Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Danno Vascolare Al Pene

Se vuoi un consiglio non metterti a cercare su internet che leggerai sempre ciò che non vorresti leggere!

Solo un andrologo può seguirti ed indicarti il giusto percorso di recupero.


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Messaggio originale di Kitsunebi88
Non ho fatto mai uso di steroidi, intendevo dire che mi eccitavo con dei porno durante il pumpung.
Gli esami ormonali m elo ah ftati perhcè diche che il Vacuum può portare disturbi metabolici-ormonali.
Quando alle decongestione del reticolo pelvico-prostatico cosa si può fare - se è quello?
Io comunque ho notato che oltre ad una erezione più morbida e che non mantengo il pene è più
Corto rispetto a prima, sia in stato di riposo che erezione, e soprattuttpo è più “sottile”
Pratciamente un vero e proprio disatro porca miseria!

Messaggio originale di Kitsunebi88
“Disadvantage #1: Thinning of the Penis
Too much friction as well as pressure to the penis can make it thin. The person involved may also experience decreased durations of erections.”
(http://penispumpadvice.com/6-of-the…-penis-pumping/)

guardarsi dei porno durante il pumping non altera i livelli ormonali e se l’urologo ha deciso di dosarli solo sulla base di questo troverà comunque un quadro in ordine, a meno di questioni diverse che non hai riferito.
E’ difficile poi entrare nello specifico e per la verità non riesco a capire come sia stato tecnicamente possibile portare il pene in erezione durante il pumping: è una specie di mostruosità che anche dal punto di vista gestionale e meccanico risulta difficoltosa e in parte pure dolorosa! Se hai usato del sildenafil per indurre l’erezione, ma non lo specifichi e comunque non parrebbe, e hai fatto questa pratica per un periodo di tempo esteso… si può solo ipotizzare che tutti i casini attuali siano in corso come tentativo di riparazione di un sistema genitale provato dagli insulti di questa pratica scellerata.
Ma come cacchio può il vacuumpumping portare a disturbi metabolici-ormonali? Il tuo riportato è pieno di roba ai limiti dell’inverosimile e qui non c’è nulla di chiaro su quello che hai fatto di preciso e sui fattori REALI che possono essere stati alla base della problematica. Una certezza granitica è che il pene non va mai portato in erezione nel PE, e che se hai usato sostanze vasodilatatrici tutti gli scompensi attuali sono ampiamente spiegabili.

Almeno in questa sede dovresti chiedere scusa per certe tue considerazioni, o meglio farneticazioni, basate su tendenziose ricerche in Rete che deporrebbero a favore della tesi del “danno vascolare” di cui sei convinto, ma che non sei stato fin’ora in grado di dimostrare con uno straccio di esame, così come la tua tendenza a screditare in blocco tutto il PE (“RAGAZZI STA ROBA FA MALISSIMO E IO SONO STATO PRESO PEGGIO FRA TUTTI!”): avevi bisogno di darti giusto una limatina alle unghie delle mani, ma anzichè usare la lima hai preferito usare una bella motosega, ti sei poi accorto che nel tentativo di darti la limatina alle unghie con la motosega ti sei sbrancato tutta la mano e un mezzo braccio ed ora la colpa la dai alla motosega? Eh no belin: sei stato tu che hai deciso di fare pumping in modo totalmente scriteriato e fuori da qualunque azione di buonsenso! E a poco vale la tua mezza ammissione di colpa di fronte ai continui tentativi di linkare della merda che dice solo merda del PE! Ma ancora non basta! perchè se tutti quelli che fanno pumping un po troppo vigorosamente si devono automaticamente trovare nelle tue condizioni, allora a quest’ora saremo pieni di gente che si è lesionata l’uccello solo per futili motivi; ma la questione non sta così perchè per procurarsi un danno vascolare e per arrivare ad avere delle problematiche serie a distanza di un mese deve esserci qualcosa di molto peggio di mezzo. Certamente il fare pumping in erezione che ancora non riesco a spiegarmi come sia stato possibile nel tuo caso, perchè mettici pure tutta la porno eccitazione del mondo, è comunque difficile riuscire a tenere l’erezione in piena fase di pompaggio.
Sulle questioni pelvico prostatiche incidono fattori alimentari, comportamentali, eventuale assunzione di farmaci, idratazione, sedentarietà, fumo/alcol per chi ne fa uso: è una questione relativamente complessa. Senza considerare il tuo stato emotivo completamente saltato che ti impedisce di fare valutazioni corrette.
Probabilmente nell’immediato dovrai affrontare 2 questioni: la discoloration, se veramente presente. E il varicocele, se non si riassorbe da solo.
E’ inutile che fai ricerche viziate su internet per dare la colpa di quanto successo alla pratica del PE: la colpa è la tua, il PE se svolto correttamente è una cosa seria. E’ facile prendersela con un’entità astratta, è difficile ammettere le proprie responsabilità quando queste ci sono veramente. Se, come dici tu, “sta roba fa malissimo” noi che stiamo qua siamo tutti complici di un arnese, la pompa, che serve solo a rompere, letteralmente, il cazzo alla gente? o magari sei tu quello che sta sbagliando?!?


Last edited by _nadir_ : 07-05-2018 at .

Io so solo che mi ritrovo con le seguenti problematiche:

1) Un pene più corto sia da normale che eretto.
2) Pene visibilmente più sottile o “schiacciato”.
3) Colorito della pelle del pene “nera”.
4) Erezione molli e che non mantengo.
5) Colorito “viola” intenso dell’intero scroto.
6) Iperemia venosa su pene e testicoli.
7) Eiaculazione molto debole.
8) Glande sgonfio in erezione.
9) Pene e testicoli freddi.

La domanda è: tornerò mai come prima?
Questo è quello che vorrei capire!
O devo rassegnarmi?

Dici poi “allora a quest’ora saremo pieni di gente che si è lesionata l’uccello “
E’ così purtroppo e tanti ho letto su internet con i miei stessi problemi e
Quel che mi proeoccupa e che non sono stati risolti perchè irreparabili!

La colpa è solo di chi me l’ha consigliata e
Fatta usare senza indicazioni precise.

Messaggio originale di Kitsunebi88
Io so solo che mi ritrovo con le seguenti problematiche:

1) Un pene più corto sia da normale che eretto.
2) Pene visibilmente più sottile o “schiacciato”.
3) Colorito della pelle del pene “nera”.
4) Erezione molli e che non mantengo.
5) Colorito “viola” intenso dell’intero scroto.
6) Iperemia venosa su pene e testicoli.
7) Eiaculazione molto debole.
8) Glande sgonfio in erezione.
9) Pene e testicoli freddi.

La domanda è: tornerò mai come prima?
Questo è quello che vorrei capire!
O devo rassegnarmi?

Dici poi “allora a quest’ora saremo pieni di gente che si è lesionata l’uccello “
E’ così purtroppo e tanti ho letto su internet con i miei stessi problemi e
Quel che mi proeoccupa e che non sono stati risolti perchè irreparabili!

La colpa è solo di chi me l’ha consigliata e
Fatta usare senza indicazioni precise.


Ascolta la tua unica opportunità per porre rimedio o comunque per provarci è andare da un buon urologo o andrologo, anche entrambi se lo ritieni necessario.
Scrivendo sul forum non troverai nessuno che ti può dare una risposta perché in primis non siamo medici e poi non possiamo vere il danno reale dal vivo……
Se fossi in te sarei già corso a fare una visita o anche più di una, se non disponi ti tanto denaro per farla vai in ospedale, dove, anche se il servizio è peggiore (solitamente) e i tempi di attesa sono spesso molto lunghi avrai comunque dei chiarimenti.
Spero che tu riesca a risolvere……

Messaggio originale di Kitsunebi88
Io so solo che mi ritrovo con le seguenti problematiche:

1) Un pene più corto sia da normale che eretto.
2) Pene visibilmente più sottile o “schiacciato”.
3) Colorito della pelle del pene “nera”.
4) Erezione molli e che non mantengo.
5) Colorito “viola” intenso dell’intero scroto.
6) Iperemia venosa su pene e testicoli.
7) Eiaculazione molto debole.
8) Glande sgonfio in erezione.
9) Pene e testicoli freddi.

Nessun ragazzo NORMALE, in condizioni NORMALI si è mai procurato un “danno vascolare al pene” nel corretto ambito del PE.
Le tue sciocche invettive tese a screditare l’intero mondo del PE, in questa sede sono inaccettabili: se sei convinto che “STA ROBA FA MALISSIMO” qua dentro, che è un forum di promozione del PE, che cosa ci stai a fare? se io sono ateo non sono mai andato a fare proseliti in chiesa. Se io sono credente non sono mai andato a fare proseliti in un convegno di atei. Ma poi da che pulpito vien la predica? da uno che deve aver fatto delle sessioni estreme di pumping fregandosene di qualunque segnale negativo proveniente dal proprio stesso corpo.. da uno che usava la saliva come lubrificante?!? E poi senza vergogna continui a dire che “La colpa è solo di chi me l’ha consigliata e fatta usare senza indicazioni precise” come se lo stravaso ematico sottutaneo, l’edema e l’iperemia e l’infiammazione spaventosa che necessariamente devi aver notato nelle tue mostruose sessioni appartenessero a tutti fuori che a te?!? E’ OVVIO che al primo comparire di certi sides ci si ferma e si riflette, tu sei andato avanti ad oltranza noncurante di nulla in una assurdissima ed incredibile escalation di sessioni fatte addirittura a pene in erezione per esserti seriamente procurato un danno che a questo punto - a distanza di molto piu di un mese - si presume essere un danno semi-permanente.
Dopo una sessione troppo vigorosa di pumping si può avere al massimo qualche giorno di leggero “tramortimento” del pene, è opportuno applicare un poco di gel d’aloe vera e calendula ma niente di quanto riporti tu.

Oppure stai ingigantendo e distorcendo vari aspetti del problema, infatti a dispetto della tua visione catastrofica l’ultima visita sembrava ridimensionare abbondantemente ogni questione: “Pelle del pene modestamente edematosa con iperemia venosa e vene dilatate Per questo stato della cute si preferisce eseguire doppler semplice e non dinamico dei corpi cavernosi. Ecodoppler del pene Normale morfologia dei corpi cavernosi e della tunica albuginea. Il flusso sistolico a livello delle due arterie dorsali e cavernose è risultato ottimo essendo rispettivamente 32 cm/sec (vn >15cm/sec)”. Se non balle totali come la correlazione, falsissima, tra vacuumpumping ed epistassi nasale… ammenochè non avessi usato 200 mg di viagrone per farti le tue rovinose sessioni che nemmeno definirei di vacuumpumping, ma in questo caso l’epistassi ce l’avresti avuta anche senza vacuumpum.

Per non parlare dei link che ti diverti a postare come se le ragioni dei casinisti che come te si sono scassati la minchia, per davvero o per finta, fossero oro colato! Per prenderne uno che citi, questo http://www.medicitalia.it/consulti/…e_del_pene.html che addirittura come terapia avrebbe preso la yohimbina (che è tossica per la prostata!) e ciliegina sulla torta “3 mesi di cialis 20 mg una volta la settimana” a titolo di cura. Roba fuori di testa che non merita nemmeno un commento.

Messaggio originale di Kitsunebi88

La domanda è: tornerò mai come prima?
Questo è quello che vorrei capire!
O devo rassegnarmi?

Dici poi “allora a quest’ora saremo pieni di gente che si è lesionata l’uccello “

E’ così purtroppo e tanti ho letto su internet con i miei stessi problemi e
Quel che mi proeoccupa e che non sono stati risolti perchè irreparabili!

ma allora stando al tuo discorso gli altrettanti (e numericamente molti di piu) che fanno PE con risultati più o meno apprezzabili, ma senza i sides catastrofici che avrebbero colpito te, sono la dimostrazione della bontà del PE!
Se hai bisogno di alzare dei cartelli pubblicitari negativi contro il PE non usare pretesti come quelli improbabili, e a tratti inverosimili, contenuti nel tuo romanzo degli orrori. Se poi tu ti sei torturato il pene al punto da esserti procurato una lesione grave, non hai fatto PE ma semplicemente una cazzata di cui tu sei l’unico responsabile, non gli altri, e scrivere in un forum che riguarda il PE è totalmente fuoriluogo per il semplice motivo che quello che hai fatto non è ne vacuumpumping ne PE.

Ciao a tutti ragazzi, volevo aggiornarvi sulla mia situazione ormai tragica.

Dopo essere stato dal Dott. Di Genova ho seguito la sua terapia (29 Giugno) che mi ha dato Veronuton e Reparil Gel per 15gg da applicare sulla cute del pene. Entusiato del recupero delle erezioni (a motivo che era più che altro l’ansia di aver fatto dei danni) ho iniziato a masturbarmi (cosa che il mio dottore non mi aveva detto dall’astenermi) ma ho inziato ad avvertire bruciore al pene il 3 Luglio mi ricordo ho avuto una masturbazione piuttosto intensa di circa 30minuti rilevando che andava tutto bene. Il giorno seguente però (4 Luglio) mi sveglio con il pene totalmente intorpidito e totalmente insensibile a spili e ghiaccio e sottile. Quel che è peggio e che più ho continuato a masturbarmi e il pene appariva più piatto, e non più “spesso”, di minore volume e soprattutto di consistenza pugnosa, molle, e non più rigido come prima!

Il mio pene soprattutto ha perso una notevole corposità da flaccido, appare totalmente atrofizzato, corto, mollissimo, sottile e appiattito, decadente a peso morto a terra, di consistanza molto strana come se fosse vuoto al suo interno è solo più che pelle appesa!

Ho spiegato tutto al mio dottore, di tutti i sintomi che presentavo da quel momento e dice che la pomata e la masturbazione non potevano crearmi tutto questo. Ma io il problema ce lho chiaramente il pene è il mio lo conosco da 27 anni e so come è fatto! Il pene è metà di quello che era prima sia in corposità che lunghezza larghezza ed è di una consistenza estremamente molle da flaccido, come se fosse vuoto al suo interno e non sostenuto, si vede solo la pelle! Ha detto che avevo una “parestesia” non spiegandomi nulla nel particolare.

Quel che è peggio è che da allora non ho più avuto erezioni nonostante sto ora assumento 25mg e 50mg di Rabestrom su consiglio del medico! Nessuna erezione nè notturna nè diurna! Ho provato anche 100mg ho raggiunto un mezza erezione ma è rimasto mollissimo e piatto nei corpi cavernosi, assottigliato in modo impressionante. Non è più il mio pene! Ho applicato su consiglio del medico anche Balanil Gel, per la sensibilità, ho dovuto interrompere perchè diventato di un colore viola perdendo unteriore sensibilità. Che cosa mi è successo? Temo che la pomata e la masturbazione insieme ha creato delle lezioni ai nervi o ai corpi cavernosi.

Forse la pomata è andata sul glande, o mi sono masturbato con ancora la pomata sulla cute? Mi è stato detto che la tunica albuginia fa alla pomata da ostacolo ai corpi cavernosi, allora perchè mi è successo tutto questo? A cosa può essere ricondotto? Forse i nervi sono rimasti anestetizzati e la masturbazione li ha lesionati? I sintomi che ho fanno pensare ad una lesione dei nervi o un danno dei corpi cavernosi. Una neuropatia? Questo spiegherebbe tutto anche la ipotrofia del pene dato che i nervi si distribuiscono sul glande, corpi cavenosi (nervi cavernosi) e sulla cute.

Il mio pene sembra morto, totalmente atrofizzato al massimo
Sento una sensazione di distacco totale del pene.

Il Rabestrom tra l’altro mi ha dato gonfiore della gola e respirazione affannosa, e anche malditesta..
No notato inoltre che mi scaldava il pene facendomelo venire di un colore violaceo…

Quello che mi terrorizza ed è spaventoso è che il mio pene sembra come distaccato, come se fosse estraneo, ed ha una consistenza molle assurda, come se i corpi cavernosi al suo intendo siano distrutti o evaporati nel senso che cè solo più che pelle. Non riesco a capacitarmi su cosa mi sia successo e vorrei tanto saperlo..

Ne frattempo ho sentito un dottore di milano emi hanno detto questo…

“Caro *****,
La gestione del suo problema non poteva e non può essere peggiore e non può far altro che produrre danni.
Non sapendo le ragioni della soffione emorragica (quali erano?) non posso sapere se l’applicazione del riparli fosse la soluzione corretta e comunque avrebbe dovuto lasciare a riposo il pene e non masturbarsi fino alla soluzione totale della soffione.
L’essersi continuamente masturbato ha solo incrementato il danno è ciò può ora essere la ragione di tutta la sintomatologia, dall’intorpidimento al deficit erettile.
In tale condizione altro grave errore è stata l’assunzione del vasodilatatore (il rabestrom) che non ha fatto altro che aumentare la sofferenza penitenza delle cui ragioni nulla si sa e nessuno si è minimamente preoccupato di determinare.
Probabilmente i componenti del balanil gel in quella condizione hanno dato una reazione sfavorevole.
Ovviamente un buon andrologo dovrà valutare con cura la situazione ed eventualmente eseguire gli esami necessari.
In ogni caso nel frattempo lasci in pace il suo pene e non faccia assolutamente nulla, non assuma nulla, tenga solo bel pulita con sola acqua corrente tutta l’area…. E si rilassi…. Un congruo periodo di riposo completo potrebbe far autorisolvere la situazione… non posso sapere in quanto…. Forse 15, forse 30 giorni ma potrebbe essere anche di più.
(…) come ben può comprendere non posso fare valutazioni via e-mail per quanto lei abbia riportato diversi aspetti.
E’ evidente che che il suo pene abbia subito ed abbia in corso dei problemi…. Le foto non mentono!
La storia conferma la pessima gestione delle problematiche a partire dalla evidente errata indicazione del vacuum per correggere la curvatura (al massimo andava applicato un extender graduato)… peraltro senza darle indicazioni di merito e di qualità del prodotto… non mi dice che apparecchio ha impiegato… spero non quelli da pornoshop
Scusi, ho capito bene o lei dal Dr. ****** non ci è mai stato e ha fatto tutto online? Se è così, questa si che è una pazzia!
La sequenza dei trattamenti successivi è stata un disastro e non poteva essere differentemente.
Lei è giovane e suppongo in buona salute e quindi sono propenso a pensare che tutto si risolverà spontaneamente, ma anche in tale caso un buon controllo è bene che sia svolto sia in ragione dell’evento di perdita di sangue oro-nasale, sia in ragione del segnalato varicocele e degli eventuali altri aspetti genitali. (…)
(…) quando si vuole risparmiare poi si fanno disastri e lei è solo uno dei tanti che insistono, nonostante io lo dica da anni, a fare da soli…. Poi i costi per riparare i danni (quando è possibile) rischiano di essere molto alti…. Comunque ormai la frittata è stata fatta e bisogna solo cercare di riparare la situazione.
Malissimo ha fatto il Dr. **** a darle le indicazioni solo online e sul se e come agire è meglio che ne parli con un avvocato…. Ci sono credo sei mesi di tempo per il penale (di solito non conviene agire in tale senso) e un anno per il civile che è la via migliore per il ristoro dei danni… ma verifichi le tempistiche con l’avvocato.
Ovviamente lei ci ha messo del suo con le masturbazioni, ma era dovere del Dr. ***** vietarle così come doveva vietare il vacuum da pornoshop e in ogni caso non doveva darle prescrizioni online senza averla mai vista. (…)
Posso solo sperare che il suo corpo rimetta tutto a posto e lei deve fare in modo che ciò accada comportandosi come le ho già suggerito…. Vedremo tra circa un mese come è evoluta la situazione. Non mi pare che possa essersi realizzata una rottura arteriosa: l’ematoma sarebbe stato molto imponente e una eventuale formazione di coaguli avrebbe indotto una condizione di priapismo cos che non mi sembra sia accaduta. Tutto quanto descrive è in fatto una soffusione ematica da rottura di microvasi superficiali (tra cute e albuginea) che ha certamente indotto una forte reazione infiammatoria e ci vorrà un po’ di tempo e pazienza per riportare alla normalità la situazione… anche se potrebbe essere necessario qualche supporto…. Tuttavia come già detto senza valutazioni non posso darle indicazioni terapeutiche.(…)
Il reparyl è un ottimo prodotto ed è sempre abbastanza efficace nel trattamento degli ematomi per l’azione combinata dei suoi principi attivi, tuttavia per la soffusione che lei ha avuto non penso fosse il prodotto meglio indicato per azione abbastanza intensa che produce sui fattori infiammatori e sulla permeabilità vascolare.
Era meglio non applicare nulla e lasciare risolvere spontaneamente la soffusione…. Poi le masturbazioni e i vasodilatatori hanno fatto il resto (ci vuole una testa per prescrivere quei vasodilatatori in quelle condizioni…. Ma tant’è.
L’albuginea è sì una membrana connettivale consistente, ma non è un muro di acciaio e la rete vascolare consente il passaggio di qualunque cosa…. Tanto è che l’applicazione dei farmaci per l’azione locale nei corpi cavernosi la si fa e viene potenziata con lo specifico campo elettrico (conto-foresi locale)… quindi che sia una barriera farmacologica è una solenne stupidaggine. Nel glande la situazione è identica e non ha la maggiore protezione della pelle.
Allo stato è inutile fare ipotesi sul meccanismo di quanto è accaduto e io, come detto, senza valutazioni, non posso neanche darle indicazioni…. Poi ogni possibilità può essere reale o meno… vedremo se verrà a farsi valutare.”

Questo dottore mi dice che chi mi ah dato il vacuum è pazzo e quello di Genova mi ha semplicemente rovinato.

Proverò a non guardarlo più il mio pene, di dimenticarlo totalmente e non tenare di masturbarmi per vedere se migliora. Tuttavia, il tutto non si capisce se si attribuisce alla pomata o alla masturbazione dato che prima non avevo di questo problema. E’ qualcosa che ha colpito i nervi o i corpi cavernosi o qualcosaltro non so la muscolatura liscia? I sintomi che presento, atrofizzazione, flaccidità vuota anomala del pene, intorpidimento, perdità di sensibilità pendente a peso morto cn sensazione di distacco ed è ache più feeddo di quanto non fosse prima… A cosa potrebbero corrispondere? Il fatto che sono così da un mese non è un buon segno…

_nadir_ cosa ne pensi? Grazie.


Last edited by Kitsunebi88 : 08-08-2018 at .

Ma tutte queste cose te le ha dette un medico via mail? Potresti dire il nome cortesemente?


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Ciao hope09, si via e-mail con tutta la documentazione clinica e fotografica (in particolare attuale del mio pene) che se volete posso anche pubblicare: è possibile? Ti dico il nome del Dottore privatamente anche perchè ora prenderò provvedimenti legali come consigliato proprio da lui. Da denunciare sia quello che mi ha dato il Vacuum Device perchè non poteva senza avermi visitato sia quello di Genova. Dice che NON poteva prescrivermi quella pomata e soprattutto il Rabestrom nelle mie condizioni. Che mi ha fatto un DISASTRO! Assurdo, ti affidi ad uno che dovrebbe essere un “luminare” che ti aiuta a guarire e porca puttana ti rovina ancora di più! Quì viene la voglia di ammazzarli… Scusatemi ragazzi ma quando è troppo è troppo.. Io voglio vedere se adesso rimango così che cazzo faccio… Di certo al denuncia non mi restituirà il mio pene.. Che situazione di merda… Speriamo possa migliorare…


Last edited by Kitsunebi88 : 08-08-2018 at .

Tutta sta storia è molto strana poichè io mi sono sempre masturbato e non avevo problemi! E’ proprio da quando ho iniziato quella pomata che sono sorti questi problemi e forse la masturbazione in concomitanza ha peggiorato le cose… Quella pomata, Reparil Gel ho letto che…

“Questo farmaco per la cura di dolori articolari si caratterizza per essere un gel alcolico che presenta al suo interno tre principi attivi. Si tratta dell’escina, dell’eparina e del dietilamina salicilato. Questi tre principi attivi sono in grado di concorrere in maniera differente all’azione benefica complessiva. Tale medicinale ha essenzialmente un’efficacia antiflogistica, risolvente e che rende più semplice il riassorbimento degli ematomi. L’ESCINA SI PUÒ CONSIDERARE UN ANTI-INFIAMMATORIO DALL’EFFETTO PARTICOLARMENTE INTENSO. INFATTI, È IN GRADO DI ABBASSARE NOTEVOLMENTE LA PERMEABILITÀ VASALE, PORTANDO SUCCESSIVAMENTE AD UN EFFETTO DETUMEFACENTE. ” (https://www.inran.it/reparil-gel/26785/)

Potrebbe avermi distrutto il pene e quind i corpi cavernosi…!
Oppure danneggiandomi il sistema vasale…

Io ho scritto al dottore di Milano…

“Mettiamo caso che ho ho una fortissima infiammazzione del pene, ho letto che la Reparil Gel..
Può essere che mi abbia detumefatto i corpi cavernosi essendo magari infiammati? Mi è stato detto che la pomata non raggiunge i corpi cavernosi, che fa da ostacolo la tunica albuginea, ma è vero? E se questa fosse andata accidentalmente sul glande?”

Ecco la email della sua risposta…

Caro *****,
Il reparyl è un ottimo prodotto ed è sempre abbastanza efficace nel trattamento degli ematomi per l’azione combinata dei suoi principi attivi, tuttavia per la soffusione che lei ha avuto non penso fosse il prodotto meglio indicato per azione abbastanza intensa che produce sui fattori infiammatori e sulla permeabilità vascolare.
Era meglio non applicare nulla e lasciare risolvere spontaneamente la soffusione…. Poi le masturbazioni e i vasodilatatori hanno fatto il resto (ci vuole una testa per prescrivere quei vasodilatatori in quelle condizioni…. Ma tant’è.
L’albuginea è sì una membrana connettivale consistente, ma non è un muro di acciaio e la rete vascolare consente il passaggio di qualunque cosa…. Tanto è che l’applicazione dei farmaci per l’azione locale nei corpi cavernosi la si fa e viene potenziata con lo specifico campo elettrico (conto-foresi locale)… quindi che sia una barriera farmacologica è una solenne stupidaggine. Nel glande la situazione è identica e non ha la maggiore protezione della pelle.
Allo stato è inutile fare ipotesi sul meccanismo di quanto è accaduto e io, come detto, senza valutazioni, non posso neanche darle indicazioni…. Poi ogni possibilità può essere reale o meno… vedremo se verrà a farsi valutare.”….

Quindi è stata quella? Io sto uscendo matto…
Aspetto un opinione di _nadir_

Non mi è arrivato l’mp, cortesemente potresti dirmi il nome del medico via mp? Grazie.


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Allora io direi che le epistassi che hai avuto sono dovute a squilibrio pressorio, il corpo attiva la spinta per mandare il sangue al pene ma il pene non risponde dilatandosi poiche` traumatizzato, quindi hai avuto l’epistassi come riflusso , devi abituare il corpo integralmente e lievemente all`espansione dell`enlargement e` un discorso olistico, e poi non pensare di poter aggiungere facilmente piu` del 10% della misura di partenza , io ti consiglio attivita` aerobica,anaerobica, arginina, vitamine, creme emollienti buone per il pene e quando sarai guarito ,a tua discrezione, di usare gradualmente pompa d`acqua a temperatura controllata mediante miscelazione esatta di acqua bollente e fredda per ottenere sempre le stesse condizioni di comfort, 5 minuti e fai affluire il sangue al pene, se esso si ritira e non si gonfia sentirai arrivare la botta di sangue “in testa ” ,senno` si gonfiera` sempre un po` di piu`e imparerai a tenere l`erezione facendo forza su addominali pelvi e glutei, questo e` il mio punto di vista..

In attesa di ricevere il nome del medico che ti ha scritto tutte quelle cose via email, ti chiedo la cortesia di pubblicare le foto che hai mandato allo stesso medico, nell’apposita sezione del forum (foto personali).

Sennò parliamo del nulla.


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Non trovo e non so come mettere le foto… Un aiuto?

Ti ho scritto le istruzioni via mp ;)


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Top

All times are GMT. The time now is 10:46 PM.