Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

a tutti gli italiani

Thread Closed

Vorrei farvi alcune domande,se potete rispondermi ve ne sarei grato.
1-In un video ho visto un tizio che girava il pene flaccido 2,3 volte e poi lo tirava diritto a se afferrando con una mano la base del pene e con l’altra tirava (con quella che teneva la base del pene opponeva la forza dalla mano che eseguiiva la trazione in avanti per renderlo più intenso). Secondo lui è l’esercizio più efficace per allungare la tunica dato che c’è il massimo isolamento,e vero? Qualcuno di voi l’ha provato? Me lo consigliate? Il miglior esercizio per la tunica qual’è secondo voi?
2-Dove si compera una pompa per il pene sicura? Quanto costa? E funziona?
3-Cosa è un kegel inverso?
4-Quanto tocca allenarsi giornalmente,io esempio eseguo 15-20 minuti di stretching intenso e 15 minuti di pompaggio quasi tutti I giorni,è sufficiente? E’ essenziale il riposo?

Tempo fa ho comperato un estensore del pene,uno dei più reclamizzati,ma come si fa ad insossarlo per 6,8 ore? Impossibile! Dopo 15minuti comincia a farti un male assurdo sul glande,tipo un bruciore,che ti costringe a toglierlo, Questo problema vedo che lo hanno in molti,ho smesso di usarlo non serve a niente. Come fai ad insossarlo se lavori? Ogni 15,20 minuti devi andare in bagno a toglierlo. Per fare una cura con l’extender devi prenderti 4mesi di ferie e non fare niente secondo me. E’ un arnese inutile,e leggendo molti siti,anche medici,di dubbia efficacia per l’allungamento.

Grazie


Last edited by patacchio : 01-29-2008 at .

Cirolli scusa puoi spiegarti meglio?. Avendo poca pratica non vorrei capire una cosa per un’altra.
L’unica cosa che mi riesce bene cmq fin d’ora dello streching è il BTC, lo trovo persino divertente.
Questa settimana cmq le sto provando un po’ tutte (chiaramente ogni tecnica adattata alla mia persona e alla ia sensibilità, quindi talvolta anche modificando le tecniche basi, come penso chiunque poi alla fine credo faccia qui dentro) e dalla prox inizio seriamente, a proposito sto cmq provando a fare jelq non solo mungendolo ma contemporaneamente tirandolo parecchio in modo da compensare anche lo stretch che mi riesce così e così. Inoltre faccio come inizio 50-60 jelq x tutte e 5 le direzioni e non solo in avanti così da meglio unire stretching e jelquin.
Che ne dite è un’idea stupida?
Cmq cirolli aspetto una tua risp e grazie x l’aiuto.
Se qualcun’altro a consigli da darmi sarebbero ben graditi.
X favor come scritto nll’altro post potete dare un’occhiata alla pagina n°57 sulla spiegazione da parte di lallo nell’uso di un calzino x fare stretching.. Qualcuno ha capito qualcosa? Se si può gentilmente spiegarmelo?
Grazie.

Bye

P.s: Cmq soddisfatto già del primo giorno, sento il mio ciccio più spesso ed è una sensazione che ho ancora dopo parecchie ore dall’allenamento mattutino.
P.p.s: ancora 2 cose:

1- è normale che veda il prepuzio più gonfio alla fine dell’allenamento (un po’ come accade dopo l’uso della pompa)?
2- si possono postare anche video? Se si come? Vorrei metterlo per chiedere consigli sulla correttezza nell’eseguire I vari esercizi, se li faccio bene o meno, e se li pubblicassi potreste darmi una vostra opinione e eventualmente consigli?

Grazie di nuovo.

Speriamofunzioni.. non so come fai stretching tu, ma presumibilmente la presa della mano che tira è appena sotto il glande..giusto? se è così, dicevo, prova a portare la presa più vicino al corpo, facendo attenzione a stringere in modo da tirare anche i corpi interni oltre che alla pelle. Io ultimamente tiro dalla base del pene, in questa maniera io sento un maggiore stiramento dei legamenti, che sembrano essere tra i maggiori responsabili dell’allungamento. Un piccolo consiglio che potrà essere banale per molti, ma per altri sicuramente no. Lo stretching bisogna farlo rilassati..cioè senza fretta e senza tirare da matti fin dall’inizio. E meglio iniziare dolcemente per aumentare la forza man mano che si sente il cazzo accomodarsi allo stiramento.

Patacchio:

1. é una variante del two way stretch, che si può fare anche senza girare su se stesso il pene. E’ un buon esercizio di stretching, magari potresti provare all’inizio a farlo senza varianti e poi in seguito girare il pene su sè stesso per aumentare la forza di stiramento.

2. non lo so, io faccio solo allungamento manuale, ma se cerchi sul sito trovareai quintali di informazioni sull’argomento, non so se hai notato, ma c’è una sezione interamente dedicata al pumping.

3. Un kegel inverso è quando, invece che stringere il muscolo bc come per trattenere la pìpì, fai il lavoro inverso e fai come se dovessi spingere le ultime gocce alla fine di una pisciata.

4. Io direi di cercare di allenarti con una frequenza che puoi tenere tutti i giorni. é inutile cercare di fare un sistema di allenamenti di un’ora se poi riesci a tenerlo un giorno sì e tre no. Io per esempio non ho un momento preciso, data la mancanza di privacy, spezzetto gli esercizi durante la giornata quando vado in bagno. Il riposo è essenziale.

Domani mattina proverò come dici tu, ma una delle idee che mi erano venute era di usare qualche cosa tipo stoffa o lattice o boh per legare la parte sottostante il glande così da poter attaccando una specie di gancio o qualche cosa di simile tirare manualmente facendo molta meno fatica ecc, perchè credo che, oltre agli altri problemi che ho già scritto, un’altro sia proprio quello di tirare insieme al ciccio anche la pelle, e questo mi provoca fastidio. Alla fine me lo trovo preso un po’ effetto larva, forse perchè ho esagerato, poi però con il jelq e I clamp manuali si ripiglia.
Il motovo per cui ero interessato alla tecnica usata da lallo era il fatto che parlava di abbondanti tiraggi con poco sforzo e fatica, e questo mi sembrava interessante e congeniale al mio caso.
Sarò un caso anomalo, in tutti gli altri post non ho letto di nessuno che si lamentasse dei miei problemi con lo stretching. Mah..
E per il resto sai dirmi qualche cosa?
Cmq davvero mille grazie, fin’ora sei l’unico che mi ha risp e te ne sono grato.

A proposito volevo fare una domanda a marinera e a mark, lette le vostre misure raggiunte (più che buone) mi viene naturale chiedervi: ma quando avete iniziato? E da quali misure siete partiti?
Ringrazio tutti fin d’ora, mi piace un sacco questo sito.

P.s: io x avere un po’ di privacy (e anche perchè dicono che I valori di testosterone siano più alti la mattina e che essi rendano il tutto più produtttivo) mi sono ridotto a fare esercizio dalle 4:30/5:00 di mattina fino alle 6:00 chiaramente con calma, non faccio ancora un’ora di esercizio, bensì mezz’ora(ho appena iniziato martedì) è che ho bisogno di tempo fino a quando non prendo un po’ di manualità.

Bye

Speriamofunzioni, non credo che tu abbia problemi particolari con lo stretching, penso che come tutti, essendo agli inizi, devi capire bene come si fanno gli esercizi e le sensazioni connesse. I problemi che hai tu li hanno o hanno avuti più o meno tutti. Per la fatica per esempio segui quello che ho scritto prima…tira in maniera progressiva, vedi che riuscirai a mantenere più a lungo la presa, oppure puoi utilizzare anche tutt’e due le mani, così lo sforzo si dimezza. Per il calzino neanche io ci ho capito molto, però un cappio intorno al cazzo mi fa un pò paura..non è un giudizio, è solo che come idea preferisco continuare con le mani.

Il jelquing nelle varie direzioni è una cosa che qualcuno fa, io direi che se dopo un pò che lo fai vedi dei risultati vuol dire che ti serve.

Che il prepuzio sia più gonfio è normale, per quanto riguarda il postare dei video non lo so, dovresti chiedere direttamente a Thunder o a un moderatore.

Dopo un pò che mi tiro l’uccello mi sono reso conto che seguire le mie sensazioni è la cosa più giusta, quindi direi che la cosa più importante mentre ti eserciti è di essere concentrato e “sentire” l’esercizio.

Io non parlavo di un vero e propro cappio quanto di una specie di fascetta abbastanza larga proprio x evitare il problema cappio a cui attaccare un gancio che ti servirebbe x tirare con meno sforzo, tutto li senza pesi o affari simili, sempre manualmente anche perchè anch’io credo che il regolarsi sulla base della propria sensibilità sia meglio, rinnegando così estensori ecc (cose tra l’altro già provate ma con me non affini).

Cmq proverò come dici tu, grazie del consiglio. Per il resto, mi sorge una domanda riguardo dry jelq, wet, jelq e squezee, a me siù o meno sembrano la stessa cosa, mi puoi spiegare un po’ meglio in cosa cambia a parte la posizione delle mani, cosa sviluppa di più un esercizio rispetto ad un’altro?

Altra domanda, trovo che il glande del mio pene si sia rimpicciolito e sia più rosso durante l’arco della giornata, nonostante il ciccio nel suo complesso appaia più gonfio (sembra quasi che solo la pelle si sia inspessita), guardando il glande ho quasi l’impressione di averlo malmenato, che abbia esagerato o è normale (perchè questo mi preoccupa un po’)?

Grazie ancora

Bye

Messaggio originale di speriamofunzion

A proposito volevo fare una domanda a marinera e a mark, lette le vostre misure raggiunte (più che buone) mi viene naturale chiedervi: ma quando avete iniziato? E da quali misure siete partiti?
Ringrazio tutti fin d’ora, mi piace un sacco questo sito.

P.s: io x avere un po’ di privacy (e anche perchè dicono che I valori di testosterone siano più alti la mattina e che essi rendano il tutto più produtttivo) mi sono ridotto a fare esercizio dalle 4:30/5:00 di mattina fino alle 6:00 chiaramente con calma, non faccio ancora un’ora di esercizio, bensì mezz’ora(ho appena iniziato martedì) è che ho bisogno di tempo fino a quando non prendo un po’ di manualità.

Bye

Ciao sper,

mi alleno da 2 anni e un mese con la stessa costanza e passione con cui fino a pochi anni fa ho fatto bodybuilding. Le mie misure di partenza erano 15-16 cm eretto e 11 cm di circonferenza.

Ho letto deo tuoi problemi con lo stretching. I consigli di Cirolli sono appropriati, soprattutto quello di andarci piano all’inizio e cercare di imparare i movimenti. Anche io ti consiglierei di imparare bene lo stretching a mano libera, gli attrezzi sono tutti pericolosi, forse tranne la pompa.

Se hai la costanza, la voglia e la dedizione di allenarti all’alba, sei sicuramente sulla giusta strada.

Nessuno mi ha risposto,va bè grazie lo stesso

Patacchio se guardi bene cirolli ti ha risposto.

Cmq mi potete dire se è normale quello che mi è successo al glande del mio ciccio?

X Mark, grazie 1000 di avermi risp. Farò del mio meglio x la costanza, sono veramente motivato e poi lo devo dire, per lo stretching non vado matto ma il jelq mi piace un casino, mi diverto e mi da soddisfazione non mi pesa affatto, infatti non vedo l’ora di aver passato le prime settimane di adattamento per cominciare a farne un migliaio e più di jelq e prolungare I tempi di lavoro a un’ora ed anche più.

Domani mattina provo a sperimentare una nuova idea che si basa sul fare, prima di cominciare lo stretch, un centinaio di jelq in modo da dare al pene quell’effetto un po’ più gommoso con un glande più grosso che meglio si presta ad essere afferrato e tirato (infatti ho notato che lo stretch mi riesce meglio dopo il jelq). Lo stretch che preferisco è il BTC ed è quello che a mio parere mi da l’impressione di poter esercitare un maggior tiraggio, quindi è su quello che mi concentrerò fondalmentalmente. Alla fine dopo lo stretch farò altri 150 jelq e basta (è la mia prima settimana, ci vado cauto do al ciccio il tempo di adattarsi) e chiuderò con clamping fatto però con le mani.

Notte a tutti che domani alle 5 devo essere in piede.. :)

Grazie ancora a tutti.

Bye.

Lo squeeze non so bene cosa sia, per il resto la differenza tra dry e wet jelquing lo dice il nome: jelquing a secco o con l’aiuto di un lubrificante. Il mio consiglio, così come quello di tutti è di fare il wet jelq: ti metti sul bidet aprendo l’acqua calda, crema nivea a gogo (quella del flacone blu), e vai di mungitura, e ogni tanto ti bagni le mani per rendere fluida la crema. Il dry jelq è meglio farlo solo molto più avanti e dicono serva soprattutto per il girth, comunque c’è gente che da anni si esercita sempre solo col wet jelq, anche perchè c’è il rischio di farsi male soprattutto alla pelle col dry. La differenza non è tanto tra dry e wet, quanto tra diversi livelli di erezione: 1. non fare jelq 100%eretto 2. 50-70% di erezione aiuta soprattutto la lunghezza, mentre 80-90% di erezione aiuta soprattutto la circonferenza. 3. sotto il 50% di erezione il jelq non serve a niente (ma qualcuno dice che non è vero, diciamo che questa è l’opinione dei più).

Per quanto riguarda il tuo cazzo non so cosa dire…se non ti da problemi in erezione, se la sensibilità rimane buona e non ti fa male direi di non preoccuparti.

Ultima cosa: secondo me è meglio fare lo stretching prima del jelquing, così poi mungi i corpi che sono già stati stirati. In linea di massima comunque avrai capito che il pe non è una scienza certa e definita, è più un percorso che devi scoprire pian piano ascoltando il tuo corpo e facendo attenzione ai dettagli, ma molte cose le puoi scoprire solo tu perchè solo tu puoi sentire cosa ti dice il tuo cazzo…hei, ascolta, magari ti sta parlando anche adesso!

Scusate non ci avevo fatto caso,grazie cirolli.

Il two way stretch quale sarebbe? Quanto hai guadagnato cirolli e in quanto tempo? Grazie ancora

Patacchio, il two way stretch è quello in cui con una mano tiri sotto il glande e l’altra tiri la base del pene verso il corpo.

Per qunato mi riguarda, io mi tiro il cazzo da circa due anni..il problema è che non sono mai stato costante, cioè mi sono sempre esercitato due mesi sì e tre no. Come ho scritto varie volte non mi sono mai misurato, non sono molto scientifico in questo senso, comunque dovrei, tra guadagnati nei momenti di esercizio e in parte persi nei periodi di inattività, aver guadagnato circa 2cm in lunghezza e un non so in circonferenza (mi è molto più difficile misurare ad occhio il girth, ma in mano lo sento decisamente più grosso)..Mi è sempre sembrato di avere più difficoltà per la lunghezza rispetto alla circonferenza, ma forse è dovuto anche al fatto che solo dopo un pò di tempo ho capito come veramente fare lo stretching..prima mi tiravo il cazzo con la massima forza, ora in maniera molto più progressiva e dalla base invece che da sotto il glande, e mi pare che funzioni molto meglio.

Thanks for all Cirolli. La sessione più lunga di jelq cmq la farei dopo lo stretching, I 100 jelq (che in teorie restano fissi mentre ad aumentare di settimana in settimana sono solo quelli dopo la stretch) servirebbero viste le mie difficoltà ad adattare il mio ciccio allo stretching e basta. Cmq ho appena scoperto che il V stretch mi piace un casino e lo trovo molto più comodo insieme sempre al BTC. Cmq poi alla fine sono daccordo con te, il tutto sta nella sensibilità di una persona. Dopo la tua spiegazione credo che non farò mai dry jelq, non mi ispira proprio.

Ancora grazie di tutto,

Alla prox,

Bye.

Si dice pene non cazzo :-)

Paracchio,

Penso che stiate facendo troppo per qualcuno che sia nuovo. Dovreste seguire il Routine del Newbie per I risultati migliori. Provi a fare il la maggior parte che possiate con le esercitazioni manuali prima di per mezzo dell’apparecchiatura.


19th Feb 2012

Erect: 7.625" BPEL and 4.875" EG BPFSL: 8.063 Short Term Goal: 7.75" x 5 Long Term Goal: BP 8.5 x EG 5.75

Top
Thread Closed

All times are GMT. The time now is 03:16 PM.