Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

a tutti gli italiani

Thread Closed

Al momento ho intenzione di tenere questa routine :

Mattino : Stretching 5 minuti
Sera : Stretching 7 minuti + 60 Jelq ( con Kajel tra una mungitura e l’altra )

Questo aumentando 1 minuti alla settimana lo stretching e 10 colpi il Jelq

Vediamo poi a fine mese come sto :)

Ok ho fatto I miei primi jelq della linear routine.devo dire che neanche mi sono reso conto.è durato di piu’ il warmin e warmout (5 min + 5 min appunto) che I jelq.non mi è sembrato quasi di fare nulla.ma ho fiducia e continuo così come dice la routine..

Una domanda riguardo il jelq bagnato, quando andate a fare il movimento di mungitura, con le dita tipo come a fare Ok, pressando e scorrendo verso la punta del pene si fà pressione anche sulle vene dell’asta appunto. Non succede nulla vero? Mi fà un po’ timore dover mungere facendo un po’ di pressione sulle vene dell’asta.capite cosa intendo?

Mi sembrava di essere in una fase di stallo e con il pene un po’ affaticato e ho preso una pausa decondizionante. Ad oggi sono 7 giorni, una settimana precisa. Mi sembra molto più “pieno” da moscio. C’è chi prende pause di 1 o 2 mesi. Ma a me pare un po’ tanto. Cosa mi consigliate? Io pensavo 10 giorni. Max 2 settimane.

Messaggio originale di Max91

x Marinera puoi rispondere alla mia domanda?

e allora se faccio 5 minuti secco flaccido e 5 minuti secco semieretto dovrei avere giovamenti sia in circonferenza che in lunghezza giusto?

ed in + quanto tempo hai impiegato x arrivare hai 24 cm?

Max, è quasi impossibile rispondere alla tua domanda. Uno deve provare i vari esercizi, variandone intensità durata e frequenza, in modo da personalizzare la routine. Può darsi che 5 minuti dell’uno e dell’altro servano a nulla, se non sai quanto è necessario per te fare dell’uno e/o dell’altro per avere risultati. Secondo me è meglio se per un periodo di tempo fai solo un esercizio, e per un altro periodo solo l’altro.

Messaggio originale di navarrho

Posso chiederti quando va assunto il TT.. La sera o la mattina. Cosa è meglio?

Il dosaggio consigliato e anche massimo del TT è 1500mg al giorno. Le principali case produttrici fanno confezioni di capsule da 500 o 750mg.

Io dividerei tra prima di dormire e la mattina a stomaco vuoto, nel caso dei 500mg (3 capsule) darei precedenza all’assunzione della sera (2 e 1).

Se no c’è il Nitrix, è uno stimolatore del testosterone, a base di arginina. Dicono che funziona molto bene, costa anche tanto.

Di cosa parlate ragazzi? Di che si tratta? Che medicinali sono?

Sono degli integratori da palestra che stimolano la produzione di testosterone , tutto qui..

Io lo prendo ogni tanto ma solo per il fine del body building.

Ahh.capito

Marinera,
cosa pensi di questa teoria che ho letto sul forum:
Il corpo umano ha la grande capacità di adattarsi rapidamente a tutto, quindi anche i tessuti del pene devono seguire questa regola.

Per avere una crescita continua si dovrebbe cambiare costantemente la routine, cambiando il numero dei giorni di pausa, gli esercizi, l’intensità ed il tempo di esecuzione. In questo modo non si permette ai tessuti di abituarsi al tipo di esercizio.

Sostanzialmente concordo. Ciò che non sappiamo è che quantum rappresenta il termine ‘rapidamente’. Un estensore, ad esempio, deve essere utilizzato per centinaia di ore prima di cominciare a dare risultati. Molte delle altre tecniche, invece, danno risultati dopo uno-due mesi.

Variare va bene, ma non troppo: se l’organo non si abitua per niente, non c’è crescita; se si abitua troppo, non c’è più crescita. Noi vogliamo un adattamento ma non una saturazione. Quando si è raggiunto una saturazione (stallo), vale la pena di prendersi una pausa di riposo o cambiare la tecnica, ma dopo qualche tempo è possibile tornare alla tecnica di prima ottenendo ancora qualche guadagno.

Messaggio originale di marinera
Sostanzialmente concordo. Ciò che non sappiamo è che quantum rappresenta il termine ‘rapidamente’. Un estensore, ad esempio, deve essere utilizzato per centinaia di ore prima di cominciare a dare risultati. Molte delle altre tecniche, invece, danno risultati dopo uno-due mesi.

Variare va bene, ma non troppo: se l’organo non si abitua per niente, non c’è crescita; se si abitua troppo, non c’è più crescita. Noi vogliamo un adattamento ma non una saturazione. Quando si è raggiunto una saturazione (stallo), vale la pena di prendersi una pausa di riposo o cambiare la tecnica, ma dopo qualche tempo è possibile tornare alla tecnica di prima ottenendo ancora qualche guadagno.

Chi ha riportato questa teoria parlava di modificare quotidianamente la routine senza attendere adattamenti, inoltre non menzionava l’uso di estensori o pesi, gli esempi riportati erano solo riguardanti sercizi manuali.
Mi sembra strano però che non intendesse estendere questa teoria a tutte le tecniche.

Interessante.

Riguardo la domanda che ho posto, sulla pressione che si applica durante la mungitura sulla vene che mi dite?

Messaggio originale di geco1
Chi ha riportato questa teoria parlava di modificare quotidianamente la routine senza attendere adattamenti, inoltre non menzionava l’uso di estensori o pesi, gli esempi riportati erano solo riguardanti sercizi manuali.
Mi sembra strano però che non intendesse estendere questa teoria a tutte le tecniche.

La crescita non è una modalità di adattamento? Credo tutti quanti abbiamo sentito parlare della legge dello stress di Seyle : uno stimolo ripetuto causa adattamento; se lo stimolo è troppo monotono o l’intensità è fuori da certi parametri, non c’è adattamento.

Uno stressor erratico, casuale, che cambia di giorno in giorno causa soltanto la sindrome da adattamento (ciò che normalmente intendiamo per ‘stress)’, perchè il corpo non ha il tempo di adattarsi allo stimolo. Credo che funzioni così.

Messaggio originale di Asdolman
Ok ho fatto I miei primi jelq della linear routine.devo dire che neanche mi sono reso conto.è durato di piu’ il warmin e warmout (5 min + 5 min appunto) che I jelq.non mi è sembrato quasi di fare nulla.ma ho fiducia e continuo così come dice la routine..
Una domanda riguardo il jelq bagnato, quando andate a fare il movimento di mungitura, con le dita tipo come a fare Ok, pressando e scorrendo verso la punta del pene si fà pressione anche sulle vene dell’asta appunto. Non succede nulla vero? Mi fà un po’ timore dover mungere facendo un po’ di pressione sulle vene dell’asta.capite cosa intendo?

Se hai paura di danneggiare le vene pensa che assieme ai vasi corrono lungo l’asta una discreta quantità di nervi, che se vengono lesi possono portare a problemi legati alla sensibilità e all’erezione.

Questo non è per impaurirti ma solo per dire che PE deve essere fatto pensando a quello che si sta facendo. Non ci si deve provocare dolore, non devono essere fatte manualità violente o repentine e bisogna cercare di visualizzare in ogni istante quello che succede all’interno del pene.
Detto questo ti devi rendere conto tu, progressivamente, dov’è il limite nella forza da applicare. Restando entro questo limite c’è un discreto margine di sicurezza.

E’ giusto.grazie geco1.in questi anni, anche se di pochissima attività con PE ho capito che come dici tu la questione è parecchio soggettiva.bisogna rendersi conto da sè..
Quello che mi vuoi dire è che la possibilità di lesione esiste e che dipende unicamente da noi controllarla e tenere tutto sotto controllo, giusto?

Riguardo la routine, ho iniziato la “linear” mercoledì scorso: mercoledì si - giovedì pausa - venerdì si - sabato pausa - domenica sì.volevo un vostro consiglio, visto che si indicava 3 giorni di attività lungo una settimana, ciò vorrebbe dire che adesso dovrei fare oggi e domani (lunedì e martedì) pausa e riprendere mercoledì? Mi sono spiegato? Sbaglio qualcosa? Grazie!

Top
Thread Closed

All times are GMT. The time now is 01:14 PM.