Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

Falloplastica di ingrossamento

Nella homepage inglese c’è la discussione di un malcapitato che si è fatto fare un impianto del genere.

Invece non trovo niente sull’intervento di cui parli tu Vuncent.

PS: ma sei italiano?

Traduzione alquanto illeggibile non ho Capito bene cosa volevi Terribile.
Per Si prega rescrivi il tutto Mariera.

Riguardo protesi peri-cavernose?

Semplice cerca sul web Jamal Salhi

Comunque si I miei nonni.

Scusate qualcuno di voi ha mai visto il documentario “Big like me”? Il ragazzo si fa iniettare del PMMA, voi cosa ne pensate di questo materiale?

Buonasera, per piacere, potete postare link o foto di questi famosi impianti pericavernosi del dott. Jamal Sahli?


PE da Novembre 2012

Settembre 2014: BP 16.5 EG 13.5

Obiettivo: BP 18 EG 15

Il PMMA sarebbe il plexiglass non so a che serva farselo iniettare..

Messaggio originale di uno_a_caso

Il PMMA sarebbe il plexiglass non so a che serva farselo iniettare..

Plexiglas è un nome commerciale di un tipo di PMMA. Tra l’altro a temperatura ambiente è una plastica. Alcuni se non sbaglio usano il silicone.


Starting 15/02/14 NBP 16,5 EG 12 Today BP 20 NBP 17,5 EG 12,7 Goal NBP 19,5 EG 14,5 DREAM NBP22EG15

Nel film spiega che sono microsfere di plastica, ma non saprei dirvi altro. Tra l’altro il protagonista (George Bergman) dopo l’operazione passa da 12cm di circonferenza in erezione a 15cm.

Hahah una cagata ma dai.

Ho visto il video.
Ma stiamo scherzando?
E’ innaturale al massimo non credo sia immagginabile mettere questo materiale ed in quella forma poi.
Copre tutto il pene, le pericavernose solo ai lati al meno resterebbe naturale per meta’ il pene, inoltre io uso il pexiglass per vetreria, ma stiamo scherzando?
E un materiale tossico per l’organismo ma certa gente e fuori di testa.

Ma questa cosa del plexiglass ha dei riscontri nella realtà o ci stiamo affidando un film?

E’ un documentario il protagonista si è operato davvero.

Buongiorno, racconto brevemente la mia storia che da quanto letto accomuna molti. Ho 35 anni e in adolescenza mi accorgo di avere una dotazione inferiore alla media degli amici. Logico non sto parlando di micropene ma di circa 13cm in erezione, per nulla un bel “pacco”. Se su un individuo di 1,70 questo non avrebbe forse scatenato complessi su uno di 1,90 muscolato, molto sportivo, ne ha causati eccome.

Per farla breve in tanti anni di calcio e palestra mai una doccia, nessun maschio salvo i medici mi ha mai visto. Con le donne questo mi ha scatenato una forte ansia da prestazione. Ho evitato rapporti fino a quando mi sono innamorato secco a 26 anni. Per aiutare le prime cilecche dato che avevo il terrore di non farmi vedere in erezione causa le piccole dimensioni e ovviamente poi non si alzava, il medico ha iniziato a prescrivermi farmaci tipo viagra e c. Di cui ovviamente sono diventato dipendente. Le ragazze con cui sono stato mi hanno poi lasciato adducendo, appena provavo a staccarmi dai farmaci e rivelando loro le mie debolezze, motivi legati al sesso. Anche con l’ultima è stato così lo scorso anno. Quando mi sono accorto 3 anni fa che a volte anche con farmaci non funzionava e andavo in ansia, mi sono rivolto alla psicoterapia che pratico da 3 anni senza avere grandi miglioramenti. Es. La doccia non la farei mai ancora in pubblico.

Gli andrologi da cui sono stato mi danno la solita tiritera della normalità delle dimensioni senza guardare alle proporzioni. La psicoterapia prosegue senza grandi aspettative ormai. Il Jelquing e esercizi provati un anno intero non hanno dato risultati.

Mi ritrovo a 35 anni, solo, bel ragazzo, con tutti che mi chiedono perché?… Con la mia ansia da prestazione e da spogliatoio, con la mia dipendenza da farmaci che comunque non mi garantisco la riuscita.

Morale ho deciso di affidarmi alla fallo plastica di allungamento e ingrandimento da L. A Milano. L’intervento è fissato. Su internet ho cercato di tutto e mi sono strainformato. Se ho scelto lui è perché mi ha dato più garanzie e maggiore esperienza. Non nego che ho la paura, specie dell’ingrossamento di effetti collaterali a lungo periodo. Pero’ non ce la faccio piu’ in questa condizione.

Non ho trovato da nessuna parte un cavolo di forum in cui gli individui già operati esprimono le loro opinioni positive e negative. Quindi sarò il primo su questo forum. Affinchè sia di aiuto. Se va bene o male io lo diro’.

Perché il dottor L.? Perché comunque anche se la pubblicità esagera, di interventi ne ha davvero fatti un sacco, perché è andato in televisione e sui giornali (ho letto e visto tutto) e mi chiedo se le % di insuccessi sarebbero cosi’ alte lo avrebbero sputt… Al cento per cento. Uno o più individui rovinati da questa operazione avrebbe urlato in rete la loro rabbia e io li avrei trovati, invece niente!

Non mi aspetto chissachè, quindi i miei commenti negativi non verteranno sulla scarsità di risultati. Per me uno o due cm in piu’ farebbero davvero la differenza. Eventuali commenti negativi saranno solo su malformazioni e noduli. Punto.

Accetto commenti in chi ha più info su persone già operate da L. Con testimonianze precise. La statistica e i rischi li so anch’io.

Aggiornero’ spesso questa pagina perche le persone abbiano il parere di uno che ha provato. Uno non fa statistica ma sarò comunque una voce sincera.

Quali esercizi hai provato? Per il jelq, hai provato a concentrarti sulla tecnica (almeno 4 secondi per mungitura e sentire il sangue scorrere) e non solo sul numero delle ripetizioni?

Rik1979 fammi sapere al più presto!

Hai tutta la mia stima per la decisione che hau preso e la mia comprensione per quello che hai passato. . Pensa positivo e vedrai che andrà bene.. Seppur lontano con il pensiero sarò vicino a te!

Se questa è la tua decisione, in bocca al lupo e tienici aggiornati, grazie!


PE da Novembre 2012

Settembre 2014: BP 16.5 EG 13.5

Obiettivo: BP 18 EG 15

Grazie ragazzi dell’appoggio!

A drago93 rispondo che ho effettuato gli esercizi per circa un anno. Nel 2013. Non ricordo benissimo la sequenza, comunque mi ricordo che durava un ora a cui sono arrivato per gradi. 10 minuti totali divisi in serie da 30” per posizione di stretching. Poi sotto acqua tiepido calda. Poi facevo jelquing, con pene medio duro da non so quante passate… Ma tante. Poi quello che si schiacciava in più zone tenendo la pressione in ciascuna per ingrossamento. Questi quelli che ricordo.

Non voglio dire che non sono serviti, anzi, ho notato un miglioramento della durezza dell’erezione di cui ero contento. Facevo anche il Kegel che mi ha aiutato a migliorare l’eiaculazione.

Purtroppo a fine anno non ero migliorato di nulla in dimensioni e sono rimasto deluso. Anche perchè capirete che non è come fare un ora di palestra ma vuol dire trovare 1 ora in orari improbabili quando non c’è nessuno, per farli. Non è stato facile.

Comunque a chi li fa e continua a farli dico: non mollate se potete e avete ottenuto qualche risultato. Perchè in questo campo voi state facendo scienza. State creando una casistica che manca. State affinando le tecniche tenendo le migliori e scartando le peggiori, confrontandovi. Le scoperte si fanno cosi’ e forse un giorno si dirà il jelquing fatto in questa maniera funziona! Il forte limite è dato dalle misure. Si dovrebbe avere un operatore esterno a garantire il più possibile l’obiettività di un miglioramento. Ecco questo è l’unica cosa che limita qualsiasi racconto di miglioramento purtroppo!

Comunque l’intervento è fissato per fine ottobre

Top

All times are GMT. The time now is 08:45 AM.