Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

a tutti gli italiani

Thread Closed

ciao ragazzi volevo fare una domanda a tutti quelli che hanno un andropenis o ci hanno avuto a che fare come me.. ho un problema con i due ganci di silicone che farebbe da “cappio” al mio pene… dopo un po che li uso tendono a scivolare via dagli appositi mortsetti e quindi alentare la stretta sul mio pene con la conseguente uscita del glande dal cappio… cè rimedio??

grazie…

si il rimedio è comprare dei cappi nuovi…

Sono soggetti ad usura e dopo circa 300-400 ore di utilizzo andrebbero sostituiti

e come faccio a comprarli?

si possono fare fare da qualcuno o sostituirli con qualcos altro?

perche il mio melo sono fatto arrivare dall inghilterra e l ho pagato davvero poco pero non so se l utente sia disposto a inviarmi le singole barre al silicone..

se intendi i cappi di silicone puoi andare sul di andropenis o x4labs e comprarli singolarmente…

La circoferenza cambia di pochissimo tra un extender e l’altro

no intendevo andare in un negozio non so tipo ferramenta o idraulici che comunque con il silicone ci lavorano..

grazie per le risposte comunque..

Bentrovati!

Un pò deluso dai miei sei mesi di PE senza risultati eclatanti (partivo da 16 NBPL x 12,5 e sono arrivato a 16.5 NBPL x 13 cm), ero deciso a comprare l’andropenis. Poi, convinto da alcuni interventi sul forum, ho provato a costruirmelo, Ieri da Brico ho comprato tutto il necessario come visto dalla “lista della spesa” sempre quì dal forum, e mi sono cimentato.

Divertente e semplice. Però ho il problema del glande che mi scappa e quindi al momento il mio estensore è inutilizzabile. Ci devo lavorare ancora un pò.e poi è pesantissimo..

Se tiro fuori qualcosa di veramente utilizzabile vi aggiorno. Mi devo studiare il cappio a vuoto con camera d’aria della bicicletta di Marinera..

Per quanto rigurarda il PE: non posso affermare che sia poco efficace. Non sono mai stato molto diligente con la newbie routine, nel senso che mi sono concentrato molto sullo stretching e pochissimo sul Jelq. In più raramente facevo warmup (importantissimo per lo stetching non solo per evitare infortuni ma anche per favorire l’attività stessa) e I kegels sono poche settimane che li eseguo.

Però di stretching ne ho fatto molto, in modo intenso, e la settimana scorsa mi sono anche dovuto fermare a causa del dolore post esercizio della settimana prima, con perdita di sensibilità in erezione. Questo mi ha portato a pensare all’estensore..

Penso che nelle mie prossime sessione di Pe nello stretching diminuirò il fattore forza nella tensione ed aumenterò il fattore durata della tensione stessa.

Ah, una precisazione. Nel mio ultimo post parlai di 14 cm di ghirt raggiunti.anche se la misurazione era avvenuta a distanza di 48 ore dall’ultima sessione di Pe+pompa, erano comunque dovuti all’utilizzo della pompa a vuoto. .Scomparsi!

A presto!

Joeblackny, in quanto tempo sei arrivato alle tue attuali dimensioni? Il punto di partenza era simile al mio.e ti sei focalizzato su quali esercizi? Io mi accontenterei di un 18x14.se hai consigli da dare su esercizi od accessori da sexy shop che su di te hanno particolarmente funzionato, sono ben accetti.Grazie!

x MaxxaM: secondo me sei troppo impaziente. la calma in questa disciplina è essenziale. 6 mesi sono pochi e i risultati li hai ottenuti.

la regola non è tanto in poco tempo. poi c’è chi guadagna 2 cm in 6 mesi, ma questo fa sempre notizia perchè è l’eccezione.

come tu stesso affermi hai poca tecnica, poca costanza e disciplina, elimini perfino il warm up e il jelq da una newbie routine. e arrivi a livelli troppo intensi di stretching senza riscaldamento ottenendo un semi infortunio.

secondo me dovresti riflettere sull’approccio che utilizzi tu stesso, perchè secondo me rischi di usare lo stesso approccio errato con estensori, hanging o clamping o qualunque altro sistema tu voglia utilizzare.

p.s. scusa se ti rompo i coglioni poi fai come ti pare! :-)


"È solo dopo aver perso tutto che siamo liberi di fare qualsiasi cosa" - fight club

io similmente a Maxxa ho qualche problemino con il jelq, ma non tanto perchè sia svogliato, ma perchè non sono sicuro di sapere come va fatto.
Seguo la newbie da due mesi e a differenza dello stretching, con cui mi trovo bene e durante il quale riesco a controllare credo molto bene le sensazioni e lo sforzo, con il jelq non so come fare: apparte la difficoltà ovvia a mantenere la media erezione senza variare, non riesco mai a capire se sto sforzando troppo o troppo poco.
Di fatto non ho mai particolari postumi negativi, ma se stringo troppo avverto sensazioni fastidiose, in particolare come di rugosità lungo l’asta, e di tensione alla base del pene, piu che altro sul lato sinistro dove è ben visibile una vena superficiale. Questa seconda un po perdura anche dopo.
Detto questo non so come procedere, non so se mi comporto “correttamente” e quindi ogni sessione risulta leggermente diversa e non sono “confident” sul fatto che questo esercizio così fatto serva a qualcosa.
Ho provato il dry jelq una volta ma ne ho ricavato un fastidio generalizzato e del dolore successivamente, percui ho lasciato stare.

Avete qualche consiglio? i punti principali sono che

1) non so qual’è il livello di erezione giusta: si fa presto a dire 80%, ma che significa?? niente! nel mio caso riesco a tenerla un po bassa dopo aver eiaculato, altrimenti è sempre duro al max. E dopo aver eiaculato cmq spesso non è sufficiente (è proprio mezzo moscio).
2) non so quanto devo stringe!! dai vari video che girano, non si capisce quant’è la costrizione che bisogna applicare, in alcuni video sembra parecchia, in alcuni minima
3) ho fastidio con la pelle: per evitare di stirarla in avanti (e ci va molto facilmente col risultato che dopo poche tirate mi fa male) la devo trattenere con l’altra mano alla base, così funziona: ma così non mi riesce nè di proseguire con la stessa mano nella successiva tirata (perchè la presa è diversa dal necessario), nè di riprendere facilmente un’altra presa x la tirata successiva (senza alternare le mani) perchè c’è la prima mano che “ingombra”… a guardare i video esplicativi semmbra che agli altri la pelle non si stiri così tanto!

Consigli?

una domanda che non c’entra niente: nessuno di voi usa o sa qualcosa dell’uso di pomate tipo andractim?
Sarebbe curioso provare ma ho paura del rischio di assuefazione e successivi problemi erettili, è possibile secondo voi?

come si puo abbinare pompa ad aria andropenis jelq e riposo senza fare controproducenza a tutto??

ps x i cappi dell andropenis dove si possono comprare e quanto costano??

Grazie Zio88!

Hai ragione in tutto e per tutto, soprattutto quando affermi che probabilmente lo stesso approccio errato lo traslerei su qualsiasi forma di esercizio applicassi, fosse esso manuale o meccanico.

Lo so.ma non credo si possa parlare di fretta nel voler ottenere risultati.se poi conti che l’ultimo semi infortunio dovuto allo stretch al quale accennavo l’ho ottenuto ultimamente, che invece il warm up lo praticavo..

Però sicuramente credo la parola d’ordine debba essere quella che hai introdotto tu: disciplina, ed è in quella che difetto.

Grazie a tutti ragazzi! Vi terrò aggiornati sugli sviluppi (del pene spero.)

x anonimolt:

1) nel tuo caso hai 3 problemi se eiaculi subito prima rischi che non ottieni niente di erezione, se ti tieni l’eccitazione arrivi al 100% troppo facilmente e non puoi lavorare come vuoi. inoltre non hai coscienza del livello di erezione. 80% è alta, puntata al guadagno in girth.

ma secondo me visto che non hai troppa tecnica abbassa il livello dell’erezione con la quale lavori (cerca di riconoscere quando è il tuo pene è semi eretto, 50%), devi sviluppare confidenza! impara a dosare l’eccitazione fermandoti quando serve.

altro metodo è eiaculare circa 2-3-4 ore prima della sessione (vedi te), scarichi gli ormoni ma dai tempo al tempo in modo che tu possa superare il periodo refrattario. se eiaculi subito dopo rientri in pieno nel periodo refrattario, non puoi pretendere un’erezione.

2) la stretta è molto soggettiva. in realtà basta leggera ma costante sull’asta evitando di arrivare fino al glande, meglio fermarsi un paio di cm sotto perchè è sede di molti nervi, in quel punto si rischia molto a livello di infortuni. . sicuramente non deve esserci nessuno tipo di dolore, ma anche il fastidio non è un buon segno.

una parte difficile è avere la fluidità nella mano, gesti macchinosi vanno evitati. io mi aiuto contando con la mente

3) io sono circonciso e quindi a me il wet jelq riesce più semplice, non so se riesco a dirti qualcosa di utile qua. se non riesci a fare il dry cerca un lubrificante adatto per te, che ti semplifichi il gesto. io uso la crema nivea soft che dopo varie prova mi aiuta parecchio. gli oli (anche d’oliva volendo) e le creme se scelte e dosate sull’asta ti danno un buon vantaggio.


"È solo dopo aver perso tutto che siamo liberi di fare qualsiasi cosa" - fight club

Salve a tutti! Sapete dirmi secondo voi qual’è il migliore allenamento per aumentare solo l circonferenza del pene? Grazie!

Qual’é secondo voi la miglior pompa da utilizzare?

Grazie dei consigli, Zio: da quant’è che pratichi?

scusate qualcuno sa dirmi qualcosa dell efficienza delle idropompe? se funzionano o sono come quelle ad aria alla fine..

Top
Thread Closed

All times are GMT. The time now is 04:07 AM.