Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

a tutti gli italiani

Thread Closed

Salve a tutti, sono un nuovo iscritto. Spero che voi veterani sappiate darmi dei consigli in merito a delle mie perplessità sul corretto svolgimento degli esercizi. Adesso vi faccio un quadro generale della mia situazione. Sono 2 settimane che pratico PE (stretching, jelquing) seguendo il manuale di peneinforma (scaricato con emule), sfortunatamente solo oggi ho scoperto questo forum. Svolgo gli esercizi dal lunedì al venerdì e sabato e domenica di riposo. Il programma di allenamento che svolgo è:

1) 2 minuti di riscaldamento con acqua calda diretta su tutto il pene tramite bidet
2) stratchig nelle 4 direzioni tenendo il pene stirato 5 minuti consecutivi per ogni direzione
3) wet jelq 300 pompate nella 1° settimana, 500 pompate nella 2° settimana.
4) riscaldamento finale

Le mie perplessità più grandi sono per l’esecizio di stretch, il mio pene misura 10x10 cm a riposo, 14x12 cm eretto, non sono circonciso e sono convnto di avera anche un pò di pelle in eccesso anche se molto elastica, ovvero quando il pene è in totale erezione mi si sguaina solo la punta del glande. Questa conformazione del pene fa si che non riesco in alcun modo ad effettuare lo stretch col glande sgainato ma solo a glande coperto. Quì nasce il mio problema, facendolo a coperto, per dare una discreta stiratura devo serrarre molto la presa ok sotto il glande altrimenti tutto il pene scivola all’ interno facendomi tirare solo la pelle. Il risultato dopo due settimane devo dire che è incoraggiante a livello di crescita perchè ad occhio noto un cambiamento del pene in stato di flaccidità, mi sembra sia più lungo che più largo, ma a livello di salute del pene e scoraggiante perchè dopo la prima settimana presentava delle piccole lesioni a livello cutaneo che sono scomparse nei due giorni di riposo, dopo la seconda settimana il pene presenta: piccole lesioni sul lato sinistro, una grossa lividura con al centro un punto rosso che sembra un fruncolo sul lato destro sempre a livello cutaneo, un fastidio al testicolo sinistro e un indolenzimento all’ osso pubico sul lato destro, per finire ho notato che non riesco più ad avere delle erezioni durature e al 100% di durezza ovvero se stimolo il pene si indurisce ma l’erezione dura 2 secondi. Aspetto con ansia le vostre considerazioni e soprattutto I vostri consigli. Grazie.

Messaggio originale di mark001

Si, i componenti sono naturali ma quanto è sano un uso prolungato di questa crema?

Uno dei componenti è l’arnica, che già Bib usava in abbondanza, ameno così ho intuito.

In definitiva, che ne pensi?

Inoltre, in generale, secondo te quali sono i prodotti ” sicuri ” che si possono usare per lenire gli acciacchi dopo una intensa seduta di PE?

Ciao Mark,era da un pezzo che non venivo più da queste parti,pur avendo continuato a far pe,in particolare pumping che mi da grosse soddisfazioni,anche se devo dire pure un pò di dipendenza,visto che i guadagni sono estemporanei e devi darci sotto ogni giorno,o quasi,se vuoi mantenere qualcosa di visibile..destinato cmq a scomparire appena smetti,almeno questa è la mia impressione dopo 5-6 mesi di uso della pompa vacuum..oltretutto c’è la discoloration che,vabbè..oramai mi sa che è cronica..ora ho inserito anche l’uso dell’estensore,pensi sia una buona combinazione?

Volevo inoltre dissuaderti dall’usare creme a base di Arnica per il tuo problema,ottima per disarrossare e lenire in generale le contusioni,ma non in presenza di escoriazioni,come accusi tu..ti consiglio invece una pomata o meglio un gel a base di aloe vera (pura al 100 %,senza altri intrugli),il sollievo da prurito è immediato e nel lungo termine guarisce pure le lesioni ai tessuti perchè penetra in profondità nei tessuti, rigenerandoli ed eliminando le cellule morte..
Ciao a tutti e buon pe..

Messaggio originale di peppor
Salve a tutti, sono un nuovo iscritto. Spero che voi veterani sappiate darmi dei consigli in merito a delle mie perplessità sul corretto svolgimento degli esercizi. Adesso vi faccio un quadro generale della mia situazione. Sono 2 settimane che pratico PE (stretching, jelquing) seguendo il manuale di peneinforma (scaricato con emule), sfortunatamente solo oggi ho scoperto questo forum. Svolgo gli esercizi dal lunedì al venerdì e sabato e domenica di riposo. Il programma di allenamento che svolgo è:

1) 2 minuti di riscaldamento con acqua calda diretta su tutto il pene tramite bidet
2) stratchig nelle 4 direzioni tenendo il pene stirato 5 minuti consecutivi per ogni direzione
3) wet jelq 300 pompate nella 1° settimana, 500 pompate nella 2° settimana.
4) riscaldamento finale

Le mie perplessità più grandi sono per l’esecizio di stretch, il mio pene misura 10x10 cm a riposo, 14x12 cm eretto, non sono circonciso e sono convnto di avera anche un pò di pelle in eccesso anche se molto elastica, ovvero quando il pene è in totale erezione mi si sguaina solo la punta del glande. Questa conformazione del pene fa si che non riesco in alcun modo ad effettuare lo stretch col glande sgainato ma solo a glande coperto. Quì nasce il mio problema, facendolo a coperto, per dare una discreta stiratura devo serrarre molto la presa ok sotto il glande altrimenti tutto il pene scivola all’ interno facendomi tirare solo la pelle. Il risultato dopo due settimane devo dire che è incoraggiante a livello di crescita perchè ad occhio noto un cambiamento del pene in stato di flaccidità, mi sembra sia più lungo che più largo, ma a livello di salute del pene e scoraggiante perchè dopo la prima settimana presentava delle piccole lesioni a livello cutaneo che sono scomparse nei due giorni di riposo, dopo la seconda settimana il pene presenta: piccole lesioni sul lato sinistro, una grossa lividura con al centro un punto rosso che sembra un fruncolo sul lato destro sempre a livello cutaneo, un fastidio al testicolo sinistro e un indolenzimento all’ osso pubico sul lato destro, per finire ho notato che non riesco più ad avere delle erezioni durature e al 100% di durezza ovvero se stimolo il pene si indurisce ma l’erezione dura 2 secondi. Aspetto con ansia le vostre considerazioni e soprattutto I vostri consigli. Grazie.

Benvenuto peppor. Sono disposto a dire ciò che so in merito a letture e alla mia esperienza, però forse ho bisogno di spiegazioni più precise perchè non so se ho capito bene il tuo problema. In erezione non riesci ad aprire totalmente il pene e a lasciare totalmente libero il glande? In questo caso non hai pelle in eccesso a mio parere ma “in difetto”: sembra quasi che la poca pelle “tiri il tuo pene”, impedendoti di aprirlo completamente. Sarebbe necessario, per svolgere gli esercizi correttamente, essere totalmente a glande scoperto. Almeno così ho notato che funziona meglio per me, visto che neanche io sono circonciso. Un consiglio potrebbe essere quello di tenere il glande scoperto anche in stato di flaccidità, in modo da abituare il pene ad essere sempre così, anche in erezione (in teoria). Per quanto riguarda lesioni o “pallini rossi”, ti consiglio di usare meno pressioni quando fai il jelq. Il segreto è farlo piano, con fermezza, ma non troppo spinto. Inoltre ti consiglierei di diminuire i 5 minuti consecutivi di stretch in ogni direzione, e cercare invece di fare più serie. Fai stretching per 2 minuti in ogni direzione e poi ripeti dopo un minuto di pausa. Dovresti stressare meno il pene in questo modo. Infine, non ho notato nel tuo programma l’uso dei kegel: il fatto che non riesci a tenere l’erezione piena potrebbe essere dovuto a questo, oltre all’allenamento eccessivo. Riposa 2-3 giorni facendo molti kegel e poi riparti con la routine. I kegel sono fondamentali, anche mentre fai stretching e jelq. E’ meglio svolgere la routine con calma piuttosto che con troppa forza e rapidità. Spero di essere stato d’aiuto. Ciao


I want more. For myself only.

Benvenuto a bordo peppor. Detto in due parole: smetti il PE per due settimane e poi ricomincia facendo la routine base. Usa questo tempo di riposo per leggere, leggere leggere :inizia da qui
Ingrandimento pene : video gratis
e segui i link. La routine che hai scaricato è eccessiva ed incompleta.

I non circoncisi hanno problemiad afferrare sotto il glande a pelle scoperta, ma con il tempo questi problemi si attenueranno fino a sparire. All’ inizio effettua gli stiramenti gentilmente, l’ obiettivo non è quello di staccarti l’ organo, ma quello di abituarlo a raggiungere la potenziale lunghezza; con il tempo ed il progredire graduale dell’ intensità nuova ‘materia’ viene creata nel pene, in modo da raggiungere un nuovo stadio i lunghezza potenziale, e così via. Un fazzoletto di cotone aiuta a mantenere la presa.

Se hai altre domande non esitare a chiedere.

Buoni guadagni :) .

Messaggio originale di spadone
Ciao Mark,era da un pezzo che non venivo più da queste parti,pur avendo continuato a far pe,in particolare pumping che mi da grosse soddisfazioni,anche se devo dire pure un pò di dipendenza,visto che i guadagni sono estemporanei e devi darci sotto ogni giorno,o quasi,se vuoi mantenere qualcosa di visibile..destinato cmq a scomparire appena smetti,almeno questa è la mia impressione dopo 5-6 mesi di uso della pompa vacuum..oltretutto c’è la discoloration che,vabbè..oramai mi sa che è cronica..ora ho inserito anche l’uso dell’estensore,pensi sia una buona combinazione?

Volevo inoltre dissuaderti dall’usare creme a base di Arnica per il tuo problema,ottima per disarrossare e lenire in generale le contusioni,ma non in presenza di escoriazioni,come accusi tu..ti consiglio invece una pomata o meglio un gel a base di aloe vera (pura al 100 %,senza altri intrugli),il sollievo da prurito è immediato e nel lungo termine guarisce pure le lesioni ai tessuti perchè penetra in profondità nei tessuti, rigenerandoli ed eliminando le cellule morte..
Ciao a tutti e buon pe..

Grazie del consiglio riguardo alla crema.

Concordo con te riguardo al pumping, e dopo quasi 3 anni di PE le mie perplessità sono ancora più generali.

Il PE è ottimo , se ben fatto, per la salute dell’organo. Ma andiamoci piano con il pensare si possa incrementare facilmente le misure.

Io stesso sto passando un periodo di perplessità.

Sono tornato in palestra e se riesco a continuare e a tornare in forma passabile, ovvero a portare il mio grasso corporeo almeno ai livelli del 2001, potrò dire se e di quanto il mio pene si è allungato.

L’impressione profonda che molti, su questo e altri forum, spesso esagerino gli aumenti, magari in buona fede.

Ciao.

Grazie per le tempestive risposte!

Per Jimmy2284: Riesco in ogni stato a sguainare completamente il glande, quando il pene è a riposo e sguaino il glande, si forma un eccessivo raggruppamento di pelle verso la base del pene che non mi fa avere una presa adeguata per effettuare stratch, quando il pene è in erezione si sguaina solo la punta del glande, ma con la mano riesco a sgainarlo totalmente senza alcun problema. Per me quando il pene è a riposo, tenere il glande scoperto è impossibile perchè torna subito a ricoprirsi. Per quanto riguarda l’erezione, prima di cominciare PE, quindi fino a due settimane fà, ho sempre avuto erezioni al 100% e soprattutto molto durature ed insieme al fatto di non soffrire di eiaculazione precoce cioè un rapporto sessuale compreso preliminari e svariate posizioni nell’atto penetrativo dura all’incirca 1 ora anche 1 ora e mezzo, non ho tanto preso in considerazione gli esercizi dei kegel.

Un’altra piccola perplessità mi viene dal esercizio di riscaldamento perchè ho letto che tra le varie cause di infertilità maschile c’è proprio l’eccessivo calore ai testicoli, voi che ne pensate?

Messaggio originale di peppor
Grazie per le tempestive risposte!
Per Jimmy2284: Riesco in ogni stato a sguainare completamente il glande, quando il pene è a riposo e sguaino il glande, si forma un eccessivo raggruppamento di pelle verso la base del pene che non mi fa avere una presa adeguata per effettuare stratch, quando il pene è in erezione si sguaina solo la punta del glande, ma con la mano riesco a sgainarlo totalmente senza alcun problema. Per me quando il pene è a riposo, tenere il glande scoperto è impossibile perchè torna subito a ricoprirsi. Per quanto riguarda l’erezione, prima di cominciare PE, quindi fino a due settimane fà, ho sempre avuto erezioni al 100% e soprattutto molto durature ed insieme al fatto di non soffrire di eiaculazione precoce cioè un rapporto sessuale compreso preliminari e svariate posizioni nell’atto penetrativo dura all’incirca 1 ora anche 1 ora e mezzo, non ho tanto preso in considerazione gli esercizi dei kegel.
Un’altra piccola perplessità mi viene dal esercizio di riscaldamento perchè ho letto che tra le varie cause di infertilità maschile c’è proprio l’eccessivo calore ai testicoli, voi che ne pensate?

Penso di aver capito…Allora ti consiglio di usare due mani per lo stretch e per lo jelqing, cercando di tirare la pelle verso il basso in modo da scoprire il glande in entrambe le situazioni…Penso però che per lo jelq non ci siano problemi, nei video qui su Thunder viene fatto a glande coperto…I risultati dovrebbero essere gli stessi (correggetemi se sbaglio!).
Per quanto riguarda l’altra questione, se fai PE i kegel sono fondamentali. Se non hai più erezioni forti ti consiglio di aspettare un po’ prima di rifare PE, come dice marinera meglio che attendi una o due settimane…Col PE il pene risulta stressato come non è mai stato prima e devi lasciare il tempo che si “abitui” alle nuove “tensioni”.
Infine, sull’ultima tua questione sollevata ho i miei dubbi…Io comunque nel warm up non scaldo mai direttamente i testicoli, ma solo tutto il pene e in particolare la base.


I want more. For myself only.

Esatto, è il pene che va scaldato, non i testicoli.

Ragazzi ho “un problema” ho cominciato un nuovo lavoro che occupa molto tempo (tutto il giorno) e la sera che sono sfinito non riesco a fare PE.. Ora riescoa fare PE una o al massinmo due volte alla settimana.. è Da 4 mesi che faccio PE regolare 4 volte la settimana poi ho smesso ad agosto.. Ed ora che allenamento potrei fare per avere risultatio anceh facendol.o poche volte la settimana?

Stiramenti e jelqs, nico

Si li facevo anche prima..

Ma tutti dicono che se si fa pe meno di 4-5 volte la settimana non si riesce a crescere.

Messaggio originale di peppor
ho letto che tra le varie cause di infertilità maschile c’è proprio l’eccessivo calore ai testicoli, voi che ne pensate?

il semplice getto d’acqua calda del bidet non dovrebbe dare dei problemi: altrimenti penso che sarei a rischio infertilità ogni sera quando faccio una doccia calda! :D

Ragazzi un’ultimo consiglio per il jelq. Noto che se effettuo la presa ok con palmo della mano verso il basso, riesco a prendere il pene più vicino all’osso pubico rispetto alla presa con palmo in alto, come mi consigliate di fare?

Con la presa OK inversa (palmo verso il basso). La presa Ok regolare va bene quando fai il jelq verso l’ alto.

Buongiorno a tutti ragazzi.

Premetto che sono circonciso e ho un pene di circa 15/16 cm bpel (bpel giusto?). Ho bisogno di qualche consiglio e anche di qualche rassicurazione.. :-)
Ho fatto la mia prima routine di jelq e stretching per circa 4/5 giorni verso fine agosto, che comprendeva il riscaldamento iniziale, una serie di stretching per il legamento sospensorio e circa 15 minuti di jelq e qualche kegel per prenderci l’abitudine.. Ho dovuto smettere subito dopo quei giorni perchè sbagliando qualcosa o semplicemente esagerando con gli esercizi mi sono fatto male. Errore da principiante per la troppa superficialità. :-( Il mio pene per qualche giorno ha perso sensibilità e non sono riuscito ad avere erezioni vere, si sono formati dei piccoli lividi vicino all’asta del pene in prossimità del striscia della circoncisione e ho avuto fastidi all’uretra all’atto di urinare. Inoltre devo aver lesionato leggermente il legamento perchè il pene è rimasto molto meno stabile sul lato sinistro (in pratica ballava come se fosse niente) e ho avuto dei dolori a livello tendineo sulla parte sinistra a livello inguinale e della gamba interno coscia. Ho preso 2/3 aspirine per I primi giorni x paura di aver provocato una trombosi e per sbollire l’infiammazione, associandovi una buona dose di acqua calda. Nonostante me la sia vista davvero brutta, dopo circa 5/6 giorni di stop I fastidi all’uretra e l’impotenza temporanea sono sparite lasciandomi al contrario una facilità di erezione e una duratura molto più consistente che mi ha fatto ben sperare. A oggi sono passati venti giorni dallo stop. Il mio pene risulta più scuro di prima e cmq ancora leggermente ingrossato, le vene sono ingrossate anche quando il pene è a riposo, anche se mi sembra abbastanza normale. Non ho problemi di erezione e le erezioni mattutine sono ben presenti. Rimangono ancora I piccoli lividi anche se sono migliorati. Quello che mi preoccupa un po’ è il legamento che sicuramente è migliorato molto ed è più stabile ma ne ha ancora di strada per rimarginarsi e voglio commettere ulteriori recidive. Sto utilizzando la magnetoterapia a livello inguinale che sta dando buoni risultati e da un paio di giorni uso una pomata a base di aloe vera che metto anche sull’asta del pene. Ora va molto meglio ma nn voglio mai più rischiare di far altre cazzate. Vorrei sapere cose è fisiologico e cosa no (tipo le vene ingrossate, I lividi che nn vanno via ancora, il pene scuro), come si riconosce se una vena è in trombosi o no,.cosa posso fare per trattare meglio possibile il mio amico, dove ho sbagliato e quanto devo aspettare secondo voi prima di rimettermi all’opera in maniera mooolto più leggera. Ho notato che comunque sia il p.e. Anche a livello base sicuramente aiuta tantissimo per la qualità delle erezioni e anche se non dovessi avere miglioramenti sulla lunghezza mi basterebbe anche solo quello. Grazie e aspetto vostri commenti/critiche/consigli.grazie!

Top
Thread Closed

All times are GMT. The time now is 04:28 PM.