Jelq

Scusate l’ ignoranza, ma cosa serve tenere il glande scoperto se a quanto dicono appena lo ricopri o si bagna con acqua o altri liquidi ritorna sensibile? Io ho provato a tenerlo circa due giorni scoperto ed era diventato molto “secco”, ma appena lo bagnavo ritornava esattamente come prima.

Forse dovrei provare a farlo restare scoperto per più giorni?

Ciao Ale Jelq, quando si espone il glande, facendo retrocedere il prepuzio per un tempo prolungato, si creano delle condizioni di stress a cui il glande non era abituato, che sono il suo strofinio sulla biancheria intima e uno squilibrio del film idrolipidico locale, dovuto essenzialmente al fatto che esposto all’aria si asciuga lo strato corneo. Se lo stress indotto persiste si sviluppa un leggero stato infiammatorio quasi impercettibile, ma segna l’inizio di un processo chiamato di metaplasia o adattamento tessutale alle nuove condizioni di stress, in pratica è lo stesso processo che avviene nel periodo pre adolescenziale ma questa volta in forma più marcata perché volutamente lo stimolo è continuo, questo processo poi culmina con la cheratinizzazione dello strato corneo e del suo ispessimento, in pratica la mucosa si riveste di uno strato protettivo di origine proteico contenente cheratina e cisteina.

La metaplasia è sempre un processo reversibile, quindi finito lo stress indotto il tessuto ritorna allo stato precedente!!

Due giorni sono pochi per instaurare la cheratinizzazione, il processo si sarà instaurato quando vedrai il glande lucido e liscio, da questo momento in poi, per non perdere questa caratteristica puoi tenerlo esposto, se tu vuoi, a giorni alterni!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Messaggio originale di Parto da 16

Ciao Ale Jelq, quando si espone il glande, facendo retrocedere il prepuzio per un tempo prolungato, si creano delle condizioni di stress a cui il glande non era abituato, che sono il suo strofinio sulla biancheria intima e uno squilibrio del film idrolipidico locale, dovuto essenzialmente al fatto che esposto all’aria si asciuga lo strato corneo. Se lo stress indotto persiste si sviluppa un leggero stato infiammatorio quasi impercettibile, ma segna l’inizio di un processo chiamato di metaplasia o adattamento tessutale alle nuove condizioni di stress, in pratica è lo stesso processo che avviene nel periodo pre adolescenziale ma questa volta in forma più marcata perché volutamente lo stimolo è continuo, questo processo poi culmina con la cheratinizzazione dello strato corneo e del suo ispessimento, in pratica la mucosa si riveste di uno strato protettivo di origine proteico contenente cheratina e cisteina.

La metaplasia è sempre un processo reversibile, quindi finito lo stress indotto il tessuto ritorna allo stato precedente!!

Due giorni sono pochi per instaurare la cheratinizzazione, il processo si sarà instaurato quando vedrai il glande lucido e liscio, da questo momento in poi, per non perdere questa caratteristica puoi tenerlo esposto, se tu vuoi, a giorni alterni!!

Un saluto.😜

Ciao Partoda16, grazie dei consigli! Mi hai schiarito davvero un sacco di idee!

Ma quindi una volta che sarà avvenuta la cheratizzazione occorre scoprire il pene a giorni alterni per sempre per non perdere la desensibilità, oppure è consigliato scoprirlo solo per chi volesse averlo lucido e liscio?


Start 28/09/15: Bpel 18,5cm EG 13,5(?)

Now: Bpel 20,8cm EG 14.00cm

Goal: BPEL 22cm EG 15cm

Messaggio originale di Ale Jelq

Ciao Partoda16, grazie dei consigli! Mi hai schiarito davvero un sacco di idee!

Ma quindi una volta che sarà avvenuta la cheratizzazione occorre scoprire il pene a giorni alterni per sempre per non perdere la desensibilità, oppure è consigliato scoprirlo solo per chi volesse averlo lucido e liscio?

Ciao Ale Jelq, una volta che si è complementata la cheratinizzazione, (occorrono circa 2 mesi, chi più chi meno, in cui il tessuto può subire anche qualche lieve infiammazione e riparazione), questo processo è reversibile, sarebbe meglio quindi tenerlo per sempre scoperto oppure se tu vuoi anche a giorno alterni, questo per mantenere le caratteristiche acquisite, che sono, strato corneo del glande più spesso e maggiore presenza di cheratina, formando quasi uno scudo sulle terminazioni nervose, riducendo la sensibilità.

La cheratina è una proteina, la stessa che compone i peli, non va via con il lavaggio perché è dentro lo strato corneo, va via solo l’eccesso di sebo!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Messaggio originale di Parto da 16

Ciao Ale Jelq, una volta che si è complementata la cheratinizzazione, (occorrono circa 2 mesi, chi più chi meno, in cui il tessuto può subire anche qualche lieve infiammazione e riparazione), questo processo è reversibile, sarebbe meglio quindi tenerlo per sempre scoperto oppure se tu vuoi anche a giorno alterni, questo per mantenere le caratteristiche acquisite, che sono, strato corneo del glande più spesso e maggiore presenza di cheratina, formando quasi uno scudo sulle terminazioni nervose, riducendo la sensibilità.

La cheratina è una proteina, la stessa che compone i peli, non va via con il lavaggio perché è dentro lo strato corneo, va via solo l’eccesso di sebo!!

Un saluto.😜

Grazie mille della risposta!

A sto punto però penso sia molto più utile farsi circoincidere, perchè non potrei mai tenermi un cerotto a vita sul pene avendo anche rapporti frequenti.

Speravo fosse la soluzione definitiva per diminuire la sensibilità al pene, ma a sto punto penso che mi conviene rivolgermi ad un andrologo e sperare che mi dia una soluzione definitiva (non soffro di ipersensibilità ma sento troppo piacere e faccio fatica a contenere l’ orgasmo e sta cosa la voglio risolvere ad ogni costo).


Start 28/09/15: Bpel 18,5cm EG 13,5(?)

Now: Bpel 20,8cm EG 14.00cm

Goal: BPEL 22cm EG 15cm

Ale, concordo con la tua scelta di andare da un andrologo, è sempre una scelta buona per un controllo generale dell’organo riproduttivo, ma penso non ci sia una soluzione definitiva alla troppa sensibilità del glande, ci sono delle pomate che attenuano la sensibilità, ma non le puoi usare a vita, oppure di munirsi di preservativi molto doppi. Io non abbandonerei definitivamente l’idea della cheratinizzazione, e vorrei dirti che per tenere il prepuzio retratto e dietro alla corona del glande non occorre mettere nessun cerotto, basta semplicemente arrotolarlo su se stesso, per circa 1cm quindi solo la parte iniziale del prepuzio, e spingere poi il tutto dietro la corona, e da quella posizione non si sposterà più, l’unica limitazione a questa manovra è per chi soffre di fimosi anche leggera, non è consigliabile perché creerebbe edema o accumulo di fluidi al prepuzio. Anche un altro utente usava questa manovra con esito positivo, proprio in questo thread.

Un saluto!!😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Parto ho provato a mettere in pratica la soluzione che hai consigliato per tenerlo scoperto! C’ho messo tantissimo tempo per riuscire ad arrotolarlo un minimo, forse sbaglio quacosa? Intanto grazie per aver condiviso questo metodo. :up:


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Troppo difficile da posizionare, se ne scappa sempre!


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Messaggio originale di hope09

Troppo difficile da posizionare, se ne scappa sempre!

Ciao Hope09, forse il tuo prepuzio è molto pronunciato nel verso della larghezza, quindi dovresti arrotolarlo di più, proprio per ridurre la sua circonferenza, spostando poi il tutto dietro il bordo o corona del glande. Su di me basta arrotolarlo per circa 1cm e posizionato dietro al glande non si sposta. Ogni tanto va srotolato per agevolare il defluire dei liquidi, ma col il tempo la pelle si adatta e diminuisce questo inconveniente!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Ci proverò, grazie mille Parto. :up:


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Da 5 mesi sto provando anche io a tenere il Glande scoperto, con buoni risultati, inizialmente speravo che ci stesse da solo, o comunque lo tenevo aperto il più possibile, quando mi ricordavo, ma si richiudeva…
Non ho il frenulo molto corto ma nella notte o col tempo si richiude da solo. Poi su un forum americano ho scoperto una tecnica con il cucchiaio:

Utilizzando il manico di un cucchiaino (meglio se senza fregi/disegnetti/incisioni e senza ziglinature, meglio se molto liscio e piatto) prima sarebbe meglio recarsi vicino ad un lavandino, bagnando sia il cucchiaio che il pene, poi si prende il manico cucchiaio e si fa passare tra la pelle e l’asta, e notiamo che il cucchiaio può andare parecchio affondo, un po’ come si fa con le le camere d’aria delle biciclette, partendo dall’alto, si cerca di ripiegare la pelle su se stessa, “a metà” e così resta in posizione per molto, a volte resiste anche a erezioni! Se lo fate spesso entra nella vostra routine, quando vi lavate i denti poi vi ripiegate la pelle del pene, pulite il cucchiaio e continuate al giornata!

Se non vi sentite comodi o si gonfia un pochino io lo rimetto a posto anche per ore, comunqe per mesi ho fatto cosi, con ottimi risultati tenendolo coperto il 70% del tempo!
(spesa zero ahah e funziona alla grande!)

Difficile le prime volte, e quando il pene è barsotto/duro-come il muro, anzi è impossibile. A volte mi son aiutato con una mezza goccia di olio che uso per masturbarmi: è un Olio di Mandorla (spremuto a secco) che utilizzo per masturbarmi (consiglio! Si trova in erboristeria/supermercati/disconut a 2-3euro la bottiglia da 200ml e dura parecchi mesi!)

Comunque è un poco noioso dopo tanto e stavo cercando altri modi anche per tenerlo 24/7 aperto, poiché la cheratinizzazione è avvenuta ma non del tutto e sento che dovrei tenerlo SEMPRE cosi, non mi da fastidio e mi piace:D

3 sere fa quindi, mi son ingegnato alla art attack , e mi sono ritagliato da delle bustine che utilizzavo per giocare a un gioco di carte collezzionabili (tipo yu-ghi-ho) utilizzando la parte trasparente che mi da senso di meno chimico e più neutro xD un anello, stando attento a farlo bello liscio e non tanto rotondo quanto un tagli netto, liscio (la plastica per quanto anche un po gommosa come questa, può essere molto affilata..

Quindi ho fatto qualche anello diverso (dimensione tipo lumino di ikea interno e base del rotolo di carta igienica esterno per farvi capire) che sta bene sul mio pene e si adagia (non incastra strettissimamente ma ha un po’ di gioco) sotto la scanalatura della cappella, anche provando con le mani a tirare su la pelle si sente come bloccata, è una soluzione ottima! Ho un sacco di queste bustine nuove e un pacco da 100 in ogni fumetteria costa sui 10 euro, nessuno sospetterà nulla ma comprate le migliori

Sono bustine da una parte colorate e da l’altra trasparenti, la marca che ho sono DrandonShield, ma penso anche in catoleria un foglio di plastica si trovi ma non saprei dire che tipo di carta è, mi ci trovo benissimo! Dormo e la mattina è sempre aperto, non mi da fastidio nelle erezioni poiché abbastanza largo o comunque largo il giusto da non stringermi ed essendo trasparente sembra di non esserci!

La mia speranza è che cheratinizzandosi forse e magari di più, adesso che lo tengo 24/7 aperto, una volta completamente pronto, il mio pene rimanga aperto da solo senza ausilio di niente! Son passati anni da l’ultimo post, mi piacerebbe sapere come sta andando la cosa! ^^

E anche se mi mandi una foto della MOLLETTA che hai citato anni fa xD magari sarebbe una valida alternativa per questi inciuci che mi tocca, sennò, fare!

è tipo un gommino da capelli di quelli rotondi, colorati, elastici di dimensione piccola/stretto largo?

O gommino tipo di gomma?

Ciao, io sto usando questo:

https://www.amazon.it/Bad-Kitty-Ane…p_4%3ABad+Kitty

Ho eliminato l’utimo anello quello da 40 mm e aperto quelli più interni, io dopo una settimana non lo sentivo neanche più , lo uso ormai da 2 mesi e mi ci trovo davvero bene. Consiglio (se non da fastidio) di tenere la cresta verso il basso , tenendolo al contrario quando siete al “minimo” tende leggermente a uscire.

E sotto lo slip si vede?


Start: (16-05-2017): 17.50 cm -

Today: 19.00 cm x 14.50 -

Goal: 20.00 cm x 16.00

Top

All times are GMT. The time now is 02:27 PM.