Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Un saluto e una richiesta relativa alla Induratio Penis Plastica

12

Un saluto e una richiesta relativa alla Induratio Penis Plastica

Buongiorno a tutti.
Sono nuovo del forum e dunque, innanzitutto mi presento: mi chiamo Davide, quaranta anni di età, abito a Roma.
Ho letto a lungo i post che avete scritto nel tempo e li trovo estremamente interessanti. Al di là del fatto che non riesco proprio a capire gli andrologi che non riconoscono l’utilità delle tecniche descritte diffusamente sul sito, vengo al mio triste problema (ho cercato sul forum discussioni analoghe, ma non ne ho trovate). Circa un anno fa, dopo un mese con uno strano dolore al pene, mi sono rivolto ad un famoso andrologo per capire cosa stesse succedendo. La risposta fu nefasta: induratio penis plastica. Per chi non lo sapesse, si tratta di una malattia della tunica albuginea, dall’eziologia sconosciuta (forse trami derivanti da rapporti intensi).

Trattasi, più nel dettaglio, di uno stress della tunica che, sulla base di reazioni anomale, determina una sorta di cicatrice (più o meno circoscritta) che determina che nel punto in cui si è formata, si ha una perdita di elasticità; risultato? In relazione a dove si trova e alla conseguente calcificazione del punto, il pene devia a sinistra, a destra, in basso o in alto o addirittura si accorcia. Ora, nel mio caso, dopo una anno di cure, con malattia (spero) stabilizzata, il pene si è ridotto di 2 centimetri in lunghezza e qualcosa in circonferenza. La buona notizia è che partivo da dimensioni discrete (circa 18 cm o giù di lì e come circonferenza 14/15 cm, non ho mai avuto l’idea di misurare al millimetro il mio amico, a me andava bene così). Potete capire il mio dramma, l’ansia derivante e la voglia di uscire da questo incubo.

La mia domanda è: facendo una routine di base, senza forzare, ritenete che possa fare dei disastri? Avete sentito mai di problematiche simili? Tra l’altro il problema di cui trattasi non è affatto raro come si pensi, dato che vedo ogni giorno centinaia di persone che hanno il mio stesso problema e che fanno la fila per essere curati (alcuni anche molto giovani, sui 25 anni di età). Per chi avesse dubbi sulla malattia, non esitate a chiedere. Io da par mio, vi chiedo lumi in merito.

Parlando col mio andrologo (il quale ritiene sotto controllo la malattia) e palesandogli il problema dell’accorciamento, ho ricevuto risposte tranquillizzanti, del tipo: “il tuo pene si è accorciato, va bene, ma rimane di dimensioni normali, per cui non preoccuparti e vai avanti così”. Lui ritiene che gli esercizi manuali (tipo jelq e stiramenti) siano una grande sciocchezza e che provocano solo danni, anche molto gravi. Per altre soluzioni (tipo taglio del legamento sospensore per recuperare qualche centimetro) lui dice che proprio non ne ho bisogno.

Aspetto con ansia qualche risposta perchè, credetemi, sono disperato.
Un caro saluto.

Davide.


Last edited by marinera : 10-08-2013 at .

Chiedo scusa agli amministratori del sito, ma sono un pasticcione e devo aver postato nella sezione sbagliata. Chiedo la cortesia di inserirla tra le discussioni di carattere medico.

Grazie infinite.

Un caro saluto.

Davide.

Ciao Davide, per ora ti sconsiglio qualsiasi pratica fai da te. Se il tuo andrologo è contrario alle pratiche di PE, tieni conto che ce ne sono altri che ne appoggiano l’efficacia.


Starting nov 2008: BPEL 15.5cm - EG 14 cm

Today: BPEL 18 cm - EG 15 cm

Goal: BPEL 20 cm - EG 16 cm

Ciao Davide. Le tua disfunzione, chiamata anche sindrome di Peyronie, è effettivamente relativamente comune. In alcuni casi sembra guarire spontaneamente. Per ridurre la curvatura è in genere usato un estensore, che dà risultati limitati (tra i 10 e i 20 gradi di riduzione della curvatura); per lo stesso fine sono usate anche pompe a vacuo, che danno anche il vantaggio di migliorare la funzionalità, ma anche qui i risultati sono molto lenti. In entrambi i casi le tensioni devono essere molto basse e prolungate, per cui se decidi di usare una pompa deve avere obbligatoriamente il manometro e la pressione non deve MAI superare i 4 hg.

Altri metodi per adesso te li sconsiglio, perchè la minima lesione alla tunica rischia di creare una cicatrice che si calcifica. Non sono da escludere più avanti tuttavia, quando sarai più esperto.

Inoltre vengono usate DMSO (uso esterno), vitamina E e PABA (assunzione orale), ma l’utilità è pur sempre limitata.

Ti consiglierei di riflettere bene, informarti ulteriormente e nel caso decidessi di provare di aprire un tuo diario personale qui e, se puoi, di postare foto del tuo membro così si potrà giudicare dell’evoluzione della curvatura o altri cambiamenti.

Ciao di nuovo.
Intanto vi ringrazio per i consigli iniziali e per aver spostato la discussione. Vi assicuro che in tema di induratio sono ormai (purtroppo) molto esperto. Nel mio caso, non ho curvature, dato che la placca calcificata ha una posizione particolare che lo accorcia, non lo devia.
Conosco i metodi utilizzare per minimizzare le curvature, meno so degli accorciamenti. Per ciò che riguarda le cure, non c’è un protocollo preciso, ma tentativi dei medici alcuni buoni, alcuni meno buoni (per chi volesse approfondire, posso dare qualche consiglio).
Tornando a noi, possibile che non ci sia nessuno che abbia avuto esperienze simili? Ripeto, la patologia non è rara (le statistiche parlano ormai di un 15% della popolazione maschile, non contando chi non si rivolge neanche al medico per pudore o ignoranza).
Come considerate la soluzione chirurgica di resezione (parziale?) del legamento sospensorio? Si parla di un incremento (in erezione) dai 2 ai 4 centimetri.

Potrei decidere di aprire un diario personale, ma ho molta paura e timore di cominciare con il jelq.

Ogni informazione sarà utile a me e a tutti coloro che hanno questa brutta problematica.

Ma di solito quali sono le cause che portano a questa malattia?


now 7(18 cm) BP , 5.9(15 cm) MEG

Click me: my photos

Non si sa di preciso ma comunque la causa è un trauma associato a basso testosterone ed alti estrogeni.

Ma trauma inteso come frattura?

Scusate ma quando sento queste cose sono terrorizzato.


now 7(18 cm) BP , 5.9(15 cm) MEG

Click me: my photos

Le cause sono ignote.

Messaggio originale di Davidleeroth
…..
Come considerate la soluzione chirurgica di resezione (parziale?) del legamento sospensorio? Si parla di un incremento (in erezione) dai 2 ai 4 centimetri.

Potrei decidere di aprire un diario personale, ma ho molta paura e timore di cominciare con il jelq.

Ogni informazione sarà utile a me e a tutti coloro che hanno questa brutta problematica.


Tagliare il legamento sospensorio porta ad un incremento da flaccido di 2 cm; da eretto il guadagno è praticmente zero. Inoltre sono possibili complicazioni come in tutti gli interventi chirurgici ed inoltre in una percentuale non trascurabile di pazienti il legamento si riattacca più in alto accorciando il pene, effetto contrario a quello voluto. Se poi hai la predisposizione a sviluppare placche tagliare il legamento è una follia, potrebbe portare proprio alla nascita di altre placche nel punto di recisione.

Il diario personale non è obbligatorio che includa i jelq.

L’eziologia è sconosciuta. Il testosterone non c’entra. I miei livelli sono superiori alla media e ho comunque questo grosso problema. Nel mio caso ho avuto rapporti molto intensi ed eccomi qua. Dunque non ho più speranze, devo rassegnarmia tenere il mio migliore amico così? Speravo che almeno l’intervento chirurgico potesse risolvere, ma se così stanno le cose. Disperazione.

Beh prova la pompa come ti ha detto marinera, prendine un bel modello col manometro e stai su valori molto bassi, 3-4hg.


now 7(18 cm) BP , 5.9(15 cm) MEG

Click me: my photos

Messaggio originale di smallville79

Beh prova la pompa come ti ha detto marinera, prendine un bel modello col manometro e stai su valori molto bassi, 3-4hg.

La pompa, dalle vostre esperienze, può dare buoni risultati in termini di lunghezza? Ne hai per caso una da consigliarmi indicandomi dove acquistarla?

Sinceramente la pompa serve di piu per la circonferenza, ma in generale ti permette di espandere i tessuti del pene, quindi può servire al tuo scopo, come ha detto marinera.

Prova a fare una ricerca qui sul forum, nella sezione pompe per il pene, l’importante è che abbia il manometro cosi da controllare la depressione.


now 7(18 cm) BP , 5.9(15 cm) MEG

Click me: my photos

Grazie mille smallville, ma a me la circonferenza non serve. Vorrei recuperare i 2 centimetri persi in lunghezza. Comunque mi chiedo, se l’intervento della resezione del legamento non funziona ed è addirittura controproducente (per alcuni), come è è possibile che i chirurghi ancora la pratichino chiedendo fior di quattrini? Sono senza scrupoli? E poi, nessuno gli fa causa?

Nessuno che sia nella mia situazione o che abbia qualche altro consiglio?

Mi chiedo inoltre, se facessi solo gli stiramenti senza il jelq? Sarebbe del tutto inutile? Gli stiramenti non dovrebbero crearmi problemi, o sbaglio?

Top
12
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
Free Penis Enlargement InformationThunderSSPenis Enlargement005-13-2013 06:38 PM
A couple of articles that are sceptical towards P.EJaybeePenis Enlargement6303-23-2011 04:12 PM

All times are GMT. The time now is 06:45 PM.