Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Danno Vascolare Al Pene

123

Danno Vascolare Al Pene

Ciao a tutti. Vi scrivo perchè vorrei dare la mia esperienza sulle pompe del pene.

Ho 27 anni e credo di aver fatto dei seri danni al mio pene. Ho usato una pompa a vuoto per quasi due mesi. Inzialmente avevo erezioni veramente durissime e forse mi sono fatto prendere la mano per i risultati ottenuti nel senso che ho pompato forse troppo, arrivavo proprio al massimo dove sopportavo cioè dove il pene si estendeva e lo usavo 10 minuti due volte al giorno. Da quando ho smesso è passato circa un mese. La pelle del mio pene è rimasta molto scura, secca, non ho più sensibilità e si assottigliata e con le vene ingrossate e diventate di colore viola anche sui testicoli come se fossero state trombizzate. Quel che è peggio è che non mantengo più l’erezione. Solitamente di notte o mattina ero sempre in massima erezione, anche per diverso tempo, adesso non più. Non ho più erezioni spontanee e se tento di averle manualmente non le mantengo più nel girpo di qualche secondo, specialmente in alcune posizioni come ad esempio in piedi. Non è tutto, negli ultimi giorni il pene ha perso notevole sensibilità e il pene e in particolare i testicoli sono completamente freddi ghiaccio, e noto che solo da seduto tendono a riscaldardi mentre da sdraiato o impiedi è tutto completamente freddo, ma ghiacciato proprio anche le gambe sono fredde e non lo sono mai state. E’ davvero preoccupante sta situazione!

La scorsa settimana per quattro giorni mi usciva sangue da bocca e naso inspiegabilmente. Il sangue non si è capito da dove sia uscito, ma in ogni caso si è fermato. Io pensavo fosse un embolia causato dal Vacuum. Mi sono recato al pronto soccorso…

“RIFERITI EPISODI DI EPISTASSI-ESITI DI TRAUMATISMO PENIENO CON VACUUM DEVICE (STRAVASO EMATICO SOTTO CUTANEO)

TERAPIA PROVVEDIMENTI:
SI CONSIGLIA L’ESECUZIONE DI VISITA OR E UROLOGIA”

Ho fatto la visita dall’Otorino e non mi ha trovato nulla nessun capillare rotto nel naso e faringe, il che fa pensare che quel sangue sia dovuto davvero al Vaccum.
Il pronto soccorso infatti ha scritto “EPISTASSI-ESITI DI TRAUMATISMO PENIENO”

Dopodichè ho fatto la visita dall’urolgo:

“Anamnesi: TRAUMA GENITALE DA VACUUM

Esame Obiettivo: POSSIBILI ESITI DI UNA ASPIRAZIONE TROPPO NEGATIVA CON IL VACUUM. NON HA NESSUNA PLACCA E NON EVIDENZA DI RECURVATUM ( ALMENO IN ASSENZA DI EREZIONE). Terapia consigliata: AL MOMENTO NON SAPREI PRESCRIVERE UNA TERAPIA SPECIFICA PER IL CASO IN QUESTIONE , PER QUANTO ATTIENE AL COLORITO DEL PENE ( SI E’ SCURITO SUPERFICIALMENTE COME PER UN ESITO DI SOFFUSIONE EMORRAGICA SUPERFICIALE ) NON SAPREI SE ATTENDERE QUALCHE TEMPO PER UNA RESTITUZIO NATURALE O USARE DEI TOPICI , MA AVENDO IL PAZIENTE GIA’ AVUTO UNA PESSIMA ESPERIENZA CON TERAPIE LOCALI , NON FAREI NIENTE. PER LA DISFUNZIONE ERETTILE , SUBENTRATA , E’ EVIDENTE UNA NOTEVOLE COMPONENTE PSICOGENA ( IL PAZIENTE APPARE MOLTO PREOCCUPATO ), POTREBBE INIZIARE UNA TERAPIA “RIABILITATIVA ” CON DEI BASSI DOSAGGI DI DI SILER ( AD ES. : 25 MG DA SCIOGLIERE IN BOCCA OGNI 2 — 3 GG. PER 2 MESI). )

Altre Indicazioni: RIVALUTEREI LA SITUAZIONE LOCALE DOPO L’ESTATE PER QUANTO ATTIENE AD ESAMI DIAGNOSTICI , PER VALUTARE UN EVENTUALE “DANNO VASCOLARE” ALLA OBBIETTIVITA’ , AL MOMENTO , NON PRESENTE , RICORDO CHE SONO, COMUNQUE , ESAMI INVASIVI , CHE POSSONO , ANCHE , AVERE ULTERIORI EFFETTI COLLATERALI”

(STAMPATELLO NON MIO MA DEL DOCUMENTO) CHE SE MI E’ PERMESSO LO ALLEGO.

Io non sono convinto di questa diagnosi. Per la pelle scura non mi ha dato niente nemmeno una pomata e il pene è nero. E’ da inizio maggio che non si è minimamente riassorbito. E per quanto riguarda l’erezione non le mantenevo e mancano proprio da fine trattamento del Vacuum e non ero per niente ansioso. Semmai sono diventato ansioso proprio perché non le avevo più da ormai un mese e mi sono spaventato cosa strana per me dato che le avevo giorno e notte. All’improvviso non vedo piu erezioni e la cosa non è di certo psicologica ma fisica. Affrettata la conclusione.

Io comunque continuo a non avere più erezioni spontanee di notte e mattina da giorni e giorni, proprio zero e manualmente non le mantengo più. Il pene e testicoli sono totalmente freddi, come se la circolazione fosse stata compromessa. Il danno vascolare fino a prova contraria non mi è stato escluso, perchè non mi è stato fatto NESSUN un esame obbiettivo (mi ha solo toccato e guardato cosa che riesco a fare anche da solo), non solo, non avevano la macchina (Ecocolordopler) nemmeno in provincia e dice che è invasivo e può fare altri danni. Io vorrei capire perché non ho più erezioni da quanto ho smesso il Vacuum e da fine maggio presento il pene totalmente freddo cosa non normale dato che fa anche molto caldo. Non è un problema psicologico ma fisico. Magari è solo temporaneo? Però cavolo è passato un mese! Possibile che non miglioro per niente la situazione? Io ho paura che ho fatto dei gravi danni e che ora rischio una protesi al pene…

Non capisco perchè continuo ad avere il pene e anche i testicoli (ma anche le gambe) completamente ghiacciati, e non può essere l’adrenalina perchè ho sperimentato che se sono seduto qualche minuto e si scaldano (le gambe no però), mentre da sdraiato o impiedi il tutto diventa gelato in un modo assurdo e di notte io sono un ghiacciolo e considerando che siamo in estate e fa molto caldo e mi sto anche allenando è piuttosto strano per non dire anomalo. Non è normale! Sta situazione mi sta facendo sclerare e impazzire sul serio. E’ ovvio che quel vacuum mi ha portato dei problemi al livello sanguigno io ne sono convinto e ormai la speranza mi ha abbandonato del tutto. Io non sono un dottore ma vedo le vene sui testicoli che sembrano come “ischemizzate” e sono di colore viola. Ecco perché sono freddi, non passa più il sangue? Lo stesso sul pene, ho le vene viola (dove prima non erano) e a tratti sono “vuote” si vede chiaramente che non passa il sangue dentro alle vene in alcuni punti. Avevo un bel pene e me lo sono rovinato! Io sono spacciato !!!!!!! Ormai la speranza mi ha abbandonato del tutto e mi sa che io sono fottuto davvero.

Facendo poi delle ricerche su https://www.pegym.com/forums/penile-anomalies-injuries/ ho letto storie ORRIBILI in centinaia di persone hanno avuto danni permanenti da pompe a vuoto ai nervi ai vasi sanguigni e anche ai corpi cavernosi, da estensori e anche da eserciizi di stretching. Un ragazzo si è messo una protesi, e un altro di 23 anni si è addirittura suicidato!

RAGAZZI STA ROBA FA MALISSIMO E IO SONO STATO PRESO PEGGIO FRA TUTTI!

Domani avrò modo di farmi vedere da un esperto urologo a Genova.

Se avete qualche consiglio-parere o osperienza similie scrivetemi
VI FARO SAPERE IO SONO SPAVENTATO A MORTE


Last edited by Kitsunebi88 : 06-24-2018 at .

Ecco bravissimo, è quello che ti stavo per consigliare: un bravissimo urologo!

Bisogna capire se ci sono conseguenze fisiche, ed in tal caso, cosa fare per risolverle. I problemi di erezione possono anche essere dovuti all’ansia, ed è naturale, nel senso: come fai ad eccitarti vedendoti in quello stato? Chiunque sarebbe preoccupato, di conseguenza non hai la mente libera e non puoi avere un’erezione duratura.

Quindi, per prima cosa bisogna capire se non ci sono danni fisici. A quel punto, lo stesso urologo, ti potrebbe prescrivere qualche farmaco per la disfunzione da usare in questo periodo di forte stress, per riacquistare fiducia. E da li poi ti riprenderesti. Però ripeto, parliamo del nulla. Facci sapere cosa ti dirà l’urologo domani.

Per il resto non darti colpe, purtroppo capita di strafare, e talvolta si arriva a questi infortuni. Adesso cerchiamo di capire come uscirne. Io ti sono vicino, ed immagino anche gli altri utenti che risponderanno dopo di me.

Credo che l’urologo lo farà sicuramente, ma qualora non lo faccia, chiedigli un’ecocolordoppler penieno, che in pratica è un’analisi dei vasi sanguigni del pene.

Vorrei dirti di più, ma non sono un urologo purtroppo. Dai che domani avrai buone notizie, me lo sento! :)


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Ti ringrazio hope09, grazie davvero mi sei di conforto!

Vi farò sapere… E che gli Dei me la mandino buona!

Ciao Kitsunebi,

mi spiace molto per ciò che ti è successo..

Condivido ciò che dice Hope e ti auguro al più presto di rimetterti in forma ;)

Facci sapere come va la visita!


Start [2013]:16BPx12.5MEG || Start APR [2016]:16.5x13.1 || Today:19x14.3cm (7.5x5.7in)

OB1:18x13 || OB2:19x14 || OB3[2022]:20x14.5 || OB4[2023]:21.5x15

Diario e foto || Tabella routine ciclica APR

Mentre ti auguro la migliore soluzione ai problemi che stai affrontando, colgo l’occasione per mettere in risalto un aspetto che è presente nella descrizione del tuo problema e che è presente in alcune discussioni che fungono da punti di riferimento: la discolorazione rientra negli indicatori fisiologici negativi. E bisognerebbe aggiungere che questo è maggiormente vero tanto più la discolorazione avviene rapidamente.

Cioè, se facendo una qualunque forma di PE per un periodo di tempo ristretto come quello da te indicato si nota un cambiamento importante del colore che si ha per natura, bisogna capire che è un campanello di allarme.

Mi rifaccio alla tua esperienza per ricordare questo concetto, perché nell’esperienza che hai descritto è evidente.

Come ti è già stato detto, la mente, il rivolgere e il concentrare il pensiero in una direzione o in un’altra, possono rallentare o accelerare dei processi, fermo restando che innanzitutto ci vuole un parere medico il più possibile chiaro.


What is doing PE right? Getting the proper stimulation to recovery ratio. The other critical factor is: if you get vastly improved EQ, your chances of growth are far better! (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

In bocca al lupo per la guarigione!! Rimettiti!!


START 21/06/18 BPEL 15,5cm NBP 13cm EG 14cm

GOAL 1st Y: BPEL 18cm NBP 15,5cm EG 14,5cm

Messaggio originale di Kitsunebi88

RAGAZZI STA ROBA FA MALISSIMO E IO SONO STATO PRESO PEGGIO FRA TUTTI!

mi perdonerai l’ignoranza in materia ma il tuo riportato evidenzia quantomeno alcune macroscopiche stranezze: dici che hai smesso di fare vacuumpumping da 1 mese, ok, ma solo “negli ultimi giorni ” “il pene ha perso notevole sensibilità e il pene e in particolare i testicoli sono completamente freddi ghiaccio, e noto che solo da seduto tendono a riscaldardi mentre da sdraiato o impiedi è tutto completamente freddo, ma ghiacciato proprio anche le gambe sono fredde e non lo sono mai state”.

Cioè in pratica per sviluppare tutto questo angosciante disordine organico il tuo corpo ha impiegato 1 mese? ma poi com’è possibile che inzialmente avevi “erezioni veramente durissime” dal momento che SEMPRE il vacuumpumping crea congestione e infiammazione pelvica che penalizza l’erezione? Voglio dire: è normale sperimentare erezioni fragili dopo sessioni di vacuumpumping, altro che “erezioni veramente durissime”, specialmente dopo quelle che dovrebbero essere state, a detta tua, sessioni probabilmente estreme. Specialmente in considerazione del fatto che danni così gravi sarebbero stati provocati da sessioni di soli “10 minuti due volte al giorno”. Ma com’è mai possibile un danneggiamento vascolare per sessioni così temporalmente ridotte, oppure ci hai tirato fino all’inverosimile senza alcun ritegno … ma anche in questo caso avresti dovuto avere un dolore pazzesco e uno stravaso di liquidi che ti avrebbe reso il pene non solo inguardabile ma pure impossibile da usare il giorno dopo. E poi a buonsenso nessuno si rimetterebbe in gioco il giorno dopo con un pene totalmente infiammato ed edematoso.

Più di un conto non mi torna nel tuo riportato, sulla cui buonafede non ho motivo di dubitare, ma forse sei un preda al panico. E forse stai ingigantendo a dismisura qualche aspetto? E poi l’associazione tra epistassi e vacuumpumping messa così sembra una barzelletta: volendo procedere per estremi si potrebbe ipotizzare, in senso decisamente ardito, che se ti prendi 10 pillole di viagra al giorno, se crei una vasodilatazione estrema, ripetuta, rovinosa al punto da lesionarti i vasi sanguigni di tutto il corpo … beh allora forse un qualche collegamento vago tra l’epistassi nasale e il vacuumpumping lo si potrebbe anche tracciare

Il referto urologico esclude malattia di Peyronie: “NON HA NESSUNA PLACCA E NON EVIDENZA DI RECURVATUM” ma in merito ad un potenziale danno vascolare, il medico al momento non ritiene di dover procedere con un doppler dinamico. Stante la “NOTEVOLE COMPONENTE PSICOGENA “.

Personalmente non sono d’accordo nel trattare la situazione con vasodilatatori. Riguardo la discoloration occorre valutarne la reale entità: il pene “nero” significa che è NERO. E’ veramente “nero”? Non mi piace insinuare troppi personalismi nelle mie risposte ma ti dico solo la mia esperienza: faccio vacuumpumping dal 2007, notando dopo 5-6 anni che alcune zone erano soggette ad un certo grado di inscurimento che solo recentemente ho trattato con successo. Ma mai ho avuto il “pene nero”. Comunque sia questa faccenda che quella dell’erezione deve essere valutata con la necessaria serenita: non casca il mondo per i sides dell vacuumpumping e soprattutto è oggettivamente sbagliato dire che “sta roba da malissimo”. Allora posso saltar su io io a dire “che sta roba fa benissimo” per via dei guadagni che ho ricevuto nel PE? non si possono fare considerazioni riduzionistiche e fuorvianti.

Il tuo problema forse è insorto per imperizia, forse hai ingigantito e distorto alcuni aspetti, è comunque difficile darti consigli specifici. Non ci credo assolutamente che prima di fare vacuumpumping erano rose e fiori, e adesso hai la vita rovinata. Forse la questione non sta nei termini che hai posto, oppure se hai la vita rovinata non è causa del vacuumpumping.

Per procurarsi un “danno vascolare” col vacuumpumping nel breve arco di tempo da te menzionato, una persona normale in condizioni normali dovrebbe necessariamente, reiteratamente e sconsideratamente fare cose dolorosissime.
E come mai, nella visita di pronto soccorso, se veramente c’era il sospetto di un “danno vascolare” non si è proceduto con esami specifici e ulteriori? Se non avevano la macchina perchè comunque non hanno scritto che si consigliava ugualmente l’esecuzione di una diagnosi mirata?
Mi sembra tutto molto strano e poco chiaro.

E poi la ricerca di “cose orribili” qua e la in Rete per vedere solo che “centinaia di persone hanno avuto danni permanenti da pompe a vuoto ai nervi ai vasi sanguigni e anche ai corpi cavernosi, da estensori e anche da eserciizi di stretching. Un ragazzo si è messo una protesi, e un altro di 23 anni si è addirittura suicidato!” sà di stereotipato e antiscientifico. In base a quel metodo potresti trovarne altrettanti soddisfatti del PE… e allora con questi metodi dovrebbe essere decretata la bontà o meno del PE in generale? Suvvia…

Sono dispiaciuto per la tua esperienza e spero che troverai presto soluzioni, detto questo non posso esimermi dal valutare estremamente “colorito” il tuo racconto, a tratti inverosimile. Il PE se praticato con buonsenso non lascia spazio a “cose orribili”, tutto qua.

Eccomi. Scusate se rispondo adesso.

Ribadisco _nadir_ che inizialmente avevo davvero erezioni durissime, soprattutto in quelle spontanee notturne tanto che addirittura mi facevano male! Si vede che la cosa è soggettiva, nonostante ciò ho ottenuto poi l’effetto contrario. Della “congestione e infiammazione pelvica” ti giuro non ne sapevo niente. L’ho usato sempre 10 minuti, due volte al giorno da pene flaccido fino a completa erezione, ovvero fino a dove “pompavo” cioè al massimo dove sopportavo il dolore! Il pene mi si estendeva da 17cm (18.5cm misurando sulla curva) fino a 20cm, e mi si ingrossava molto. L’ho usato male ovviamente me ne rendo conto solo adesso ma non mi sono state date istruzioni e ho fatto un po di testa mia, gravissimo sbaglio lo so. Lo stravaso di liquidi lo avevo spesso, sotto il glande, ma si riassorbiva nel giro di un giorno il dolore non ne ho avuto granchè, però mi bruciava la pelle e brucia ancora adesso! Praticamente ho sempre lubrificato il pene, ma dato che non avevo poi più lubrificante usavo la saliva o comunque lo bagnavo, altro sbaglio. La mia pelle è rimasta nera sul serio, molto danneggiata con le vene dilatate.

Ho fatto ieri la visita dall’urolgo specialista a Genova (dovevo farla Lunedì ma è stata spostata) e questo è quanto ha scritto:

“Assenza di erezioni notturne e difficoltà di mantenimento di quelle diurne dopo aver utilizzato vacum device,

Esame obiettivo: testicolo di normale consistenza con varicocele bilaterale a livello di entrambi i funicoli spermatici. Pelle del pene modestamente edematosa con iperemia venosa e vene dilatate Per questo stato della cute si preferisce eseguire doppler semplice e non dinamico dei corpi cavernosi. Ecodoppler del pene Normale morfologia dei corpi cavernosi e della tunica albuginea. Il flusso sistolico a livello delle due arterie dorsali e cavernose è risultato ottimo essendo rispettivamente 32 cm/sec (vn >15cm/sec)

Conclusioni cliniche diagnostiche: Incurvamento congeito del pene e esiti di vacum device (utilizzato per quasi due mesi, 10 minuti, due volte al giorno)

Si Consiglia : Dosaggio dei seguenti ormoni:
LH, FSH, Prolattina, Testosterone libero,17 beta estradiolo.

- Venoruton 1 cps ore 8 - 14 - 20 Una confezione -
Reparil gel 1 applicazione al di 15 giorni
Doppler dinamico dopo normalizzazione della cute.
Nuova autofotografia del pene in erezione in tre proiezioni
Eventuale intervento di corporoplastica

26/06/2018”

Questo è quanto, ma attenzione solo il “Doppler dinamico” darà la giusta diagnosi confermando o meno dei “danni”. Quando all’epistassi ha detto che può essere eccome dovuto al Vacuum. A dirvi la verità io ho usato la pompa per “tentare” di raddrizzare il pene essendo che di dimensioni ero a posto. Vi assicuro che il problema di erezione non è assolutamente psicologico, lansia è subentrata dal problema, non l’apposto.

Le storie che ho letto sono tutte certamente vere, altro che “stereotipato e antiscientifico”! Il Dottore mi ha detto che non sono il primo ad avere avuto problemi con le pompe del pene e che molti hanno avuto gravi problemi e che lui stesso ne ha visti a centinaia e ne sconsiglia fortemente l’utlizzo!

Detto questo, dovrò aspettare la prossima visita tra 15gg per L’ecocolor Doppler dinamico e avere una diagnosi certa.
Aggiungo che il mio pene si è leggermente accorciato e infatti il mio dottore ha chiesto delle foto per un confronto.

Vi aggiorno.


Last edited by Kitsunebi88 : 06-27-2018 at .

stereotipato e antiscientifico l’ho detto in relazione al tuo giudizio che ne hai dato di tutto il PE. Non facciamo casino.

Sulle erezioni notturne dovrai riconoscere che non stai facendo un monitoraggio preciso e strumentale, le erezioni notturne poi non sono un indicatore attendibile dello stato di salute del sistema genitale nel suo complesso.

E’ difficile e inopportuno darti consigli nella tua situazione, in linea di massima mi viene da dirti che psicologicamente sei stato molto provato da quanto è accaduto e che prima di tutto devi recuperare una certa serenità di base altrimenti non vai da nessuna parte.

Detto questo continuo a non capire bene come hai potuto fare vacuumpumping “da pene flaccido fino a completa erezione” ?!? nel PE il pene non deve mai andare in erezione e ci deve stare lontano. Come facevi poi ad ottenere l’erezione durante il pumping mi sembra un mistero fitto, diciamo che durante la fase di pompaggio il pene può ingrandirsi ma l’erezione mi sembra una cosa strampalata tant’è che se molli la pressione dalla pompa e fai uscire il pene, questo deve presentarsi moscio o poco più. Ma l’erezione vera, quella eccitatoria, in pieno pumping è una bestemmia totale. Se veramente hai raggiunto, non so come, il vero stato di erezione durante il pumping questo spiega totalmente il “danneggiamento”, però ripeto mi sembra tutto inverosimile perchè non riesco a spiegarmi come sia possibile far arrivare il pene in stato di erezione durante la fase di pumping. Sì certo metti che magari nel durante di una sessione, un po di ottimismo di troppo di eccita e te lo fa andare in erezione, ma fare pumping in erezione è peggio che farsi lapidare! 10 minuti al giorno per 2 volte al giorno è un arco di tempo brevissimo per indurre un danneggiamento, comunque cosa vuoi che ti dica se scrivi che pompavi “al massimo fin dove sopportavi il dolore”. Una roba assurdamente sconsiderata, se mi compro la Ferrari non è che per forza devo andare ai 200 in pieno centro abitato solo perchè ho la Ferrari! Ad ogni modo è quasi impossibile che il varicocele si sia formato in conseguenza della cazzata che hai fatto con la pompa, questo vuol dire che lo stato congestizio-infiammatorio pelvico-prostatico era presente anche prima e forse da diverso tempo! Di conseguenza le erezioni fragili dipendono da una molto probabile infiammazione prostatica! Se fossi in te eviterei di fare mille esami piu o meno invasivi sul pene che alla fine non ti diranno mai nulla di veramente significativo mentre mi concentrerei su esami della prostata facendo subito uno spermiogramma e un ecocolordoppler transrettale della prostata (l’unico che la vede da vicino). Sull’erezione pesano fattori alimentari e comportamentali, semplicemente lo squilibrio locale indotto da un pompaggio scellerato e fuori di testa ha evidenziato meglio le vecchie problematiche di cui il varicocele è espressione. La questione erettiva dunque ha sì basi organiche: ma per motivi diversi da quelli che tu ritieni.

Il varicocele è probabile che vada trattato (dipende dal grado) meglio se chirurgia radicale delle vene che divenute tortuose non sono più buone e vanno quindi eliminate.

La discoloration se continua a persistere nei mesi può essere trattata ma è meglio che ti affidi a mani esperte perchè con l’acido salicilico non si scherza. Non capisco come mai l’urologo vuole fare un panel ormonale … ma forse gli avrai dato qualche buona ragione per farlo. Fossi in te domanderei all’urologo di “autorizzarti” ad applicare un po di gel d’aloe vera sul pene, che male non fa mai.

Ho letto che hai usato la pompa per raddrizzare la curvatura: ma daaaii su. Comunque per tutto il resto non hai un quadro disastroso come paventato, devi smetterla di torturarti il cervello credendo che non avrai piu erezioni o che o pensanso che quelle poche notturne siano indice di uno sconquasso irrimediabile. Sul lubrificante usato (no comment sulla saliva!) non hai specificato se usavi olii o gel a base d’acqua, ma viste le tue grandi prodezze presumo che non hai certamente usate il gel a base d’acqua che in genere tende ad essere meno problematico sulla pelle. Il dolore doveva comunque indurti a fermarti, ma vabbè capitolo chiuso. Se vuoi un consiglio, tranquillizzati e vedrai che in qualche modo si sistemerà tutto.

Purtroppo ho fatto anche la cazzata di usare una stimolazione eccitatoria durante il pumping quindi il mio non era solo sangue venoso ma anche arterioso. Io pompavo finchè il pene si ingrandiva e lo sentivo “duro” pompando proprio al massimo! Io non lo sapevo cazzo! Ho esercitiato quindi tonnellate di pressione!
Appena rilasciavo la pressione il pene rimaneva comunque ben grosso. Il mio pene si ingrossava a dismisura. Purtroppo temo di essere fottuto davvero.

Dall’esame, cioè dall’ecocolordopler basale i corpi cavernosi e la tunica albuginea risultano normali, ma io non sono convinto, così come non è convinto il mio dottore che infatti mi farà fare quello Dinamico inducendo il pene in erezione. Io temo che abbia disteso e allargato troppo i corpi cevernosi usando una pressione sanguigna molto alta e che il mio corpo ora non è in grado di dare e quindi di contenere nei corpi.

Un altra persona, come me, usando il Vaccum (ma anche un estensore) ha i miei stessi identici problemi e l’epilogo è che è fottuto:

“… Tanto dolore, soldi spesi… E il medico piu onesto mi ha detto… Guarda esiston tanti esami ma anche se scopri un danno di qualsiasi titpo non ti servira a nulla perchè tanto….viagra… E sei fortunato finchpè riesci ad andare avanti con quello… Insomma ecco la situazione… Ormai credo di aver capito che è impossibile tornar normali.. ” (http://www.medicitalia.it/consulti/…e_del_pene.html).

Oggi in completo rilassamento ho tentato di avere una erezione su stimolazione facendo un TEST.

Primo impatto: Il pene si è leggermente accorciato e assottigliato rispetto a prima, poco turgido e il glande ha proprio qualcosa che non va e dalle foto precedenti al Vacuum si vede chiaramente.

Da sdraiato in erezione perdo rigidità molto rapidamente e il glande non si gonfia, rimane proprio sgonfio e molle e non è normale!
Questa cosa mi preoccupa è come se non ci arriva sufficiente sangue o viene drenato velocemente non so.

In posizione su un fianco si mantiene una buona rigidità e il glande è normale.

Da impiedi non mantengo rigidità e l’erezione e il glande è sgonfio.

Infine, in posizione a schiena in su cioè a missionario, ho la massima rigidità e mantenimento e massimo gonfiamento-turgiditá del glande come prima lo avevo in tutte le posizioni!

E’ ovvio che qualcosa non va sopratutto al glande ma ci dirà sicuramente di più l’esame dinamico. So solo che quando facevo il Vacuum il glande mi si ingrossava di parecchio e già di mio in erezione era piuttosto grosso e ora è sgonfio. Si gonfia solo contraendo il pavimento pelvico ma io non lo facevo mai.

Ragazzi io sono disperato quì la cosa sembra davvero molto grave :(

il problema di tutta questa storia è che stai facendo delle presunzioni su basi indimostrate e puramente emotive e soggettivistiche. E’ inutile che continui a farti delle paranoie alimentate dalla paura e dall’osservazione empirica che l’erezione non è piu come prima. Sei in uno stato di panico che purtroppo non ti permette di fare valutazioni adeguate e realmente scientifiche: le questioni erettive dipendono in principal modo dallo stato di buona decongestione del reticolo pelvico-prostatico e ovviamente sono influenzate da una miriade di fattori neuro-immuno-endocrini che possono fare la differenza netta tra l’avere una buona erezione e una scadente. Ti stai concentrando unicamente sull’afflusso di sangue al pene facendo delle disquisizioni improbabili tra sangue venono e arterioso e mille palle tra viagra e cazzi vari che non c’entrano nulla col tuo caso specifico. Basta con tutta questa confusione! smettila di andare a vedere i post di altri utenti in Rete che nulla possono riflettere i termini di paragone col tuo caso. Non puoi andare avanti nel panico e non puoi continuare ad autocostruirti dei castelli teorici insensati.
Non vedo nemmeno di buon occhio il doppler penineo dinamico solo per il fatto che il pene indotto ad erezione artificialmente è un ulteriore stress a tutta questa situazione, ma se questo esame ti dicesse, com’è molto probabile, che il supposto “danno vascolare” - titolo improbabile di questo post - non c’è, allora che fai? ti tranquillizzi e ammetti di esserti spapevantato un tantino di troppo? I tessuti peninei e quelli pelvici ci mettono molto più tempo a guarire dagli insulti: eviterei di torturami il cervello e il pisello solo per le tue preoccupazioni che probabilmente non avranno nessun fondamento.
Non è ben chiaro poi cosa intendi per “ho fatto anche la cazzata di usare una stimolazione eccitatoria durante il pumping” ovvero cosa vuol dire? hai usato del viagra? steroidi? se la faccenda non la racconti fino in fondo è difficile immagirare.
Se hai usato vasodilatatori o sildenafil è normale che adesso ti ritrovi in braghe di tela!! il sistema locale deve riprendersi dalle botte subite, se la questione stà in questi termini non fosse per l’enomità di stress ossidativo provocato da cui ti devi disintossicare ma in questo caso dovrebbe solo essere questione di tempo, buona alimentazione e eliminazione di fattori eventualmente tossici come fumo o alcol se ne fai uso.
L’urologo t’ha fatto fare degli esami ormonali per quale motivo se di mezzo c’era solo la pompa e basta?

Per come la racconti e per come ha agito l’urologo non sembrano ravvisarsi danni ai corpi cavernosi, e non ne mostri i sintomi e i segni specifici almeno di primo acchito. Le tue valutazioni di “primo impatto” sull’erezione, in questa fase, non contano una bella cippa di niente stante il tuo stato emotivo e soprattutto - soprattutto - le questioni pelvico-prostatiche che sicuramente stanno e stavano anche prima alla base della problematica erettiva anche se prima ti sembrava di avere erezioni soddisfacenti. Ti stai concentrando in modo smisurato e insensato sull’afflusso di sangue al pene, e ignori bellamente le questioni prostatiche di cui il varicocele è la punta dell’iceberg!


Last edited by _nadir_ : 06-29-2018 at .

Messaggio originale di _nadir_
il problema di tutta questa storia è che stai facendo delle presunzioni su basi indimostrate e puramente emotive e soggettivistiche. E’ inutile che continui a farti delle paranoie alimentate dalla paura e dall’osservazione empirica che l’erezione non è piu come prima. Sei in uno stato di panico che purtroppo non ti permette di fare valutazioni adeguate e realmente scientifiche: le questioni erettive dipendono in principal modo dallo stato di buona decongestione del reticolo pelvico-prostatico e ovviamente sono influenzate da una miriade di fattori neuro-immuno-endocrini che possono fare la differenza netta tra l’avere una buona erezione e una scadente. Ti stai concentrando unicamente sull’afflusso di sangue al pene facendo delle disquisizioni improbabili tra sangue venono e arterioso e mille palle tra viagra e cazzi vari che non c’entrano nulla col tuo caso specifico. Basta con tutta questa confusione! smettila di andare a vedere i post di altri utenti in Rete che nulla possono riflettere i termini di paragone col tuo caso. Non puoi andare avanti nel panico e non puoi continuare ad autocostruirti dei castelli teorici insensati.
Non vedo nemmeno di buon occhio il doppler penineo dinamico solo per il fatto che il pene indotto ad erezione artificialmente è un ulteriore stress a tutta questa situazione, ma se questo esame ti dicesse, com’è molto probabile, che il supposto “danno vascolare” - titolo improbabile di questo post - non c’è, allora che fai? ti tranquillizzi e ammetti di esserti spapevantato un tantino di troppo? I tessuti peninei e quelli pelvici ci mettono molto più tempo a guarire dagli insulti: eviterei di torturami il cervello e il pisello solo per le tue preoccupazioni che probabilmente non avranno nessun fondamento.
Non è ben chiaro poi cosa intendi per “ho fatto anche la cazzata di usare una stimolazione eccitatoria durante il pumping” ovvero cosa vuol dire? hai usato del viagra? steroidi? se la faccenda non la racconti fino in fondo è difficile immagirare.
Se hai usato vasodilatatori o sildenafil è normale che adesso ti ritrovi in braghe di tela!! il sistema locale deve riprendersi dalle botte subite, se la questione stà in questi termini non fosse per l’enomità di stress ossidativo provocato da cui ti devi disintossicare ma in questo caso dovrebbe solo essere questione di tempo, buona alimentazione e eliminazione di fattori eventualmente tossici come fumo o alcol se ne fai uso.
L’urologo t’ha fatto fare degli esami ormonali per quale motivo se di mezzo c’era solo la pompa e basta?

Per come la racconti e per come ha agito l’urologo non sembrano ravvisarsi danni ai corpi cavernosi, e non ne mostri i sintomi e i segni specifici almeno di primo acchito. Le tue valutazioni di “primo impatto” sull’erezione, in questa fase, non contano una bella cippa di niente stante il tuo stato emotivo e soprattutto - soprattutto - le questioni pelvico-prostatiche che sicuramente stanno e stavano anche prima alla base della problematica erettiva anche se prima ti sembrava di avere erezioni soddisfacenti. Ti stai concentrando in modo smisurato e insensato sull’afflusso di sangue al pene, e ignori bellamente le questioni prostatiche di cui il varicocele è la punta dell’iceberg!

Sembra che tu ne sappia a pacchi Nadir 😁


START 21/06/18 BPEL 15,5cm NBP 13cm EG 14cm

GOAL 1st Y: BPEL 18cm NBP 15,5cm EG 14,5cm

Secondo te tornerò normale?

Non ho fatto mai uso di steroidi, intendevo dire che mi eccitavo con dei porno durante il pumpung.

Gli esami ormonali m elo ah ftati perhcè diche che il Vacuum può portare disturbi metabolici-ormonali.

Quando alle decongestione del reticolo pelvico-prostatico cosa si può fare - se è quello?

Io comunque ho notato che oltre ad una erezione più morbida e che non mantengo il pene è più

Corto rispetto a prima, sia in stato di riposo che erezione, e soprattuttpo è più “sottile”

Pratciamente un vero e proprio disatro porca miseria!

“Disadvantage #1: Thinning of the Penis

Too much friction as well as pressure to the penis can make it thin. The person involved may also experience decreased durations of erections.”

(http://penispumpadvice.com/6-of-the…-penis-pumping/)

Top
123
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
Crecimiento de la longitud erecta del pene.Alberto 25Agrandamiento del Pene20003-03-2021 06:11 AM
Edging para retardar la eyaculación ?EPCaSalud Sexual del Hombre102010-20-2020 01:25 PM
Pene Perfecto!rusitodeargSalud Sexual del Hombre4402-19-2018 12:36 AM

All times are GMT. The time now is 10:06 PM.