Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

a tutti gli italiani

Thread Closed

Ciao a tutti

Sono nuovo del forum , un po’ meno del PE ( circa un annetto ) , e da tre mesi ho iniziato ad usare la pompa a vuoto.

Vorrei sapere da MARK001 ( siamo piu’ o meno coetanei !! ) Qual’è la sua routine con la pompa , quale lubrificante usa etc..

Per la pressione ho capito che usiamo la stessa.

Ciao di nuovo a tutti , e grazie

Alefomt

Marinera sei un grande! Hai spiegato a tutti benissimo cosa può succedere se si usano le pompe a vuoto, la mia ragazza preferisce un pisello molto duro piuttosto che un dirigibile!

Oggi nella mia routine del mattino ho inserito un nuovo movimento o meglio una variante lo Sqeeze rotatorio che mi ha aiutato a mantenere le vene pompanti belle grosse verso la ripetizione 350 o giu di li, parlo di dry Jelq combinato con lo squeeze fatto quindi senza lurificante: la seconda mano in posizione ricevuto il sangue dalla prima mano che fa il grip alla base mentre spinge verso il glande ruota di un mezzo cerchio, l’effetto risultante è ottimo ed è incoraggiante a continuare l’allenamento di altre circa 200 tirate.

Messaggio originale di Alefomt
Ciao a tutti

Sono nuovo del forum , un po’ meno del PE ( circa un annetto ) , e da tre mesi ho iniziato ad usare la pompa a vuoto.

Vorrei sapere da MARK001 ( siamo piu’ o meno coetanei !! ) Qual’è la sua routine con la pompa , quale lubrificante usa etc..

Per la pressione ho capito che usiamo la stessa.

Ciao di nuovo a tutti , e grazie

Alefomt

Ciao Alefomt, adesso fai pump ma continui a fare anche routine di PE come stretching e Jelq?

Messaggio originale di Alefomt
Ciao a tutti

Sono nuovo del forum , un po’ meno del PE ( circa un annetto ) , e da tre mesi ho iniziato ad usare la pompa a vuoto.

Vorrei sapere da MARK001 ( siamo piu’ o meno coetanei !! ) Qual’è la sua routine con la pompa , quale lubrificante usa etc..

Per la pressione ho capito che usiamo la stessa.

Ciao di nuovo a tutti , e grazie

Alefomt

Alefomt,
come lubrificante uso Johnson Baby oil e dopo ogni seduta massaggio con olio di germe di grano.

Ieri ho fatto:
1. 15 minuti pump 4-5” hg
2. 5 minuti jelk. Leggero
3. 10 minuti squezees e manual clamping
4. 20 minuti pump 4-6” hg
5. 5 minuti jelq. Quasi un semplice massaggio
6. 20 minuti di edging.

Questa tabella non la faccio tutti i giorni nè tantomeno ogni volta che faccio pump.

Oggi per esempio se trovo il tempo faccio solo 1-2 set di pump da 15 20 minuti e gli sqeezes

Domani o mi riposo o faccio solo stretching.

Messaggio originale di Pilone
Marinera sei un grande!
….

Bèh, oddio…;) .

Nel dry jelq parto dalla base della bega con una presa stile ok e vengo su solo fino a mezz’asta?
E poi senza perdere contatto con la pelle torno alla base ma questo non fa defluire un pò di sangue!?
Quanta pressione devo metterci?

Nello trazioni di allungamentoper evitare di tirare la pelle (dato che non è quello lo scopo immagino) devo fare una presa tipo ok sotto la cappella?
E quanta forza devo metterci (ho paura di farmi del male a tirare molto forte) ?

Cmq l’effetto del dry jelq mi sembra sia solo sulla cappella dato che mi si gonfia a livelli più elevati che in una normale erezione, l’asta mi sembra rimanga normale se non un effetto arrossamento della pelle..

Voglio evitare di buttare via mesi senza risultati per poi constatare che sbagliavo a fare l’esercizio, vengo dalla palestra e so benissimo che un esercizio fatto con una esecuzione non perfetta porta a risultati infimi se non nulli e può portare anche all’infortunio.

Ma li volete guardare ‘sti video, prima di chiedere?

I video li ho visti, ma dal video non capisco quanta forza devo metterci poi sento gente che dice di arrivare fino a 1 cm sotto la cappella altra fino a solo mezz’asta, inoltre il f atto c he il s angue defluisce in parte allentando la presa per scendere mi sembra anche quest’ultima legittima..

Stessa cosa nell’allungamento non riesco a capire quanta forza metterci, e a prendere direttamente sotto la cappella alla lunga mi dà fastidio..

Anche il mio report sul dry jelq mi sembra legittimo.

oneil,

il dry-jelq va fatto arrivando fino a 1/4 o 1/2 dell’asta : dipende tutto dal fatto se senti fastidio o meno.

Nel jelq “oliato” si arriva fino a 2/3 e oltre dell’asta; alcuni mungono anche il glande, ma bisogna farlo con molta meno forza.

Lo stretching va fatto con una presa di 1-3 cm sotto il glande, cercando di tirare il meno possibile la pelle, il che significa che devi afferra dove il pene è scoperto, e cercando di non irritare il nervo dorsale, cioè non devi sperimentare intorpidimento nel glande. La presa da un pò fastidio all’inizio, ma poi ci si abitua. Devi sempre usare poca forza all’inizio; gradatamente, settimana dopo settimana, potrai aumentare la forza.

Il principio essenziale da tenere presente è: un pò di fastidio va bene; il dolore mai.

OK?

Grazie marinera

Il fatto che nel dry jelq mi si gonfia la punta ma l’asta accusa solo segni di arrossamento ma non di gonfiamento è normale?
Preferisco il dry jelq al wet jelq perchè cosi evito di usare lubrificanti , ma secondo te quale dei due è più efficace? Non trovi un pò controproducente il fatto che quando riscendi con la mano allentando la presa probabilmente parte del sangue defluisce mentre col wet jelq usando le due mani riesci a mantenere incamerato tutto il sangue!

Ciao ragazzi .. Mi presento sono Michele.. Mi permetto di dire che il dry jelq serve per la circonferenza mentre il wet jelq piu’ per la lunghezza a seconda del grado di erezione della pila .

Messaggio originale di oneil
Nel dry jelq parto dalla base della bega con una presa stile ok e vengo su solo fino a mezz’asta?
E poi senza perdere contatto con la pelle torno alla base ma questo non fa defluire un pò di sangue!?
Quanta pressione devo metterci?

Nello trazioni di allungamentoper evitare di tirare la pelle (dato che non è quello lo scopo immagino) devo fare una presa tipo ok sotto la cappella?
E quanta forza devo metterci (ho paura di farmi del male a tirare molto forte) ?

Cmq l’effetto del dry jelq mi sembra sia solo sulla cappella dato che mi si gonfia a livelli più elevati che in una normale erezione, l’asta mi sembra rimanga normale se non un effetto arrossamento della pelle..

Voglio evitare di buttare via mesi senza risultati per poi constatare che sbagliavo a fare l’esercizio, vengo dalla palestra e so benissimo che un esercizio fatto con una esecuzione non perfetta porta a risultati infimi se non nulli e può portare anche all’infortunio.

Nel dry Jelq le mani non devono scivolare sull’asta ma spingere e fare pompare le vene se no ti si irrita la pelle, nel wet Jelq le mani invece grazie al lurificante possono scivolare. A livello di ingrandimento io non noto molta differenza tra le due tecniche la sola differenza è che nel dry vedi le vene gonfiarsi molto di più e le puoi meglio controllare. Nel dry secondo me è preferibile iniziare con 1 mano ma ben presto continuare a due mani con la prima molto bloccata alla base e la seconda molto più libera di modellare l’asta della Pila a piacimento (per lunghezza o per circonferenza) così non si perde molto sangue. La pressione la controlli tu a seconda del livello di erezione se la stai perdendo sarà abbastanza alta e decisa se sta troppo aumentando devi allentare un po’. Al 60% credo sia ottimo se scende al 50/40% sarà ancora più efficace per lo sviluppo in lunghezza. Ciao

Volevo fare un’ulteriore chiarimento sul tema della pressione da usare nei vari Jelq. Credo che tanti ragazzi abbiano difficoltà a regolare il grado di erezione per effettuare un allenamento producente. Io ho cercato di risolvere questo problema dando importanza alla velocità di esecuzione dei movimenti. Bisogna iniziare lentamente l’allenamento con movimenti di 3/4 secondi, poi velocizzare a 2 quando si arriva al 60% di erezione, poi rallentare ancora se si sale al 70/80% ma a questo punto si potrebbe arrivare all’improvviso al 20/30% di erezione, allora per ricominciare il tutto I movimenti saranno lentissimi al rallentatore e si vedrà che piano piano si torna a 50/60/70/80% e l’allenamento avrà così efficacia. Questo metodo è indicato soprattutto nei momenti in cui il pisello risulterà essere un po’ stanco in seguito ad una lunga serie di giorni di allenamento senza pause e così quando si crede che un’ulteriore routine non sia possibile noi possiamo spingerci verso quella situazione di stress positivo che fara’ crescere ulteriormente la nostra “Pila”

Messaggio originale di miik
Ciao ragazzi .. Mi presento sono Michele.. Mi permetto di dire che il dry jelq serve per la circonferenza mentre il wet jelq piu’ per la lunghezza a seconda del grado di erezione della pila .

Benvenuto miik, e buoni guadagni a te.

Top
Thread Closed

All times are GMT. The time now is 01:56 AM.