Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Glande Morto, Chiarimenti Sul Perché Dopo Un Anno Non Ho Ancora Guadagnato Niente

12

Glande Morto, Chiarimenti Sul Perché Dopo Un Anno Non Ho Ancora Guadagnato Niente

Ciao a tutti, scrivo per l’ennesima volta che per l’ennesima volta il PE mi ha voltato le spalle.. e non so perche lo fa sempre quando sta andando tutto perfettamente.. per chi mi conosce o si ricorda i miei vecchi post ho iniziato a metà gennaio con la routine di base ma a metà maggio mi fermai a causa sovrallenamento: EQ morta e tessuti rigidississimi (dato che ero molto inesperto e volevo sempre di piu in 4 mesi ero arrivato a fare quasi 200 wet jelq spesso con erezioni alte e 9 minuti di stiramenti oltre ad esagerare con i kejels durante la giornata).. ricominciai un paio di settimane più tardi e mi accorsi che nonostante l’erezione al 100% il mio glande era come un palloncino sgonfio.. preoccupato andai dal dottore che mi disse che era qualcosa di psicologico.. Sono stato tutto giugno e luglio senza fare PE però siccome ero in vacanza dalla mia ragazza (viviamo distanti) la EQ era molto Buona e ho recuperato totalmente il mio glande che ha ricominciato a gonfiarsi e diventare di pietra..

Richard65 mi ha consigliato come a molti altri una routine molto sistematica e progressiva che consiste solo nell’aumentare i giorni di frequenza ogni mese senza aumentare ripetizioni e minuti di stiramenti.. a inizio agosto ho quindi cominciati prestando l’attenzione che non ho mai prestato ed è andato tutto a meraviglia.. vedevo pian piano riacquistare i miei guadagni perduti anche se non erano chissà quanti, e sentivo che andando avanti così sarei diventato uno dei tanti anzi quasi tutti che con il PE ha trovato un motivo in più per sorridere.. poi da quando sono tornato a casa mia è cambiato tuttto e mi sono di nuovo bloccato, ho provato a convincermi che era solo una cosa psicologica e ho continuato a fare PE come sempre senza mai sgarrare niente, ma come non detto Ecco che mi ritrovo la cappella a punta a molle che anche se ho un cazzo che scoppia non ci passa neanche una goccia di sangue a riempirla.. Io veramente non so come spiegarmi tutto questo, ho sempre fatto riscaldamenti, non ho esagerato con le ripetizioni ne con i kejels .. ho trovato moltissimi riscontri con quello che è accaduto a queste persone Glans getting soft?? solo che loro praticavano routine molto più pesanti e io mi sento l’unico stronzo che dal PE ottiene solo l’illusione di crescere, perché è impossibile perdere quasi un centimetro di lunghezza e mezzo di circonferenza in pochi giorni.. a voi le conclusioni , non so più dove sbattere la testa..grazie per l’attenzione

Ciao Samann2211, mi dispiace amico e capisco il tuo stato d’animo, nel vedere un allenamento PE che ti costringe spesso non solo a fermarti, ma crea problemi sia alla crescita, e nel tuo caso, anche al corpo spongioso!!

Premetto nel ricordare che si può non crescere se si fa troppo, se si fa troppo poco ma anche se gli esercizi sono male eseguiti!!

Cerchiamo ora di analizzare, per capire da cosa può dipendere tutto questo.

Immagino che tu svolga tutto in una sessione, quindi in un unico stress giornaliero, come dovrebbe essere, quindi possiamo dire di escludere sia il riscaldamento, sia i Kegels, perché non credo che di questi ultimi tu ne faccia una scorpacciata ogni giorno, rimane quindi lo stretching e il jelqing, e quello che ti crea problemi è sicuramente una delle due ultime attività menzionate, per il jelqing non credo che dopo un anno 200jelqs siano troppi ma rimane il dubbio della forza impressa oppure l’esecuzione ad alta erezione, quest’ultima è da escludere perché in passato hai già avuto, per questo motivo, problemi di sovrallenamento. Quindi potrebbe benissimo essere nel jelqing una maggiore forza impressa!!

Lo stretching invece è ancora più subdolo, una cattiva esecuzione con troppa forza di trazione impressa oppure troppa forza di schiacciamento per mancanza di attrito, può creare difetti di segnali elettrici nervosi sia nella trasmissione che nella ricezione degli impulsi da o verso il cervello, creando appunto i classici disturbi di mancata libido e glande poco reattivo agli stimoli, pur avendo una discreta EQ.

In sintesi devi quindi prestare attenzione ad una cattiva esecuzione degli stiramenti oppure nella troppa forza impressa nel jelqing.

Ti consiglio di continuare a fare PE, ma di eliminare per un periodo di 1/2 settimane completamente lo stretching, facendo il resto della routine come hai sempre fatto, se le cose non dovessero migliorare allora devi prestare attenzione a ciò che si è detto del jelqing.

Coraggio e non mollare!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Messaggio originale di Parto da 16

Ciao Samann2211, mi dispiace amico e capisco il tuo stato d’animo, nel vedere un allenamento PE che ti costringe spesso non solo a fermarti, ma crea problemi sia alla crescita, e nel tuo caso, anche al corpo spongioso!!

Premetto nel ricordare che si può non crescere se si fa troppo, se si fa troppo poco ma anche se gli esercizi sono male eseguiti!!

Cerchiamo ora di analizzare, per capire da cosa può dipendere tutto questo.

Immagino che tu svolga tutto in una sessione, quindi in un unico stress giornaliero, come dovrebbe essere, quindi possiamo dire di escludere sia il riscaldamento, sia i Kegels, perché non credo che di questi ultimi tu ne faccia una scorpacciata ogni giorno, rimane quindi lo stretching e il jelqing, e quello che ti crea problemi è sicuramente una delle due ultime attività menzionate, per il jelqing non credo che dopo un anno 200jelqs siano troppi ma rimane il dubbio della forza impressa oppure l’esecuzione ad alta erezione, quest’ultima è da escludere perché in passato hai già avuto, per questo motivo, problemi di sovrallenamento. Quindi potrebbe benissimo essere nel jelqing una maggiore forza impressa!!

Lo stretching invece è ancora più subdolo, una cattiva esecuzione con troppa forza di trazione impressa oppure troppa forza di schiacciamento per mancanza di attrito, può creare difetti di segnali elettrici nervosi sia nella trasmissione che nella ricezione degli impulsi da o verso il cervello, creando appunto i classici disturbi di mancata libido e glande poco reattivo agli stimoli, pur avendo una discreta EQ.

In sintesi devi quindi prestare attenzione ad una cattiva esecuzione degli stiramenti oppure nella troppa forza impressa nel jelqing.

Ti consiglio di continuare a fare PE, ma di eliminare per un periodo di 1/2 settimane completamente lo stretching, facendo il resto della routine come hai sempre fatto, se le cose non dovessero migliorare allora devi prestare attenzione a ciò che si è detto del jelqing.

Coraggio e non mollare!!

Un saluto.😜

Ciao Parto amico mio è sempre un sollievo vedere un tuo intervento.. premetto che non mi sono prolungato molto per non far sembrare troppo lungo il post e far perdere la voglia di leggere e di intervenire alla maggior parte, comunque come suggeritomi ho ricominciato dopo 2 mesi di stop con 50 wet jelq 5 minuti di stiramenti con annessi riscaldamenti e kejels da 3 secondi x30 .. a settembre ogni tanto facevo qualche decina colpi di jelq in piu ma solo perché il mio pene me lo chiedeva e rispondeva benissimo..da quando sono tornato a casa mia e non c’era più la mia ragazza è subentrato un turtling ma comunque stavo bene e ho continuato ad allenarmi anche se con difficoltà a mantenere l’erezione.. dopo qualche giorno mi sono accorto che durante l’erezione nonostante l’asta del pene fosse al 100% della durezza il glande rimaneva flaccido e insensibile, ed è cosi tuttora è come se tutto il sangue che dovrebbe andare a riempire il glande fosse BLOCCATO proprio al di sotto di esso al termine dell’asta e non ce verso che affluisca. Me ne sono accorto anche durante i jelqs, provando a farli con cura cercando di far affluire il sangue in maniera fisiologica, ma nonostante questo non arriva e anche al tatto il glande è insensibile..

Nel link postato descrivono la cosa come una “vena tappata” a causa del deformamento che subisce il pene con il PE, o una cosa molto simile..

Io l’unica cosa su cui potrei aver esagerato forse potrebbe essere l’edging che pratico in alternanza al PE dato che questo mese faccio 1on/1off come consigliato da Richard e l’ho cominciato a praticare da inizio ottobre quando sono tornato a casa mia.. anche se ho sempre fatto riscaldamento prima di ogni sessione di edging l’ho comunque praticato moderatamente e mai lo stesso giorno di PE.

Stamattina ho avuto molte difficoltà a fare gli stiramenti per non parlare dei jelqs, EQ 0 e dopo 20 ripetizioni ho lasciato stare..

So solo che sono sempre stato attento alla forza e alla presa negli stiramenti e jelqs.. scusami il poema ma è impossibile esprimersi chiaramente ed è un problema grave perché non riesco a trovare risposte

Ciao Samann2211, ti consiglio comunque di provare come ti ho già detto, togli solo lo stretching per 2 settimana e vediamo come va!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Ciao Samann! Ti capisco, io ho iniziato il PE poco piu di 2 anni fa e anche me era cosi i primi tempi. Ogni allenamento mi si sovrallenava il pene e faceva il classico effetto turtling, tant’ è che avevo paura di aver perso l’ erezione per sempre.

Secondo me dovresti fare una pausa di un mesetto e ricominciare con una routine molto delicata. Almeno per me è così, sono molto sensibile al PE (ora ho preso piu l abitudine per fortuna), e comunque anche la classica routine (5min. Jelq/5min. Stretch) per me era gia troppa e finivo in sovrallenamento. Prova magari a ricominciare da una routine semplice e incrementi poi molto lentamente. Inoltre prova a fare la routine senza stressare e tirare troppo il pene, che magari ne risente anche per quello.

Ti auguro un buon guadagno! Ciao e tienici aggiornati!😉


Start 28/09/15: Bpel 18,5cm EG 13,5(?)

Now: Bpel 20,8cm EG 14.00cm

Goal: BPEL 22cm EG 15cm

Messaggio originale di Ale Jelq

Ciao Samann! Ti capisco, io ho iniziato il PE poco piu di 2 anni fa e anche me era cosi i primi tempi. Ogni allenamento mi si sovrallenava il pene e faceva il classico effetto turtling, tant’ è che avevo paura di aver perso l’ erezione per sempre.

Secondo me dovresti fare una pausa di un mesetto e ricominciare con una routine molto delicata. Almeno per me è così, sono molto sensibile al PE (ora ho preso piu l abitudine per fortuna), e comunque anche la classica routine (5min. Jelq/5min. Stretch) per me era gia troppa e finivo in sovrallenamento. Prova magari a ricominciare da una routine semplice e incrementi poi molto lentamente. Inoltre prova a fare la routine senza stressare e tirare troppo il pene, che magari ne risente anche per quello.

Ti auguro un buon guadagno! Ciao e tienici aggiornati!😉

Ciao Ale grazie di avermi dedicato un po del tuo tempo, rassicura vedere di non essere l’unico “delicato” il fatto è che non saprei se definirlo proprio sovrallenamento perché sto facendo una routine nella quale per adesso cambia solo la frequenza e nei primi due mesi (ho ricominciato dopo una pausa di due mesi dopo 4/5 mesi di PE) non ho mai avuto un solo IF negativo.. solamente da quando non ce più la mia ragazza e ho dovuto andare di edging mi sentivo il pene un po più stressato e affaticato nell’erezione .. poi è arrivato questa specie di problema che non è la prima volta che affronto ma che mi fa sentire veramente impotente..

Comunque per adesso farò come mi avere detto te e Parto, proverò ad allenarmi solo con riscaldamento e jelq leggerissimo oliato, di fermarmi nuovamente non ne vedo il motivo perché appena tornerò dalla mia lei so gia che scomparirà questo problema, il fatto è che anche se fosse una cosa psicologica non so come controllarla..

Vi terrò aggiornati 😊

Ciao a tutti, scrivo per aggiornarvi che dopo 4/5 giorni di pausa ancora non è cambiato niente, le condizioni sono le medesime da me descritte ovvero turtling perenne e sangue che non affluisce al glande e rimane bloccato al di sotto di esso.. ieri come suggeritomi da Parto ho provato a fare routine con solo jelq oliato e riscaldamenti, ma la “pienezza”che si riscontra alla fine di ogni seduta di PE è svanita dopo pochissimo cosa che non mi è mai successa prima di questa specie di infortunio.. oggi ho provato a fare una ventina di kejel e mi sono accorto che è come se il muscolo non “pompasse” niente, dopo la strizzata al rilascio non sento niente e mi sono accorto che non è normale perché quando viene nel modo giusto sento come un afflusso fino alla punta del glande e il relativo movimento del pene..mentre adesso niente e questo mi fa pensare che potrebbe esserci veramente un problema di origine vascolare.. opinioni? Vi ricordo che da agosto che ho iniziato ho fatto sempre e solo 5 minuti riscaldamento, 5 minuti stiramenti, 50/70 jelqs oliati, riscaldamento e qualche volta 20/30 kejel da 2/3 secondi.. ho cambiato solo la frequenza: agosto 1on/2off , settembre 2on/2off, ottobre (qualche allenamento prima del problema) 1on/1off.. grazie a chi risponderà

Up

Ciao Samann2211, secondo me a questo punto è inutile continuare a stressare un pene che non è in forma, interrompi ogni attività del PE fino alla completa scomparsa di ogni sintomo negativo!!

Forse occorrerà una/due settimana forse anche un mese, ma la cosa importante ora è uscire da questa fase!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Messaggio originale di Parto da 16

Ciao Samann2211, secondo me a questo punto è inutile continuare a stressare un pene che non è in forma, interrompi ogni attività del PE fino alla completa scomparsa di ogni sintomo negativo!!

Forse occorrerà una/due settimana forse anche un mese, ma la cosa importante ora è uscire da questa fase!!

Un saluto.😜

Mi aspettavo una risposta del genere ma non volevo crederci finché non me lo diceva qualcuno.. però scusami Parto già la routine che ho seguito è molto leggera, tra 2 settimane/ un mese come dovrei ricominciare??

Con la stessa routine ovviamente. Intanto però riposa..


Start 04/17

BP: 16,5 / NBP: 15,5 / EG: 13,5

Messaggio originale di samann2211
Mi aspettavo una risposta del genere ma non volevo crederci finché non me lo diceva qualcuno.. però scusami Parto già la routine che ho seguito è molto leggera, tra 2 settimane/ un mese come dovrei ricominciare??


Ciao Samann2211, è giusto ciò che ha detto Pipino93 “Con la stessa routine ovviamente. Intanto però riposa..”

l’importante è togliere lo stress del momento, poi quando tutto si sarà ristabilito, vedrai che il PE non avrà lo stesso peso, che invece ha oggi, è come quando hai l’influenza, di certo non vai in palestra per gli allenamenti.
Con un po’ di pazienza, ritornerai più in forma di prima e pronto per ricominciare con il PE!!
Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Messaggio originale di Parto da 16
Ciao Samann2211, è giusto ciò che ha detto Pipino93 “Con la stessa routine ovviamente. Intanto però riposa..”

l’importante è togliere lo stress del momento, poi quando tutto si sarà ristabilito, vedrai che il PE non avrà lo stesso peso, che invece ha oggi, è come quando hai l’influenza, di certo non vai in palestra per gli allenamenti.
Con un po’ di pazienza, ritornerai più in forma di prima e pronto per ricominciare con il PE!!
Un saluto.😜


Intanto grazie ad entrambi per aver risposto,
Io non ho niente in contrario sui vostri pareri ma vorrei farvi notare che è già la seconda volta che ho questo tipo di problema.. la prima volta come ho già detto è stato dovuto (credo) per l’eccesso di kejel e per il numero troppo elevato di jelq oliato che ho raggiunto in 4 mesi (circa 180/200 anche se non mi sembra molto).. stavolta però è diverso, non mi spiego come possa essere successo visto che in 2 mesi e mezzo ho sempre fatto 50/70 jelq oliati e quasi mai kejel..
Ora io capisco che è necessario riposare e che teoricamente il mio pene dovrebbe essere più abituato la prossima volta che ricomincero PE.. Ma con una differenza così sostanziale tra le due routine come e possibile che sia ricaduto nello stesso infortunio? Il mio pene non dovrebbe già essersi abituato dall’ultimo infortunio secondo il vostro ragionamento?
Non è che ho la testa calda se lo state pensando, voglio solo capire dove non devo sbagliate visto che è quasi un anno che pratico questa disciplina.. grazie per l’attenzione ..

Messaggio originale di samann2211

……….Ma con una differenza così sostanziale tra le due routine come e possibile che sia ricaduto nello stesso infortunio? Il mio pene non dovrebbe già essersi abituato dall’ultimo infortunio secondo il vostro ragionamento?

Non è che ho la testa calda se lo state pensando, voglio solo capire dove non devo sbagliate visto che è quasi un anno che pratico questa disciplina.. grazie per l’attenzione ..

Ciao Samann2211, amico forse ti dico cose troppo ovvie, che forse già sai, noi tutti non siamo uguali e nessuno ha lo stesso periodo per uscire da un infortunio o un sovrallenamento, per questo motivo è necessario studiarsi, capire come si reagisce a uno stress e soprattutto qual’è il proprio limite oltre il quale si accumula, tutto questo si apprende purtroppo, proprio sbagliando!!

Forse 2 mesi di stop dal PE, per te era troppo poco? Dovevi iniziare il PE con una routine più leggera e incrementare con più gradualità, in modo da percepire subito il primo IF negativo?

In questo momento però l’unica cosa che conta è ristabilirsi il prima possibile e l’unico modo è uno stop totale dal PE!!

Un saluto.😜


(08-2016) BP16-EG13,5

(04-2017) BP18-EG14

:-pulse: :jumpred:

Va buone grazie amico

Top
12
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
Hanging 101 Traduzioneno-pain-no-gainPesi e estensori per il pene1808-07-2021 12:39 PM
Ritorno in pista dopo un annoMaricEsercizi di base per il pene206-04-2016 01:42 PM
Non ho mai guadagnato nulla da questi esercizi: un'eccezione?gianfrancobEsercizi di base per il pene6710-08-2014 12:56 PM
Punti rossiviola sul glandePolifemo91Esercizi di base per il pene909-10-2012 10:40 AM

All times are GMT. The time now is 11:28 AM.