Thunder's Place

The big penis and mens' sexual health source, increasing penis size around the world.

a tutti gli italiani

Thread Closed

Messaggio originale di acacia
Se PC è muscolo pubococcigeo, cos’è il BC ?

E’ il muscolo bulbocavernoso, a volte vengono confusi ed è questo non l’altro che viene esercitato con i kegel.

Acacia, dai uno sguardo qua:
Locating the bc muscle
o qui, che fa lo stesso:
Locating the bc muscle
E’ un ottimo articolo di westla90069.


"No one can make you feel inferior without your consent.” - Eleanor Roosevelt

Messaggio originale di acacia
Disturbo della pelle? Il senso è questo.
Se tiro tutta la pelle indietro, quando faccio il segno di OK lo devo fare il piu vicino possibile al corpo. Giusto?
1,5 cm di pelle sono li a rompere le palle.

Perchè tiri tutta la pelle indietro? Io non lo faccio….. Sbaglio?

Cacchio le traduzioni con google sono ridicole!non si capisce una mazza.

Messaggio originale di cecio1982
Cacchio le traduzioni con google sono ridicole!non si capisce una mazza.

Ti consiglio di lasciar perdere quei sistemi di traduzione automatica tipo google o babelfish, nella maggior parte dei casi fanno una traduzione letterale e ovviamente non contestualizzata, insomma una porcheria.

E’ meglio un buon dizionario o anche siti tipo English to French, Italian, German & Spanish Dictionary - WordReference.com (che traducono non solo le singole parole, ma spesso anche intere espressioni di uso comune).


"No one can make you feel inferior without your consent.” - Eleanor Roosevelt

Messaggio originale di GuileJack

Ci sono le descrizioni di esercizi anche avanzati, p.es. Qui:
Penis Enlargement Manual
E qui I video:
Penis Enlargement Videos
Qualcosa c’è anche nel wiki
Penis Enlargement Wiki
Per routine non manuali di solito nei forum di settore (pumper, hanging ec.) ci sono delle guide (101 ecc.) piuttosto complete in testa ai messaggi.
In generale se cerchi con l’apposita funzione trovi un bel numero di post.

Ovviamente, dato che gli esercizi non per newbie sono più complessi e impegnativi (tipo extreme uli) dovranno essere fatti con maggiore cautela (state attenti perché non sono uno scherzo, si rischia sul serio).
Personalmente prima di cominciare con quelli, continuerei per 1-2 mesi con gli esercizi standard della newbie routine per un periodo di tempo più lungo di quello indicato, in modo da preparare il pene a sforzi più “strong”.

P.S. Credo che sarebbe una bella cosa, ad avere tempo, che riuscissimo a fare una localizzazione in italiano del wiki, degli schemi e delle guide più significative. Non escludo che con una spinta collaborativa, prima della fine dell’anno, si riesca magari a combinare qualcosa.

Senti, approfittando un po’ della tua gentilezza, posso chiederti , fra tutti gli esercizi che mi hai linkato, quali sarebbe meglio seguire?
Più che altro, all’esercizio X , corrisponde un effetto Y? Un effetto Z?
Insomma, se faccio Jelq cresco sia in lunghezza, che in circonferenza che in durezza.
Con Uli che effetti ci sono?

Poi vorrei capire un’altra cosa: che differenza c’è fra Exercises for PE e Routine?

Tu mi consigli di variare gli allenamenti con esercizi diversi, oppure concentrarmi su uno per un periodo per poi iniziarne un’ altro tipo di esercizio?

Ovviamente la domanda è rivolta anche a tutti gli altri.. :-)

Ah, un’altra cosa: fra I video dimostrativi sono presenti TUTTI gli esercizi che si possono fare?
Qual’è secondo te il migliore per allungare ed il migliore per la circonferenza?

Grazie .

Messaggio originale di vicg
Senti, approfittando un po’ della tua gentilezza, posso chiederti , fra tutti gli esercizi che mi hai linkato, quali sarebbe meglio seguire?
Più che altro, all’esercizio X , corrisponde un effetto Y? Un effetto Z?
Insomma, se faccio Jelq cresco sia in lunghezza, che in circonferenza che in durezza.
Con Uli che effetti ci sono?

Poi vorrei capire un’altra cosa: che differenza c’è fra Exercises for PE e Routine?

Tu mi consigli di variare gli allenamenti con esercizi diversi, oppure concentrarmi su uno per un periodo per poi iniziarne un’ altro tipo di esercizio?

Per l’allungamento resto dell’idea che lo stretching sia ancora il migliore; per la circonferenza sono in dubbio (in ogni caso molti esercizi avanzati partono come base dal jelq, di cui sono spesso un’evoluzione).

Basilarmente, ogni esercizio che comporta uno stiramento si focalizza sulla lunghezza, ed ogni esercizio che pompa del flusso di sangue nel pene si focalizza più sulla circonferenza (questo non toglie che in determinati casi abbia anche effetti sulla lunghezza). Esercizi come Horse440 squeeze e Uli sono tipicamente per la circonferenza (in entrambe si blocca il sangue alla base).

In quanto agli esercizi da seguire, è una tua scelta, ti consiglio di provarne qualcuno con calma, ti concentri su quelli con cui ti trovi meglio o che ti danno più soddisfazione. Una volta che li hai scelti io resterei su quelli almeno fino a quando non raggiungi una fase di “plateau”, ovvero quando il pene si è abituato allo sforzo e non c’è più stimolazione della crescita, in tal caso può essere conveniente anche un periodo di riposo come de-condizionamento.

Come puoi vedere dagli elementi che costituiscono p.es. la “newbie routine”, una routine è un complesso eterogeneo di esercizi (infatti è formata da esercizi di allungamento, di ingrossamento, kegel per la tonificazione del muscolo BC, senza dimenticare il doveroso riscaldamento pre- e post-esercizi).

P.S. per avere un quadro completo degli esercizi praticabili non si può prescindere dalla lettura dei messaggi del forum, le varianti sono talmente tante che neanche una guida passo-passo potrebbe tenerne conto.


"No one can make you feel inferior without your consent.” - Eleanor Roosevelt

Sono daccordo con te Julie soprattutto sul fatto che tutto non può prescindere dalla lattura dei messaggi del forum e della conoscenza in genere degli argomenti relativi al PE e all’anatomia del pene stesso.

Io fortunatamente l’inglese lo so e sto passando molto tempo a leggere sul forum principale.

Ora mi sto focalizzando su una statistica (del tutto personale) per vedere se esistono proto-tipi di peni/persone che sono + predisposti ad un veloce accrescimento o ad un lento o nullo accrescimento. La valutazione delle caratteristiche fisiche e di attitudine confrontate con la mia mi aiuteranno a capire se voglio o non voglio mettermi completamente alla prova.

Purtroppo sembra che per una cosa (che esporrò qui sotto) io faccia piu parte della categoria degli Hard gainer, cioè quelli che hanno/avranno pochi se non nulli risultati. Per altri certi versi invece farei parte della categoria di colore che potrebbero avere veloci e cospicui risultati in breve tempo (limitatamente ad un breve periodo iniziale).

Sembra però che il fattore limitante sia ben piu grave di quello favorevole.

Spiego I fattori che reputo positivi ed incoraggianti (per quel che ho onestamente imparato SOLO leggendo).

Visto che Stretch e jelq stanno alla base, vediamo in dettaglio.

Il veloce primo accrescimento (nel primo breve periodo) è dato essenzialmente dal fatto che il legamento che attacca l’osso pubico al pene venga allungato, stirato.

Infatti uno dei modi chirurgici è quello di tagliarlo. Uno dei modi per capire “quanto” questo legamento “trattiene” il pene più o meno all’interno del corpo è quello della determinazione del LOT.

Il LOT l’ho spiegato sopra a pag.90. Il tutto in effetti ha un senso.

Un LOT alto denota facili guadagni iniziali grazie allo stiramento dei legamenti sospensori stessi

Un’altro indice è l’angolo di erezione a parità di età e qualità di erezione. Una erezione a ore 11 (quasi verticale e quasi aderente all’addome) denota legamenti forti e corti e quindi ne deriverebbe un buon guadagno dal loro allungamento.

Se l’angolo è inferiore (diciamo a ore 9) I legamenti sono gia di per sè lunghi (o già allungati abbastanza) e margini da questo stiramento non ce ne sono, o saranno pochi o non ce ne sono più.

E’ da specificare che questo angolo statisticamente decresce man mano che l’età avanza. Un ragazzino l’avrà molto piu impennato che un cinquantenne.

Io faccio parte della schiera dei positivi in tutti I sensi.

Ho un relativamente alto LOT 8-1/2 -9, e una erezione piena a ore 11 (se non quasi 12) e non sono piu un ragazzino, visto che ho già la mia bella età.

Quindi dallo stretching dovrei avere dei buoni guadagni (ovvio sempre in teoria).

Messaggio originale di acacia
Uno dei modi per capire “quanto” questo legamento “trattiene” il pene più o meno all’interno del corpo è quello della determinazione del LOT.
Il LOT l’ho spiegato sopra a pag.90. Il tutto in effetti ha un senso.
Un LOT alto denota facili guadagni iniziali grazie allo stiramento dei legamenti sospensori stessi
Un’altro indice è l’angolo di erezione a parità di età e qualità di erezione. Una erezione a ore 11 (quasi verticale e quasi aderente all’addome) denota legamenti forti e corti e quindi ne deriverebbe un buon guadagno dal loro allungamento.
Se l’angolo è inferiore (diciamo a ore 9) I legamenti sono gia di per sè lunghi (o già allungati abbastanza) e margini da questo stiramento non ce ne sono, o saranno pochi o non ce ne sono più.
E’ da specificare che questo angolo statisticamente decresce man mano che l’età avanza. Un ragazzino l’avrà molto piu impennato che un cinquantenne.

Direi di sì; considera però che la teoria di Bib sul LOT è oggetto di disputa, perché per alcuni non ha un radicato fondamento scientifico o non è prodromico a maggiori o minori guadagni.
Dal mio punto di vista credo che qualcosa di vero in quella teoria ci sia, io ho un LOT piuttosto basso (anche se per contro ho da sempre un angolo di erezione piuttosto alto) e può darsi che sia anche per quello che posso annoverarmi tra gli hardgainer.


"No one can make you feel inferior without your consent.” - Eleanor Roosevelt

Ora le dolenti note che devo però accertare un po’ piu approfonditamente anche se non riesco a trovare piu risposte sul forum (al limite chiederò.)

Vedete se anche voi vi ricoscete in questo:

Se provo a fare dello stretching (ad esempio in avanti) ad un certo punto la mano non va piu avanti. Logico, direte voi.

Stai tirando un qualche cosa che ha un limite.

Solo ora però ho capito cosa del mio insieme pene/legamenti/tunica/muscoli/corpi cavernosi ecc. Raggiunge prima questo limite.

Tirando il pene con una discreta forza continua, e, solo appoggiando un dito o parte dell’altra mano sul dorso del pene sento una specie di corda in tensione, un qualche cosa che assomiglia ad una specie di cavo elettrico della grossezza dei cavi per gli elettrodomentici o un classico cavo coassiale delle antenne. Un diametro di circa 6-8 mm. Un cavo che va dalla base del pene fino alla base del glande. E’ teso (tesissimo, a seconda di quanto tiro) . Ho cercato di capire di che cosa si trattasse, perchè non corrispondeva a nessuno dei componenti che avevo sentito nominare. Pensavo di trovare subito una risposta (perchè credevo fosse cosa comune), invece ho capito che potrebbe trattarsi del septum (cioè parte comune della tunica superiore che unisce I due corpi cavernosi), o di non ben identificati Dorsal fibers (fibre dorsali). Sembra che fin a che non hai allungato questa cosa, difficilmente riusciai ad allungare I famosi legamenti di cui ho parlato prima. Sembra che quaesto sia uno dei fattori piu limitanti il PE. Di contro però non ho trovato molta documentazione, e benche mi sia ritrovato perfettamente in alcune descrizioni di altri membri del forum (cioè hanno fatto la domanda nello stesso modo in cui avrei voluto farla io) non ho trovato risposte concrete e definitive ne’ tantomeno certezze.

Sembra appunto che anche tirando a piu non posso non riuscirai a stimolare I tessuti piu interessati (esempio I legamenti sospensori) fino a che non hai allungato questo “cavo “. In piu questo septum farebbe parte della Tunica albuginea in una posizione (quella superiore) ove la sua resistenza a trazione è di molto superiore a quella media della Tunica stessa.

C’è qualcuno che ha le mie stesse sensazioni?

Raga qualcuno si fa seguire da un andrologo? Un medico non consiglierebbe mai di fare PE vero?

Messaggio originale di cecio1982

Raga qualcuno si fa seguire da un andrologo? Un medico non consiglierebbe mai di fare PE vero?

Io personalmente no perchè non ho problemi di alcun tipo.

Penso sconsiglerebbe il PE.

Se vuoi fare PE per presunta “inadeguatezza” penso consiglerebbe uno psicologo.

Messaggio originale di acacia

Ora le dolenti note che devo però accertare un po’ piu approfonditamente anche se non riesco a trovare piu risposte sul forum (al limite chiederò.)

Vedete se anche voi vi ricoscete in questo:

Se provo a fare dello stretching (ad esempio in avanti) ad un certo punto la mano non va piu avanti. Logico, direte voi.

Stai tirando un qualche cosa che ha un limite.

Solo ora però ho capito cosa del mio insieme pene/legamenti/tunica/muscoli/corpi cavernosi ecc. Raggiunge prima questo limite.

Tirando il pene con una discreta forza continua, e, solo appoggiando un dito o parte dell’altra mano sul dorso del pene sento una specie di corda in tensione, un qualche cosa che assomiglia ad una specie di cavo elettrico della grossezza dei cavi per gli elettrodomentici o un classico cavo coassiale delle antenne. Un diametro di circa 6-8 mm. Un cavo che va dalla base del pene fino alla base del glande. E’ teso (tesissimo, a seconda di quanto tiro) . Ho cercato di capire di che cosa si trattasse, perchè non corrispondeva a nessuno dei componenti che avevo sentito nominare. Pensavo di trovare subito una risposta (perchè credevo fosse cosa comune), invece ho capito che potrebbe trattarsi del septum (cioè parte comune della tunica superiore che unisce I due corpi cavernosi), o di non ben identificati Dorsal fibers (fibre dorsali). Sembra che fin a che non hai allungato questa cosa, difficilmente riusciai ad allungare I famosi legamenti di cui ho parlato prima. Sembra che quaesto sia uno dei fattori piu limitanti il PE. Di contro però non ho trovato molta documentazione, e benche mi sia ritrovato perfettamente in alcune descrizioni di altri membri del forum (cioè hanno fatto la domanda nello stesso modo in cui avrei voluto farla io) non ho trovato risposte concrete e definitive ne’ tantomeno certezze.

Sembra appunto che anche tirando a piu non posso non riuscirai a stimolare I tessuti piu interessati (esempio I legamenti sospensori) fino a che non hai allungato questo “cavo “. In piu questo septum farebbe parte della Tunica albuginea in una posizione (quella superiore) ove la sua resistenza a trazione è di molto superiore a quella media della Tunica stessa.

C’è qualcuno che ha le mie stesse sensazioni?

Nessuno ha da dire nulla in proposito?

Mi vengono in mente casi di alcuni in questo “Italian Thread” che anche dopo mesi di allungamenti con estensori non avevano avuto alcun risultato..

Non è che si ritrovavano nelle stessa situazione di cui sopra?

X Acacia…. si infatti anche io la penso cosi’ …. e’ da circa un paio di mesi che appendo pesi al pene …. e l’unica cosa che sento che e’ in tensione sono quei legamenti che hai citato Tu …. e se non si allungano quelli secondo Me il resto non si allunga …. dato che ho esperienza in stretc. intendo al livello fisico e cioe spaccata delle gambe ecc. usando un metodo detto PNF metodo isometrico che pero’ riguarda la muscolatura e la parte che si allunga e piu’ il tessuto muscolare che quello tendineo ….bisognerebbe prima fare degli esercizi per far formare il tessuto connettivo e sarebbe il caso di capire se anche per il pene si puo’ costruire questo tipo di tessuto …. forse allenando il muscolo PC ?

Top
Thread Closed

All times are GMT. The time now is 04:13 PM.