Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Operazione chirurgica di falloplastica - situazione attuale

Operazione chirurgica di falloplastica - situazione attuale

Con questo post volevo aiutare a tirare le somme sulla situazione italiana e internazionale della falloplastica. So che viene spesso criticata, giustamente visti i rischi e gli scarsi risultati, su questo sito di PE, ma ci sono situazioni critiche, come la mia, dove purtroppo non ho alternativa se non la chirurgia e devo prendere una decisione che sia la più coscenziosa possibile.

Vorrei che mi aiutaste a fare lo stato dell’arte di questa pratica, perché é pieno di siti e dottori che spacciano la loro tecnica come miracolosa e vista la pericolosità dell’operazione e l’avidità di alcuni medici è meglio iniziare ad acquisire conoscenze e competenze per poi interrogare il medico sui benefici e sui possibili rischi. C’è troppo silenzio e mistero sia da parte dei medici sia dai parte dei pazienti e questo mette in difficoltà chi vuole approcciarsi a questa soluzione.

Ho una visita andrologica tra un paio di settimane che spero possa aiutarmi a chiarirmi le idee. Quindi se avete qualche domanda o qualche dubbio o consiglio questo è il momento giusto per farlo venire fuori, mi aiuterebbe molto in questo mio percorso.

Le tecniche attualmente in uso sono le seguenti: (fonte principale: utente: vuncentlavega nella discussione Falloplastica di ingrossamento)

Aggiunta di grasso autogeno
I risultati sono deludenti e il grasso si riassorbe quali al 100% si può ripetere più volte ma il risultato pare non essere mai permanente. Non è esente da rischi quali infiammazioni, fibrosi e necrosi (morte dei tessuti), inscurisce il pene, resta molle e durante le penetrazioni si accumula in basso, non considerando che attecchisce, cioe’ si attacca alla tunica e pareti diventando duretto al tatto, ed infine non lo toglierai neanche scorticando il pene.

2 Recisione legamento sospensore:
Miglioramenti in lunghezza da 1-3cm ma può dare problemi di erezione e pendenza del pene.

2 Acido Ialuronico
Esiste quello normale e quello crosslinkato. Su questo materiale molto si e parlato e detto, la conclusione e che esistono molti tipi di acido ialuronico con densita’ variabile e qualita’.
Questo tra tutti e il materiale piu’ sicuro in esistenza, dovrebbe riassorbirsi in circa 12 mesi non lasciando tracce.
Anche qua pero’ abbiamo dei limiti, poiche’ su una casistica di 100 persone quasi 30 hanno riscontri non positivi, molti con infiammazioni guaribili, ed una percentuale anche se bassa problemi di granulomi.
I granulomi si formano dettomi per varie ragioni.
-dipende da paziente a paziente
-se ineiettato da mani inesperte si creano al 100% poiche’ questi in opratica va inettato con il pene in erezione molto metodicamente con siringhe apposite ad uncinetto senza lasciare spazi.
-se iniettato in grandi dosi il corpo non c’e’ la fa a riassorbire in tempo gli enzimi che sciolgono l’aciso non agiscono e il corpo isola parte della sostanza credendo che sia qualcosa di dannoso e la isola, creando appunto i granulomi.

3 Matrice derma coltivato
Questi e un foglietto di derma coltivato in laboratorio messo intorno al pene, su questo molti androlohi dicono che e molto ben tollerato ma non ho serie info. Sembrava una tecnica miracolosa ma si leggono anche esperienze negative.

4 Protesi pericavernose
Sembra la soluzione migliore ma ci sono pareri contrastanti sul risultato molti contenti e molti delusi. (Jamal Salhi sembra sia la figura di riferimento)

5 Penuma
Sembra una soluzione miracolosa, è brevettata e non è ancora arrivata in Italia, purtroppo già adesso ci sono esperienze negative sul risultato. Mi sembra sia una protesi pericavernosa.

Cosa tenere in mente:

-il migliore medico è quello che ti sconsiglia di farti operare e ti spiega i rischi, non quello che ti spinge a operarti sminuendo i rischi per un tornaconto personale.
-leggere bene quello che si firma, perché se ci saranno dei problemi il medico potrà lavarsene le mani mentre tu rimarrai con il pene rovinato forse per sempre.
-Chiedi di vedere delle foto: del prima, del dopo, del dopo qualche anno. Non è possibile che un medico esperto in quel settore con centinaia di operazioni non disponga di foto da far vedere per dimostrare la bontà del suo intervento.
-Chiedi quante operazioni ha fatto, da quanti anni usa quella tecnica e quante operazioni ha fatto quest’anno. E’ facile che si sbagli di più se il medico è inesperto o non allenato di recente.
-Diffida da soluzioni miracolose tipo 4-8cm in più. Le dimensioni più plausibili sono 1-3cm di lunghezza e circa 20-30% di circonferenza.
-Confrontati con più medici, chiedigli chi sono gli esperti del settore in Italia.

Correggetemi se ho sbagliato e aiutatemi a completare la lista, ve ne sarei molto grato :)

Stai lontano da tale soluzione il più possibile, non disponiamo nel 2018 di tecniche sicure a sufficienza per prendere tali rischi senza pagare caro le conseguenze.

Scusa, quali sono le tue dimensioni attuali? Non possiamo dare un giudizio su quel che si può fare senza sapere dati concreti come lunghezza BP , circonferenza, età, stato fisico…

Ribadisco quanto già scritto sopra, che una tecnica chirurgica ben collaudata ed efficace non c’è, però si può valutare individualmente cosa conviene fare.


starting sept.2012: 17,4 nbpel, 19,4 bpel, eg 14,8

nov.'12: 18 nbpel, 20 bpel, eg 15

goal: 21,5 bpe, 16 eg

Le mie dimensioni sono NBPEL 12,5 BPEL 15 EG 10 (asta costante) tranne la cappella che è 11.
Sono alto circa 1.67 e peso circa 60kg quindi sono magro e ho 25-30 anni.

Il problema come potete ben capire è la circonferenza che non è sufficiente e la lunghezza è comunque anche lei critica. Non ho pretese di diventare un 20x15 sono consapevole che non è possibile, e mi darebbe anche parecchio fastidio così grande. Mi basterebbe arrivare a 15x12 o idealmente 15-16x13. Ho provato parecchi anni fa esercizi di PE ma come potete capire non c’è molto su cui lavorare e i risultati sono stati minimi, dovuti al semplice miglioramento del flusso sanguigno rispetto alla misura iniziale, che è comunque positivo ma sicuramente non sufficiente.

Come esperienze a letto sono messo male, ho avuto una ragazza per 5 anni ma stavamo insieme per amore. Purtroppo lei ha letto sono sicuro non sentisse niente. Io sentivo che il pene dentro le ballava e la cappella non toccava niente, anche se era vergine era già troppo larga, lei mentiva per non ferirmi e ha sempre negato tutto alle mie domande, era pudica non voleva parlare di sesso. Purtroppo questo è stato una delle cause della rottura. Lei non era soddisfatta ed era nervosa e io ero sempre nervoso perché percepivo che le cose non funzionavano e non capivo perché.
Poi ho avuto soltanto un’altra esperienza un paio di anni fa con un’altra ragazza vergine ed è solo li che ho avuto la conferma dei miei sospetti con la mia ex. Lei la sentivo più stretta e anche la reazione del suo corpo era evidente. Purtroppo non sono mai riuscito a farla venire perché li è entrata in gioco la durata per lo stress e per mia inesperienza perché anche se sono andato a letto con la stessa ragazza per 4 anni non ho imparato assolutamente niente dato che lei non godeva e non dava nessun segnale di gradimento o si faceva partecipe della cosa. Con questa dicevo quando lo mettevo dentro lei continuava a dirmi esci di più, perché ovviamente voleva sentire la cappella e non l’asta sottile. Abbiamo rotto dopo 1 mese perché non funzionava.

Da allora niente, sono caduto in depressione un po’ per l’università un po’ per la mia vita in generale, mi sono chiuso in casa a giocare ai videogiochi, al momento per fortuna iniziando il lavoro sono riuscito a riprendermi.
Però un paio di mesi fa ho ricevuto non un rifiuto all’ultimo di una ragazza, che non mi piaceva nemmeno ma ero in vacanza, quando eravamo ormai a letto nudi, chissà perchè… Io non mi ero mai fatto particolari paranoie per le dimensioni perché credevo alla favola del “non contano” ma purtroppo con il tempo ho dovuto aprire gli occhi e realizzare che non è così. Se una si trova bene con te ma si trova male a letto con te, perché dovresti essere il suo ragazzo e non un suo semplice migliore amico? Meglio tagliare i ponti finché non si è troppo legati, altrimenti passerebbe per stronza o si troverebbe incastrata in una relazione non appagante per tutta la vita, sesso insoddisfacente tutta la vita. Devo essere realista.

Il problema è che se decido di non fare niente (operazione) per la mia situazione quando esco con una mi trovo a “ingannarla”, perché le farei trovare impreparate a un situazione del genere, magari si trova bene con me ma non può fare niente a letto perché non sente niente. La obbligo a fare la stronza e lasciarmi per questo motivo? La faccio affezionare e mi affeziono io stesso e poi le faccio trovare la sorpresina? La obbligo a stare con me e a rinunciare al piacere di avere una vita sessuale normale perché io non sono abbastanza? Come dovrei comportarmi?

Al momento c’è una ragazza, molto carina, dolce e simpatica che mi scrive interessata, ma parlando a cena con lei e le sue amiche è saltato fuori il discorso che lei andava dietro al mio amico Luca mesi fa ma quando ha scoperto che ce l’aveva piccolo (la sua ex l’ha avvisata quando ha saputo che uscivano) lei allora ha iniziato a ignorarlo completamente anche se le piaceva. E’ stavo come ricevere un pugno in faccia. A questo punto mi trovo costretto a rifiutare io questa ragazza anche se mi piace perché dai racconti suoi e delle sue amiche hanno detto chiaramente che per loro le dimensioni contano parecchio e che Luca anche se è bello, simpatico, premuroso e dolce lo lasciano volentieri alle altre perché loro voglio un uomo vero. Non posso quindi avere nessuna relazione con questa ragazza perché lei non sarebbe soddisfatta e non posso nemmeno tentare tanto per farmi la scopata e sput*anarmi davanti a tutti i miei amici, perché le ragazze parlano. Dimenticavo, Luca è spesso preso di mira quando non esce con noi la sera, se c’è il tappo di una biro o di vino sul tavolo parte la battuta “è il cazzo di Luca” e tutti, io compreso, ridono. Diventerei il nuovo Luca.

Quindi secondo voi cosa dovrei fare?
1. Accettare che probabilmente sarò infelice a vita sia nelle relazioni ma soprattutto nella mia vita sessuale e quindi rimanere single a vita. Appendo il pene al chiodo e fine della storia. Il sesso e le relazioni non fanno per me, meglio dedicarmi ad altro nella vita.
2. Tentare comunque di uscire con le tipe, avvisare le ragazze della situazione, quindi renderlo ufficiale sput*tanandomi davanti a tutti e venendo preso per il culo alle spalle diventando il nuovo zimbello di tutti. Prendere un sacco di rifiuti sia prima sia dopo essere stati a letto e trovarmi con il cuore spezzato perché anche se c’è chimica tra noi ma non c’è modo di trovare intesa a letto e dopo che passa la passione iniziale cosa resta se non il sesso?
3. Provare con la falloplastica e tentare di vivere una vita sessuale spiegando alla futura partner il mio problema del pisello operato che è delicato e che potrebbe essere necessario operarmi di nuovo in futuro, ma almeno poter avere un pisello che possa darle piacere.
4. Andare in cina e trovarmi una cinese con la figa stretta e mettermi con lei.
5. Diventare gay.
6. Trovarmi una ragazza asessuata e dimenticarmi del sesso per sempre o andare a puttane ogni tanto.
7. Trovarmi una ragazza problematica che non si fila nessuno, che abbia anche lei un “handicap” (un cesso a pedali, strabica, con faccia deforme a causa di un ictus) come ce l’ho a tutti gli effetti io stesso e quindi compensare in questo modo la mia mancanza. Lei non la vuole nessuno, me non mi vuole nessuno ci troviamo assieme.
8. Andare a caccia di vergini (dove le trovo?) con la figa stretta, e sperare di trovarne una con cui stare tutta la vita senza che lei provi altri peni.
9. Trovare una ragazza a cui interessino più i sentimenti che il sesso (molto rara, come chi sta con chi è in sedia a rotelle, dove la trovo?) e tentare con lei. Sempre che non cambi idea in futuro.

Non mi interessa fare il fenomeno che va in discoteca e se ne scopa una a sera, mi piacerebbe ovviamente ma devo essere realista, vorrei solo poter avere finalmente una relazione con una ragazza con cui possa legarmi con tanto di attività sessuale almeno soddisfacente perché al momento non posso, vorrei solo potermi sentire per una volta uomo e poter essere felice con una persona al mio fianco.

Probabilmente la soluzione migliore per me è la 7, devo rinunciare ai miei standard, smettere di guardare ragazze che mi piacciono esteticamente, fisicamente e mentalmente e puntare molto in basso, essere io stesso che metto una pietra sopra all’estetica per compensare una mia grande mancanza.

Ditemi voi cosa ne pensate

Al di là del fatto che 15 di lunghezza non è poco, e sicuramente non sembra piccolo su di te, 20 non è assolutamente irraggiungibile. già 18 sarebbe un traguardo assolutamente normale, +5 è raro ma niente di così improbabile

Perdonami, se provassi un po di esercizi di base per l’allungamento oppure un buon estensore a vacuo o similari (quelli testati ovviamente) e ripensassi tra uno o due anni all’intervento?

Quello che mi sento di dirti, sei giovane non avete fretta! 👍


Start: (16-05-2017): 17.50 cm -

Today: 19.00 cm x 14.50 -

Goal: 20.00 cm x 16.00

Caro Bunnybug io penso…che pensi troppo! Vabbè ce l’hai un pò magrolino ma sei nella norma! Non ti fare tutti questi problemi che non ti manca niente per far godere una donna dentro e fuori dal letto.

E visto che userai il tuo pene ancora per 40 / 50 anni, prova a fare 6 mesi di PE, per dire un periodo limitato e ininfluente rispetto alla durata di utilizzo del tuo arnese.

È una gran soddisfazione farselo crescere ;)


starting sept.2012: 17,4 nbpel, 19,4 bpel, eg 14,8

nov.'12: 18 nbpel, 20 bpel, eg 15

goal: 21,5 bpe, 16 eg

Capisco il tuo disagio.

Ma sinceramente, sei giovane, vale la pena buttarsi cosi su un intervento del genere?

Non credere che gli esercizi non possano funzionare su di te solo perché ci hai già provato.

Il mio consiglio è di mettersi sotto e lavorare, ci sono persone con 10 EG che sono arrivati a 13.5-14.5 EG in pochi anni, sul forum italiano non ne ho visti ma sull’americano ce ne sono.

Diciamo che non arrivi a quelle cifre ma in 2-3 anni di allenamento costante arrivi a 18x11.5 o 18x12 (guarda che è fattibile), non è molto meglio di farsi aprire il pisello?


Starting size: 6.7 x 4.4

Current size: 7.25 x 4.6

First goal: 7.5 x 5.0 Mid term Goal: 8 x 5.25 Long term goal: 8.5 x 5.5+

15x12 ampiamente raggiungibile e saresti perfettamente nella media!

Ci sono stati tanti ragazzi passati di qui con le tue misure, quindi non credere di essere l’unico. La lunghezza è molto comune (ci partivo anch’io con 12.5), per la circonferenza invece c’è da lavorare di più, ma comunque mi sembri un ragazzo intelligente e saprai darti da fare.

Inizia con la routine di base, mi raccomando, non fare di testa tua, non avere fretta. Ci siamo passati tutti, e la fretta rischia solo di farti male e/o non farti guadagnare nulla.

Fatti uno-due anni di routine di base e se non guadagnerai nulla, vedrai di fare qualcosa chirurgicamente (ma parti dal presupposto che non ottieni nulla di buono, anzi…ti trovi un pene con l’handicap, come dici tu).

Al tuo posto per ora non mi metterei con nessuna ragazza, e non per le misure, ma per la tua autostima! Il semplice fatto di avere il complesso metterà la ragazza sul chi va la, e le discussioni non mancherebbero. Se proprio non resisti, ti consiglio di trovare una ragazza per bene, vergine o stata solo con un ragazzo per tanti anni, perchè sono quel tipo di ragazze che non badano a niente: soldi, estetica, pene, ecc! Una volta che si innamorano è fatta (scusa se parlo in generale, ma è cosi, te lo dico per esperienza diretta, visto che adoro quel tipo di ragazza).

Sempre se ti butterai nella mischia ora, ti consiglio di non puntare troppo in alto esteticamente, e sempre per un discorso di autostima. Tu al momento ti senti poca roba, e con un pezzo di strafiga al tuo fianco, vivresti nel terrore costante di essere tradito, e questo alla lunga rovinerebbe il vostro rapporto. Mentre con una in sovrappeso o leggermente bruttina (non uno sgorbio eh, ma con qualche difettino, tipo poco seno, naso lungo, ecc) ti sentiresti più sicuro di te e ti faresti meno problemi.

P.S. Sulle ultime due righe e mezzo qualche utente del forum potrebbe non essere d’accordo, ma dai retta a me che ti parlo con: esperienza, una mano sul cuore, realismo e senza buonismo! ;)


Starting (10-09-12): BP 15.5cm - NBP 12.5cm - EG 13.5cm

Today: BP 21cm - NBP 17.5cm - EG 14cm (Le mie foto)

Goal1 (Archived): 21x14 --> Goal2 22x14.5 --> Dream ?x15

Messaggio originale di hope09
15x12 ampiamente raggiungibile e saresti perfettamente nella media!

Non esageriamo… 15x11 al massimo può essere pensabile, non di certo 12. E’ un aumento del 40% dell’area del pene e bisogna essere predisposti e non credo di esserlo.

Intanto la visita si avvicina e sentirò cosa mi dirà il dottore, leggendo di più su internet mi è passata la voglia di farmi operare, ma non posso certo accettare di avere un pene così piccolo per sempre. Voglio sentire cosa mi dice il medico e valuterò a fondo la sua proposta. Vorrei risolvere la situazione il più presto possibile e iniziare ad avere una vita sessuale in 6 mesi.

Ho iniziato da 1 settimana la routine di base intanto che aspetto la visita andrologica. Sarà complicato fare gli esercizi regolarmente perché vivo con mia sorella e il suo fidanzato, qualche idea? Per ora uso l’olio di oliva in bagno ma non potrò occuparlo più per un’ora dovrò fare tutto in camera mia, cosa posso usare che non sporchi mani e letto?

Una buona crema idratante oppure un olio secco, io lo uso dopo il sole e ti assicuro che non macchia ( io imeddiatamentecdopo mi vesto) e si assorbe in pochissimo.


Start: (16-05-2017): 17.50 cm -

Today: 19.00 cm x 14.50 -

Goal: 20.00 cm x 16.00

Anche io ho iniziato da 10 giorni , e non abito da solo, ma ho la scusa del bagno dopo il lavoro, riscaldamento con l’ acqua calda , stretching, jelq , e kegel, se non puoi con il jelq oliato , fai quello asciuto

Io ho testimonianze di persone che han fatto falloplastica di allungamento ed ingrossamento con risultati decisamente al di sotto delle aspettative. Nessun guadagno o minimo in erezione per quanto riguarda la lunghezza di contro problemi cicatriziali e di angolo di erezione. Peggio ancora per quanto riguarda la falloplastica per l’ingrossamento: ialuronico riassorbibile e non uniforme, protesi di jamal forse le migliori ma ricordo un tipo che aveva riportato delle asimmetrie alla base.

Io in circonferenza ho guadagnato abbastanza con il pump, il clamp, l’hang ed i jelq secchi e non farei mai la falloplastica di ingrossamento allo stato dell’arte attuale. Per l’allungameto puoi diminuire il fatpad ed iniziare a fare PE. Buon lavoro ^_^


PE da Novembre 2012

Settembre 2014: BP 16.5 EG 13.5

Obiettivo: BP 18 EG 15

Messaggio originale di Bunnybug
Con questo post volevo aiutare a tirare le somme sulla situazione italiana e internazionale della falloplastica. So che viene spesso criticata, giustamente visti i rischi e gli scarsi risultati, su questo sito di PE, ma ci sono situazioni critiche, come la mia, dove purtroppo non ho alternativa se non la chirurgia e devo prendere una decisione che sia la più coscenziosa possibile.

Vorrei che mi aiutaste a fare lo stato dell’arte di questa pratica, perché é pieno di siti e dottori che spacciano la loro tecnica come miracolosa e vista la pericolosità dell’operazione e l’avidità di alcuni medici è meglio iniziare ad acquisire conoscenze e competenze per poi interrogare il medico sui benefici e sui possibili rischi. C’è troppo silenzio e mistero sia da parte dei medici sia dai parte dei pazienti e questo mette in difficoltà chi vuole approcciarsi a questa soluzione.

Ho una visita andrologica tra un paio di settimane che spero possa aiutarmi a chiarirmi le idee. Quindi se avete qualche domanda o qualche dubbio o consiglio questo è il momento giusto per farlo venire fuori, mi aiuterebbe molto in questo mio percorso.

Le tecniche attualmente in uso sono le seguenti: (fonte principale: utente: vuncentlavega nella discussione Falloplastica di ingrossamento)

Aggiunta di grasso autogeno
I risultati sono deludenti e il grasso si riassorbe quali al 100% si può ripetere più volte ma il risultato pare non essere mai permanente. Non è esente da rischi quali infiammazioni, fibrosi e necrosi (morte dei tessuti), inscurisce il pene, resta molle e durante le penetrazioni si accumula in basso, non considerando che attecchisce, cioe’ si attacca alla tunica e pareti diventando duretto al tatto, ed infine non lo toglierai neanche scorticando il pene.

2 Recisione legamento sospensore:
Miglioramenti in lunghezza da 1-3cm ma può dare problemi di erezione e pendenza del pene.

2 Acido Ialuronico
Esiste quello normale e quello crosslinkato. Su questo materiale molto si e parlato e detto, la conclusione e che esistono molti tipi di acido ialuronico con densita’ variabile e qualita’.
Questo tra tutti e il materiale piu’ sicuro in esistenza, dovrebbe riassorbirsi in circa 12 mesi non lasciando tracce.
Anche qua pero’ abbiamo dei limiti, poiche’ su una casistica di 100 persone quasi 30 hanno riscontri non positivi, molti con infiammazioni guaribili, ed una percentuale anche se bassa problemi di granulomi.
I granulomi si formano dettomi per varie ragioni.
-dipende da paziente a paziente
-se ineiettato da mani inesperte si creano al 100% poiche’ questi in opratica va inettato con il pene in erezione molto metodicamente con siringhe apposite ad uncinetto senza lasciare spazi.
-se iniettato in grandi dosi il corpo non c’e’ la fa a riassorbire in tempo gli enzimi che sciolgono l’aciso non agiscono e il corpo isola parte della sostanza credendo che sia qualcosa di dannoso e la isola, creando appunto i granulomi.

3 Matrice derma coltivato
Questi e un foglietto di derma coltivato in laboratorio messo intorno al pene, su questo molti androlohi dicono che e molto ben tollerato ma non ho serie info. Sembrava una tecnica miracolosa ma si leggono anche esperienze negative.

4 Protesi pericavernose
Sembra la soluzione migliore ma ci sono pareri contrastanti sul risultato molti contenti e molti delusi. (Jamal Salhi sembra sia la figura di riferimento)

5 Penuma
Sembra una soluzione miracolosa, è brevettata e non è ancora arrivata in Italia, purtroppo già adesso ci sono esperienze negative sul risultato. Mi sembra sia una protesi pericavernosa.

Cosa tenere in mente:

-il migliore medico è quello che ti sconsiglia di farti operare e ti spiega i rischi, non quello che ti spinge a operarti sminuendo i rischi per un tornaconto personale.
-leggere bene quello che si firma, perché se ci saranno dei problemi il medico potrà lavarsene le mani mentre tu rimarrai con il pene rovinato forse per sempre.
-Chiedi di vedere delle foto: del prima, del dopo, del dopo qualche anno. Non è possibile che un medico esperto in quel settore con centinaia di operazioni non disponga di foto da far vedere per dimostrare la bontà del suo intervento.
-Chiedi quante operazioni ha fatto, da quanti anni usa quella tecnica e quante operazioni ha fatto quest’anno. E’ facile che si sbagli di più se il medico è inesperto o non allenato di recente.
-Diffida da soluzioni miracolose tipo 4-8cm in più. Le dimensioni più plausibili sono 1-3cm di lunghezza e circa 20-30% di circonferenza.
-Confrontati con più medici, chiedigli chi sono gli esperti del settore in Italia.

Correggetemi se ho sbagliato e aiutatemi a completare la lista, ve ne sarei molto grato :)

Io anche penso sempre di fare qualcosa per aumentare le dimensioni, perché con il PE non vedo tanti risultati per adesso, anche se sono solo circa 4 mesi che lo pratico. Il problema mio è che sono grosso e alto 1,90, un ormone praticamente con un pene normale di 15x14. Il problema è che se metti un 15x14 su un ragazzo alto 1,70/1,80 potrà sembrare anche leggermente grosso, ma su uno grosso alto 1,90 sembra veramente piccolo. Stavo pensando di provare l’allargamento dal dottor. Gabriele Antonini, con acido ialuronico cross linkato. Dura 10 minuti l’intervento, non lascia segni e niente. Lui sembrerebbe molto quotato come dottore, ed è anche primario all’umberto 1 di roma. Rispetto alla falloplastica praticamente non si hanno controindicazioni, l’unica cosa è che potrebbero farsi dei bozzi, ma solamente se non è stato bravo l’operatore, essendo lui l’inventore della tecnica insieme a Paul Perito(americano) dubito che sbagli..

Top
Similar Threads 
ThreadStarterForumRepliesLast Post
5 mesi di PE. Possibile riduzione delle dimensioni? Quando cambiare routine?Mino TrauloEsercizi di base per il pene507-12-2018 01:38 PM
La mia situazione di partenzaFringuello86Esercizi di base per il pene406-20-2017 09:33 PM
Situazione di stallo.SerenirEsercizi di base per il pene207-27-2014 02:37 PM
Routine di base e presentazione, più qualche dubbioAle17Esercizi di base per il pene1401-11-2014 02:08 PM

All times are GMT. The time now is 06:13 PM.